Alchimia, la scienza magica

Molti conoscono l’Alchimia in quanto “scienza magica” capace di trasmutare il metallo in oro, ma metaforicamente essa rappresenta la capacità di trasformare le emozioni negative in positive.

L’Alchimia evoca poteri antichi, tramite l’utilizzo di pratiche misteriose al confine tra la scienza e la magia; è una scintilla che vive in ognuno di noi e che può risvegliare quel potere divino capace di trasformarci nel profondo. Così, la trasmutazione del metallo in oro, diventa il simbolo della trasmutazione dell’imperfezione dell’animo umano, nella perfezione della consapevolezza di sé.

Le origini dell’Alchimia

L’Alchimia ha origini antiche, che risalgono ai tempi di Cristo, oltre l’ellenismo e fino all’Egitto. Durante il Medioevo, l’Alchimia veniva coltivata soprattutto per l’allungamento della vita e proprio lì si trovano le origini della chimica moderna. Paracelso è sicuramente il rappresentate alchemico più rappresentativo, un medico svizzero vissuto alla fine del 1400, che divise il microcosmo dal macrocosmo. Egli riteneva che l’uomo è fatto a immagine e somiglianza dell’universo e ne riproduce, quindi, le caratteristiche. Paracelso associò quindi l’alchimia alla biologia umana, fondando così le basi della medicina.

Ma a contribuire alla sua evoluzione, non possiamo trascurare la figura di Rodolfo II di Asburgo, che nel Cinquecento fondò un’accademia alchemica a Praga. Ossessionato dal sapere e convinto di aver trovato il modo di dominare i misteri della Natura e le sue leggi, egli richiamò molti maghi, alchimisti e astrologi, tra cui John Dee, Giordano Bruno e Keplero.

La “Pietra Filosofale”

Se vogliamo iniziare a spiegare l’Alchimia, sicuramente si dovrebbe cominciare dal termine “Vitriol” (a volte vengono aggiunte le lettere VM alla fine), che compare in moltissimi scritti e simboli alchemici. Il suo acronimo è: “Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem (Veram Medicinam)”, che significa: “Visita l’interno della Terra e rettificando (con successive purificazioni) troverai la pietra nascosta (che è la vera medicina)”. Si dice che la Pietra Filosofale era dotata di poteri straordinari, tra cui l’elisir di lunga vita, l’immortalità e la conoscenza di passato, presente e futuro.

L’Alchimista moderno è colui che, attraverso la conoscenza, trasforma la sua natura interiore per raggiungere la somiglianza alla perfezione del divino. Così, come primo passo, l’Alchimista deve scavare la Terra, dove la Terra rappresenta il suo corpo, se stesso. Ed entrare dentro di sé significa giungere alla conoscenza del proprio Io.

Vitriol rappresenta un procedimento per arrivare al completamento dell’Opus Magnum, che non può che partire dal minerale che si trova all’interno della Terra. È una sorta di invito a indagare la propria anima e il proprio spirito, perché tutto inizia dall’oscurità.

Le fasi della Conoscenza

Per raggiungere l’Opus Magnum, ovvero l’Opera Massima (la conoscenza di sé), bisogna passare attraverso tre fasi, il cui nome deriva dal colore che le sostanze prendevano dentro l’ampolla:

– Nigredo (vd. Il Vaso Alchemico)

– Albedo

– Rubedo

Fonte: http://sfumaturedimagia.com/alchimia-la-scienza-magica/

Libri e varie...

Paracelso

E la scienza divina dell'uomo

di Carlo G. Nuti

PARACELSO  - LIBRO
E la scienza divina dell'uomo
di Carlo G. Nuti

In questo lavoro, forse per la prima volta, viene presentato il pensiero di Paracelso secondo un aspetto unitario, nel quale il medico, il filosofo, l'astrologo, il mago e l'alchimista sono sintetizzati nella figura del Maestro di Ermetismo, la Scienza divina dell'uomo.
 Il suo insegnamento mirava a risvegliare nei discepoli quell'intelligenza Solare che ogni uomo possiede allo stato latente dentro di se.
 Il punto cruciale di tutto il pensiero paracelsiano, che l'opera di Carlo Nuti ha il merito di mettere in primo piano, e che le pratiche dell'alchimia di laboratorio e le applicazioni terapeutiche della spagyria, non costituiscono in alcun modo il nucleo sostanziale di tutta l'opera di Paracelso ma sono solo un'applicazione secondaria rispetto al cammino di perfezionamento interiore.
 Il volume e arricchito da testi di Paracelso mai pubblicati prima in italiano, dalla ricostruzione del suo metodo diagnostico e terapeutico, da un indice cronologico di tutte le sue opere e da un prezioso glossario dei principali termini da lui utilizzati....

