Una Vergognosa pagina della “Colonia Italia” contro Assange

di Agata Iacono

Vergognosa pagina della politica italiana contro Assange, il giornalista australiano mai processato, in attesa di sentenza di estradizione negli Usa.

Torturato, psichicamente e fisicamente allo stremo, dentro le carceri britanniche, per aver osato rendere disponibili a tutti documenti già pubblici. Per aver osato lottare per la verità.

La Camera dei Deputati ha bocciato la mozione a firma Alternativa su Julian Assange. I voti favorevoli sono stati 22, 225 i contrari e 137 gli astenuti. La mozione chiedeva al Governo di “intraprendere, anche in aderenza alle convenzioni internazionali e specificatamente alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ogni utile iniziativa di competenza finalizzata a garantire la protezione e l’incolumità di Julian Assange da parte delle autorità britanniche e a scongiurarne l’estradizione“.

Hanno votato contro tutti i partiti, il PD insieme a Fratelli d’Italia, il Movimento 5 Stelle, che aveva fatto del caso Assange una bandiera, si è astenuto. Dante collocò gli ignavi lontani anche dai dannati, perché neppure i dannati, che comunque hanno scelto, li avrebbero voluti.

Evidentemente i casi di Patrik Zaki o di Regeni sono più facilmente gestibili mediaticamente, sempre con estrema ipocrisia, senza turbare equilibri internazionali. E il blogger truffatore neonazista Navalny è da difendere e premiare.

La conclusione migliore di questa triste pagina della “colonia Italia” la offre la giornalista Stefania Maurizi su Twitter:

Articolo di Agata Iacono

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-una_vergognosa_pagina_di_colonia_italia_contro_assange/39130_44199/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *