“Non Dimenticheremo, non Perdoneremo”

di Claudio Martinotti Doria
La società italiana è divisa tra quanti hanno capito e quanti non hanno capito o voluto capire i fenomeni sociali manipolativi in corso.
Su questi argomenti intervenni un paio di mesi fa con un articolo specifico, di primo approccio e come tale non sufficientemente ponderato ed esauriente, per cui lo rielaboro riveduto e integrato.
Essendo presente in rete dal ’96, con una decina di migliaia di contatti accumulati in questo lungo periodo, e monitorando quotidianamente parecchie decine di siti e canali on line, possiedo una posizione privilegiata per cogliere se ci sono particolari comportamenti e fenomeni sociali in corso.
A tal proposito sta circolando e consolidando in rete, in alcuni canali dell’informazione indipendente e libera, una specie di meme/aforisma/motto che sintetizza e catalizza l’atteggiamento di parecchie decine di migliaia di persone che sono state vittime della discriminazione distopica e dispotica verificatisi durante la psicopandemia: “NON DIMENTICHEREMO, NON PERDONEREMO”…

Vai all’articolo

Una Società Marcia abitata da Dormienti

È un mondo alla rovescia, in cui non c’è nemmeno bisogno di una realtà virtuale per nascondere la verità.
Sono tutti cosi convinti che fuori piove, che chiunque dica che in realtà c’è il sole viene criticato, punito, isolato.
L’evidenza non esiste più, la gente non crede più ai suoi occhi, ma solo a quelli della propaganda.
La bolletta è colpa della guerra, il virus è incurabile, Draghi ci ha salvato, la sanità italiana è la migliore del mondo.
L’opposto di ognuna di queste frasi è la verità…

Vai all’articolo

Hollywood ci manipola davvero il cervello?

Hollywood e il potere di manipolazione

La domanda è retorica e la risposta ovviamente è… Sì! Ma spesso i metodi non risultano del tutto chiari, così come le modalità operative di questa manipolazione e la sua effettiva efficacia.
Il massiccio livello di manipolazione che stiamo subendo oggi, attraverso tutte le forme di comunicazione sociale in cui ci troviamo immersi; dal giornalismo alla TV, dalla comunicazione scientifica a quella medica, a quella dedicata al mondo del lavoro o di ogni altra attività è merito sopratutto di un uomo: quell’Edward Bernays che scrisse le prime regole dell’indottrinamento umano nei lontani anni venti, dimostrando con azioni concrete ed eclatanti…

Vai all’articolo

Casa Bianca e CIA dietro il business delle guerre

Il commercio delle armi illegali gestito da Washington e dalla CIA

di Martin Berger
Come è stato più volte sottolineato anche da analisti americani, politici e giornalisti statunitensi stanno lavorando “mano nella mano” per tenere nascosti i loro crimini ed orrori ai loro concittadini.
Non è quindi un lavoro facile quello di trovare una qualche conferma per quanto riguarda tali orrori imposti da Washington in tutto il mondo, in nome del bene più grande per gli americani. Le elite politiche USA hanno imparato, dall’esperienza di aver trasmesso gli eventi della guerra del Vietnam, che essi devono tenere assolutamente occultati tutti i fatti spiacevoli agli occhi del pubblico americano. Da quel momento in poi, la trasmissione di nefandezze ed “orrori” delle guerre (provocate dagli USA), è severamente proibita negli Stati Uniti, quindi i media non hanno alcuna possibilità di rendere pubblica la vera natura dei sanguinosi massacri commessi da militari americani durante le varie guerre. Anche le immagini dei corpi dei soldati americani caduti e riportati a casa dalle guerre all’estero, sono rigorosamente vietate nello spazio dei media pubblici…

Vai all’articolo

Il crollo dei Media Mainstream

Giornalista Mainstream

 di P. Schneider
E’ in corso già da qualche tempo una diffusa presa di coscienza nei confronti dell’informazione, ed i media main-stream appaiono sempre più palesemente per ciò che sono: squallide macchine di propaganda controllate da governi, banche e multinazionali.
Sempre più spesso le persone preferiscono informarsi attraverso voci alternative, e di conseguenza l’influenza dei ‘vecchi’ media va sgretolandosi a vista d’occhio. Di seguito vado ad elencare alcuni eloquenti sintomi positivi di questo collasso…

Vai all’articolo