L'alchimia dei Metalli, Paracelsus Transplantatio

di Mia Peddemors, Henk Leene

L'ALCHIMIA DEI METALLI, PARACELSUS TRANSPLANTATIO - LIBRO
di Mia Peddemors, Henk Leene

Il presente libro è particolarmente indirizzato a quei cultori di esoterismo (cercatori), impegnati in un cammino di ricerca applicata. 
 Nella natura regna "la legge del sette", legge arcaica che troviamo in tutte le dottrine e tradizioni e alla quale tutta la creazione, compreso l'uomo, è sottoposta.
 Il numero sette occupa un posto molto particolare e centrale nella natura e nei comportamenti dell'uomo. Paracelso parla della virtù curativa dei sette metalli.
 Il settemplice trova, tuttavia, il suo culmine nell'ottuplice.
 L'ottuplice è il rappresentante di un mondo che è "fuori" dalla nostra natura settemplice....

Pensieri per Vivere Bene

Parole di saggezza che curano l'anima

di a cura di Davide Mosca

PENSIERI PER VIVERE BENE
Parole di saggezza che curano l'anima
di a cura di
                                                          Davide Mosca

In questo libro troverai le parole e le frasi giuste che fanno riflettere, sorridere, battere il cuore. Che cosa hai voglia di ricevere o di dare oggi? Una carezza, un pizzicotto, un abbraccio, vuoi "pungere" qualcuno o dare un bacio?
 "Frasi da piantare dentro di noi come semi"
 Che cosa possono fare le parole per noi? Come possono aiutarci concretamente queste minuscole e impalpabili collane di lettere? "Le parole sono azioni" ricordava Ludwig Wittgenstein, uno dei filosofi più importanti del Novecento. Le parole rinfrancano, consolano, spronano, toccano cuore e mente con mani invisibili eppure forti, più forti di qualsiasi altro materiale conosciuto.
 "Io credo soltanto nella parole. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa" diceva Ennio Flaiano, l'autore che con Federico Fellini scrisse soggetto e sceneggiatura degli indimenticabili "8 e 1/2" e "La dolce vita". Le parole sono vive: il loro posto naturale non è il museo, bensì la strada.
 In genere le raccolte di aforismi utilizzano una divisione per categorie tematiche - l'amore, l'amicizia, il sesso, la gioventù, la vecchiaia, il matrimonio - ma così gli argomenti rischiano di diventare gabbie. Le parole, invece sono animali selvatici: se le lasciamo libere di andarsene in giro e di affrontare senza catene i lettori, possono spaventare o intenerire, mordere o lenire, far fuggire o fermare, spingere a riflettere ovvero a prendere decisioni in un lampo.
 Ciò che conta non è quello che noi diciamo delle parole, ma quello che loro dicono a noi: non il cappello che gli infiliamo, ma il volto che ci offrono."...

La Paura della Paura

Che cos'è, perché ci blocca, come possiamo trasformarla

di Rossella Panigatti

LA PAURA DELLA PAURA  - LIBRO
Che cos'è, perché ci blocca, come possiamo trasformarla
di Rossella Panigatti

Preoccupazione, timore, sgomento, panico, terrore, angoscia.
 La paura ha tanti nomi e tante facce, ma è anzitutto un'emozione forte, potenzialmente vitale e sana, che ci aiuta nei momenti di pericolo.
 Oggi però, sempre più spesso, la paura può diventare un sentimento che ci frena, ci blocca, che ostacola il nostro naturale sviluppo, soprattutto in un'epoca di crisi e in una società in cui viene vista come una vergogna da nascondere a qualsiasi costo: non si deve mostrare la paura, bisogna apparire sempre sicuri, coraggiosi, forti.
 In questo modo, invece di far emergere e risolvere i disequilibri che l'hanno generata, la paura fa sì che si solidifichino, diventando insuperabili, e noi, che l'abbiamo negata, ci ammaliamo, nel corpo o nello spirito, Rossella Panigatti passa in rassegna le più comuni forme di paura dal punto di vista energetico-spirituale (paura di non avere abbastanza, di non essere noi stessi, di non essere meritevoli d'amore, di essere soli), le analizza, ci spiega come si generano e ci insegna come possiamo superarle, trasformando la paura in un potente alleato.
 Senza soffrirne, recuperando un pieno equilibrio nella nostra vita e andando incontro al mondo con serenità e consapevolezza.
 E con più gioia....

I Difficili Percorsi del Pensiero

Dal misticismo alla scienza

di Roberto Renzetti

I DIFFICILI PERCORSI DEL PENSIERO - LIBRO
Dal misticismo alla scienza
di Roberto Renzetti

Questo lavoro vuole spiegare in modo comprensibile cos'è, come è nata e come si è sviluppata l'alchimia.
 Questo non è uno scritto esoterico, ma una storia di una parte dell'esoterismo, componente di fondo dell'alchimia.
 È necessario però avvertire che il paziente lettore dovrà dimenticare il bagaglio di conoscenze che è di ognuno di noi e provare a comprendere, come si tenterà di aiutare a fare, la mente di una persona erudita che cerca di capire ciò che lo circonda a partire dalla conoscenza del mondo che si aveva nel V-IV secolo a.C. fino al XVI secolo....

