• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Yuval Harari: “Cosa ne facciamo di Tutta questa Gente Inutile?”

di Alexandra Bruce (traduzione: Maria Cristina Bassi)

Le “perle di saggezza” di Yuval Harari, massimo consulente di Klaus Schwab e da questo considerato un brillante futurista.

Klaus Schwab, il fondatore del World Economic Forum, considera Yuval Harari un brillante futurista ed è un suo massimo consulente. Dunque, ascoltare quest’ultimo è cogliere come pensano questi globalisti e vedere che mostrano una visione del mondo interamente materialistica, meccanicistica e totalmente priva di cuore e anima, transumana insomma.

Nel seguito la traduzione della trascrizione del video che contiene una collezione di “perle di saggezza” di Yuval. A questo siamo nel presente… senza vedere proteste e “informazioni educative” da parti degli espertoni della notizia…

La Visione Globalista di Yuval Harari

“Di nuovo, penso che la maggiore domanda forse in economia e politica dei prossimi decenni sarà: ‘cosa fare con tutte queste persone inutili?’. Il problema è più che altro la noia e cosa fare di loro e come trovare un senso nella vita, quando sono fondamentalmente privi di significato e di valore?

La mia ipotesi migliore, al momento, come soluzione per (la maggior parte), è una combinazione di droghe e giochi per computer. Questo sta già accadendo. Sotto diversi titoli, diverse voci, si vedono sempre più persone che passano sempre più tempo o che risolvono i loro problemi interiori con le droghe e i giochi per computer, sia quelli legali che quelli illegali.

Se si guarda al Giappone di oggi, il Giappone è forse 20 anni avanti rispetto al mondo in tutto, si vedono tutti questi nuovi fenomeni sociali di persone che hanno relazioni con coniugi virtuali e persone che non escono mai di casa e vivono solo attraverso i computer. Penso che una volta che si è superflui, non si ha più potere.

Di nuovo, siamo abituati all’Era delle Masse, del XIX e XX secolo… Abbiamo visto il successo di tutte queste rivolte di massa, rivoluzioni, sovvertimenti. Così ci siamo abituati a pensare alle masse come fossero potenti. Ma questo è fondamentalmente un fenomeno del XIX e XX secolo.

Non credo che le masse, anche se si organizzassero in qualche modo, abbiano molte possibilità. Non siamo nella Russia del 1917 o nell’Europa del XIX secolo.

Stiamo parlando di una ‘seconda rivoluzione industriale’, ma questa volta il prodotto non sarà il tessile, né le macchine, né i veicoli e nemmeno le armi. Il prodotto questa volta sarà l’uomo stesso.

Stiamo imparando a ‘produrre’ corpi e menti. I corpi e le menti saranno, credo, i due prodotti principali della prossima ondata di tutti questi cambiamenti.

Questo è facoltativo. Ancora una volta, e se ci pensate dal punto di vista dei poveri, sembra terribile, perché nel corso della storia la morte è stata il grande equalizzatore. La grande consolazione dei poveri nel corso della storia è stata: “Ok, questi ricchi se la passano bene, ma moriranno, proprio come me”.

Ma pensate a un mondo, diciamo tra 50 anni, 100 anni, in cui i poveri continueranno a morire ma i ricchi, oltre a tutte le altre cose che ottengono, avranno anche l’esenzione dalla morte.

Una volta risolto un problema come l’interfaccia diretta cervello-computer, quando cervello e computer potranno interagire direttamente – per fare solo un esempio – sarà la fine della storia; sarà la fine della biologia, così come la conosciamo. Nessuno ha idea di cosa accadrà una volta risolto questo problema.

Se la vita può fondamentalmente uscire dal regno organico per entrare nella vastità del regno inorganico, non si può nemmeno iniziare a immaginare quali saranno le conseguenze, perché la nostra immaginazione al momento è organica.

Quindi, se c’è un punto di singolarità, come spesso viene definito, per definizione non abbiamo modo di immaginare cosa accadrà oltre. Se guardiamo al punto di singolarità come a una tendenza, questa sta prendendo piede.

Il nuovo atteggiamento, a mio avviso, è quello di trattare la vecchiaia e la morte come problemi tecnici, non diversi, in sostanza, da qualsiasi altra malattia. È come il cancro, è come l’Alzheimer, è come la tubercolosi.

