Germania come Australia: una quindicina di Persone recluse nei Centri di Quarantena Covid

Più di una dozzina di persone sono state forzatamente collocate in strutture di isolamento governativo in Germania e centinaia di persone sono detenute nei campi covid australiani.
I paesi occidentali continuano ad incrementare l’uso di centri di quarantena forzata nel nome del presunto COVID- 19. Una recente inchiesta del quotidiano tedesco Welt am Sonntag ha rilevato che almeno 15 persone sono state portate in strutture di quarantena nelle 10 città più grandi della Germania dall’inizio dell’anno.
I 15 individui, che presumibilmente hanno violato i requisiti di isolamento per COVID-19, comprendono 11 persone a Monaco di Baviera, due a Stoccarda, e uno ciascuno a Düsseldorf e Francoforte, lo riferisce il Welt am Sonntag. Il numero totale di casi è probabilmente più alto, poiché le autorità di Berlino e Lipsia non hanno fornito dati al giornale.
Alcune delle strutture di quarantena si trovavano all’interno delle carceri…

Vai all’articolo

L’Olocausto non è iniziato con i Campi di sterminio. È iniziato con Propaganda, Allarmismo, Capri espiatori e Segregazione

Le similitudini e i parallelismi dell’attuale accanimento politico e sociale contro i non vaccinati con la persecuzione degli ebrei al tempo del nazismo sono impressionanti e non possono essere negati o lasciare indifferenti.
A dirlo sono a volte gli stessi ebrei, come Maurice de Hond a sostegno del recente intervento pubblico di Thierry Baudet, leader del partito populista olandese Forum-for-Democracy (FFD), che ha paragonato le politiche discriminatorie del governo olandese nei confronti dei non vaccinati a quelle degli ebrei durante la seconda guerra mondiale, con tanto di documentazione tecnica di confronto. Ovviamente ha suscitato le solite reazioni di lesa maestà dell’establishment politically correct, ipocrita e ambiguo che reagisce compostamente come per noblesse oblige.
Che si indignino pure ma le cose stanno esattamente così, come potrebbe confermare qualsiasi storico dotato ancora di dignità e autonomia critica. Del resto della popolazione che di storia è solitamente di un’ignoranza spaventosa, non possiamo certo attenderci che lo capiscano, ma forse lo capiranno quando sarà troppo tardi anche per loro…

Vai all’articolo