La Pietra Filosofale

di Israel Regardie

LA PIETRA FILOSOFALE  - LIBRO
di Israel Regardie

Un saggio che interpreta l'Arte ermetica in chiave mistica, spirituale e psicologica con lo scopo di innalzare lo stato di coscienza umano e svelare i più arcani enigmi alchemici di tutti i tempi
 Opera unica e di inestimabile pregio, "La Pietra Filosofale" rappresenta un'indagine straordinaria dell'alchimia in chiave mistica e psicologica. Utilizzando i sistemi simbolici della magia, della Qabalah e della psicologia junghiana, Regardie svela per la prima volta il vero significato dell'alchimia come un processo psico-spirituale di autorealizzazione e conquista personale, volto a trasformare l'anima umana attraverso stati alterati di coscienza e a produrre un uomo integro, libero e illuminato.
 Inoltre, riporta e commenta tre trattati alchemici inediti fra i più importanti e preziosi di tutti i tempi:
 
 - il Trattato aureo di Ermete Trismegisto
 -   Le sei Chiavi di Eudosso
 - il Coelum Terrae di Thomas Vaughan, che contiene la famosa poesia misterica Aelia Laelia....
ALCHIMIA (DE ARTE ALCHYMIA) - LIBRO
Evoluzione ed involuzione della grande arte
di Giancarlo Signore

La storia della più antica arte, praticata dall'uomo..l'alchimia.
 Nell’accezione comune il termine Alchimia appare ambiguo: l’Alchimista viene ritenuto persona il cui intento è quello di imbrogliare, facendo credere oro ciò che oro non è. Va riconosciuto che questo giudizio è sostenuto da personaggi a volte famosi nella storia, come il conte di Cagliostro e Giacomo Casanova, ma il giudizio è ingiusto e fuorviante.
 L’Alchimia va ritenuta una grande avventura dell’uomo, un intento ambizioso volto a migliorare l’uomo ed il suo mondo.
 Quel mondo che Dio gli ha donato.
 Il testo non dà particolare spazio alle “curiosità” strane ed orripilanti dell’Alchimia, bensì inizia la sua ricerca dall’Ellenismo, momento storico nel quale la conoscenza matura l’ambizione di fini arditi.
 Il testo segue l’Alchimia nella sua evoluzione: dalla fase aurorale, avvolta nel mistero, sino al'XVIII secolo, quando gli illuministi pretenderanno dalla scienza “certezze” comprovate.
 Questa ricerca avviene analizzando e valutando sia il periodo storico, che sempre impone un comportamento scientifico, sia i tanti personaggi che hanno interpretato l’Alchimia: padri della Chiesa, speziali, filosofi; San Tommaso d’Aquino, Francesco Bacone, Marsilio Ficino, Galileo Galilei e Newton, solo per citarne alcuni.
 Il testo, lungi dal voler impressionare o creare false credenze, vuole portare il lettore con una lettura semplice e gradevole a considerare l’Alchimia come un' esperienza dell’uomo, anch’essa certamente formativa e come tale degna di rispetto....

Alchimia (De arte Alchymia)

Evoluzione ed involuzione della grande arte

di Giancarlo Signore

La storia della più antica arte, praticata dall'uomo..l'alchimia.

Nell’accezione comune il termine Alchimia appare ambiguo: l’Alchimista viene ritenuto persona il cui intento è quello di imbrogliare, facendo credere oro ciò che oro non è. Va riconosciuto che questo giudizio è sostenuto da personaggi a volte famosi nella storia, come il conte di Cagliostro e Giacomo Casanova, ma il giudizio è ingiusto e fuorviante.

L’Alchimia va ritenuta una grande avventura dell’uomo, un intento ambizioso volto a migliorare l’uomo ed il suo mondo.

Quel mondo che Dio gli ha donato.

Il testo non dà particolare spazio alle “curiosità” strane ed orripilanti dell’Alchimia, bensì inizia la sua ricerca dall’Ellenismo, momento storico nel quale la conoscenza matura l’ambizione di fini arditi.

Il testo segue l’Alchimia nella sua evoluzione: dalla fase aurorale, avvolta nel mistero, sino al'XVIII secolo, quando gli illuministi pretenderanno dalla scienza “certezze” comprovate.

Questa ricerca avviene analizzando e valutando sia il periodo storico, che sempre impone un comportamento scientifico, sia i tanti personaggi che hanno interpretato l’Alchimia: padri della Chiesa, speziali, filosofi; San Tommaso d’Aquino, Francesco Bacone, Marsilio Ficino, Galileo Galilei e Newton, solo per citarne alcuni.

Il testo, lungi dal voler impressionare o creare false credenze, vuole portare il lettore con una lettura semplice e gradevole a considerare l’Alchimia come un' esperienza dell’uomo, anch’essa certamente formativa e come tale degna di rispetto.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*