Forse non conosciamo ancora tutti i meccanismi e tutti i rimedi, ma in linea di principio le persone muoiono sempre per una e una sola ragione – e si tratta di ragioni tecniche, non metafisiche”.

L’Alienazione Moderna e la Distruzione del Gruppo familiare

“Oggi le persone riescono a vivere – molte persone – come individui isolati e alienati. Nelle società più avanzate, molte persone vivono come individui alienati, senza comunità, con una famiglia molto piccola. Non si tratta più della grande famiglia allargata, ma di una famiglia molto piccola: forse solo un coniuge, forse uno o due figli – che potrebbero anche vivere in una città diversa, in un Paese diverso – e li si vede forse una volta ogni pochi mesi e basta.

Dopo milioni di anni di evoluzione, improvvisamente, nel giro di 200 anni, la famiglia e la comunità intima si rompono, crollano. La maggior parte dei ruoli ricoperti per migliaia e decine di migliaia di anni dalla famiglia e dalla comunità intima, ora viene trasferita molto rapidamente a nuove reti fornite dallo Stato e dal mercato.

Non avete bisogno di figli, potete avere un fondo pensione. Non avete bisogno di qualcuno che si prenda cura di voi. Non avete bisogno di vicini, sorelle o fratelli che si prendano cura di voi quando siete malati; lo Stato si prende cura di voi, gli Stati vi forniscono polizia, istruzione, aiuto in tutto, in termini di idee, in termini di religioni.

Il luogo più interessante oggi nel mondo in termini religiosi è la Silicon Valley. Non è il Medio Oriente. È qui che le nuove religioni vengono create da persone come Ray Kurtzweil e sono queste le religioni che conquisteranno il mondo”.

https://youtu.be/5qOHwplbt7E

Articolo di Alexandra Bruce

Fonte originale: https://forbiddenknowledgetv.net/yuval-noah-harari-what-to-do-with-all-of-these-useless-people/

Traduzione: Maria Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

Fonte: https://www.thelivingspirits.net/yuval-harari-che-facciamo-di-tutta-questa-gente-inutile-silicon-valley-e-il-luogo-della-nuova-religione/

L'EQUILIBRIO ACIDO-BASICO
Consigli e programmi efficaci per deacidificarsi
di Hermann Straubinger

L'Equilibrio Acido-Basico

Consigli e programmi efficaci per deacidificarsi

di Hermann Straubinger

"L'Equilibrio Acido-Basico" di Herman Straubinger è un libro per trovare la risposta – e la soluzione – a molti malesseri ricorrenti e diffusi, come, ad esempio:

  • stanchezza
  • mancanza di concentrazione
  • mal di testa
  • allergie

Sia nel caso di questi disturbi che di vere e proprie patologie come, ad esempio, diabete, gastrite, colite, reumatismi, infarti, ictus, tumori ecc. ci potrebbe essere uno squilibrio tra le componenti acide e quelle basiche del tuo corpo.

L'equilibrio acido-basico è essen­ziale per il corretto funzionamento di molti processi bio­logici e biochimici (respirazione, circolazione, digestione, escrezione, azione delle difese immunitarie ecc.), e un pro­lungato ed eccessivo livello di acidi nell'organismo può danneggiare tessuti, organi, ghiandole e funzioni.

Conser­vare l'equilibrio acido-basico è quindi fondamentale per la tua salute ed Hermann Straubinger ti spiega come farlo, proponendoti una terapia olistica che considera anche gli effetti dell'alimentazione e svelandoti la ricetta vincente contro l'iperacidificazione: meno stress, più esercizi fisici e di rilassamento mirato, e, soprattutto, una dieta bilanciata.

Carni rosse, cibo da fast-food, bevande gassate, cereali raffinati e zuccheri fanno ormai parte della nostra dieta quotidiana, ma quanto la loro prolungata e abbondante assunzione possa danneggiare la nostra salute è qualcosa di ampiamente sottovalutato.

Questo libro è una guida semplice e preziosa che ti offre un percorso completo di detox, con informazioni sul funzionamento del rapporto acido-basico, ricette per la deacidificazione del corpo e consigli per ritrovare e mantenere una piena salute.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *