La Cosmologia Quantistica

La Cosmologia cerca di descrivere la nascita e la struttura dell’intero universo tramite le leggi fisiche conosciute.

This galaxy is encircled by thick dust lanes. The galaxy is 50,000 light-years across and 28 million light years from Earth.

Nel modello del “Big Bang”, che oggi è quello più comunemente accettato, l’universo ha avuto origine circa 13,7 miliardi di anni fa, a partire da un punto zero detto “singolarità iniziale”, costituito da densità e temperatura infinite.

Questa singolarità si sarebbe mantenuta per un tempo di durata infinitesimale, poi sarebbe iniziata un’espansione che appena 10-37 secondi dopo l’istante iniziale, avrebbe portato all’inflazione cosmica, cioè ad un allargamento rapidissimo ed esponenziale delle dimensioni dell’universo. Questo modello può essere raffigurato a mo’ di cono, come si vede dall’immagine sottostante.

Prima Edward Tryon, nel 1973, e poi  Stephen Hawking e James Hartle, nel 1983, hanno utilizzato i principi della meccanica quantistica per cercare di spiegare la nascita e lo sviluppo dell’universo. Secondo il modello quantistico, la realtà fisica sarebbe potuta emergere spontaneamente dal vuoto: si parla di “Creazione senza Creazione”). In questo modello, l’universo può sempre essere rappresentato come una sorta di cono in espansione, ma senza un vero e proprio vertice; la semisfera inferiore rappresenta la nascita del cosmo dal “nulla”, per fluttuazione quantistica.

Non esisterebbe, secondo questa teoria, un inizio improvviso: lo spazio e il tempo “emergono” gradualmente dalla “base” della semisfera. L’evento A, che di primo acchito potrebbe sembrare un “primo istante”, è solo una illusione dovuta al modo in cui si è costretti a disegnare la figura sul foglio di carta. In effetti, non vi è un inizio preciso, nonostante il tempo sia ancora finito in direzione del passato.

Ricapitolando… la meccanica quantistica ha portato un nuovo sviluppo della cosmologia e alla formulazione di una possibile nascita dell’universo dal vuoto!

Fonte: https://www.scienzenoetiche.it/synthesis/fisica_quantistica/13_cosmologia_quantistica.php

Libri e varie...

Un commento

  1. Che cosa è la Vita?
    La vita dipende dal pensiero,
    e come esso sorge è legato all’esistere del pensiero.
    La vita stà più in alto dell’organica e d istintiva ragione cioè causa ed effetto o cambiamento o scambio o movimento…. in quanto la potenza vitale è sconosciuta dalla scienza umana.
    Come spiegare il comunicare del mondo interiore al mondo esteriore o viceversa.
    L’uomo vede in ciò che lo circonda l’effetto visibile ed il proprio ,,io.. lo rende
    materialista convinto sino al momento in cui si aprirà la propria bara ed il misero corpo verrà riconsegnato alla terra.
    Come può l’uomo misurare la Vita dall’effetto visibile dimenticando o rinnegando una Vita infinitamente Infinita
    che può solo essere definita……DIO e di cui l’uomo è uno pallido specchio ?
    Come si può parlare dell’Universo del Vuoto?
    La Vita NoN è un prodotto
    della materia bensì un germoglio della Eterna Mai Terminante VITA DI DIO.
    Tutto Vive nello svolgersi
    dell’Eternità senza alcuna frontiera.
    DIO pone ogni avvenimento in questo spazio temporale che concerne l’Umanità mentre ognuno ha nella sua libertà un limite di possibilità.
    I Profeti hanno vissuto
    la Verità che DIO ha loro concesso. Tutte le realizzazioni fecondano e nascono al di fuori dei tempi umani e possono realizzarsi ai secoli successivi od ai millenni successivi perchè il tempo di DIO prende effetto nell’opportunità di cambiamento scelto dall’
    Onnipotente.,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *