La verità sull’Overshoot Day: chi sono i responsabili del tracollo del pianeta

L’Overshoot Day, la data simbolica dell’anno in cui la domanda di risorse dell’umanità oltrepassa, in quantità, quelle che la Terra può spontaneamente rigenerare, dice che l’umanità è “a debito”. Per il 2018, il calendario ha segnato il primo di agosto. L’anno scorso, invece, era stato il 2.
L’iniziativa, lanciata nel 2006 dal Global Footprint Network, un’organizzazione internazionale no-profit di ricerca ambientale, calcola il numero di giorni dell’anno in cui la biocapacità (cioè la capacità di rigenerare le risorse naturali) del Pianeta è sufficiente a sostenere la nostra impronta ecologica, ossia la domanda di quelle stesse risorse, e attraverso una media dei risultati di tutti i Paesi riporta il “break even”, il punto cioè, come si usa dire in economia aziendale, in cui le risorse sono in pareggio…

Vai all’articolo

HAI MAI DATO UN'OCCHIATA ALLA NOSTRA SEZIONE DEI LIBRI SUPER-SCONTATI?

Vuoi una ricarica energetica veloce e gratuita? Metti i piedi per terra!

Benefici del camminare a piedi nudi

di Giuliana Sannazzaro
Ti senti spesso stanco/a, spossato/a e dolorante? Sei soggetto/a a dolori ed infiammazioni croniche? Attenzione, potrebbe dipendere da una carenza di elettroni dovuta allo scarso contatto dei piedi per terra.
Generalmente, infatti, tendiamo ad essere centrati nella parte superiore del corpo, soprattutto nella testa, e a poggiare i piedi per terra in maniera automatica e meccanica. Le nostre scarpe, con le suole sintetiche, non permettono più lo scambio elettronico con il suolo. I pavimenti, l’asfalto, le case sopraelevate, i marciapiedi e tutto quanto si frappone al contatto diretto con il “corpo” del nostro pianeta, ci impediscono un corretto scarico e carico a livello elettrico: in pratica viviamo continuamente disconnessi!…

Vai all’articolo

SCOPRI I BENEFICI DERIVANTI DALL'ASCOLTO DI MUSICHE RILASSANTI TERAPEUTICHE

La “Teoria di Gaia”

La “Teoria di Gaia”, concepita dal chimico inglese James Ephraim Lovelock, ipotizza che il pianeta Terra non sia solo una palla di roccia fluttuante, ma un organismo pulsante di vita dotato di un proprio metabolismo.
Non è un concetto complicato, anzi è semplicissimo. Soltanto bisogna dimenticarsi per un momento di se stessi e dotarsi di parecchia empatia. Empatia per immedesimarsi in questa creaturina qui…

Vai all’articolo