Se la Pandemia non bastasse, arriveranno gli Alieni!

di Frederick Edward

Un bel raccontino istruttivo che fa riflettere… soprattutto chi ancora non lo ha fatto!

Da qualche parte, nel profondo del loro covo, i controllori di Worldgov stanno tramando.

Gli abbiamo detto che sarebbero morti a causa del cambiamento climatico, ma non ci credono. Abbiamo predetto mille volte la fine del mondo, abbiamo anche creato Greta Thunberg in vitro. Non ha funzionato.”

Poi siamo arrivati ​​al Covid. La madre di tutte le piaghe. Tranne che ‘sti zozzoni si fanno troppe domande: Perché ho bisogno di questo vaccino? Perché siamo ancora chiusi?

L’oratore, conosciuto con vari nomi – il Maestro, il Controllore, il Leader – guarda con disprezzo da un lato.

“Il fratello Hancock non ha aiutato la causa con la sua recente caduta nella licenziosità. Lascia che sia una lezione per tutti noi.”

Hancock arrossirebbe a questo punto se potesse. Ma non può. Come membro di Worldgov, non ha coscienza. Entrando a far parte di questa organizzazione d’élite, è stata rimossa come da regolamento e sostituita con la Worldgov Emotion Control Unit, un modulo che libera chi ne è dotato da ogni senso di vergogna e decoro. La diffusione tra i politici di tutto il mondo si sta avvicinando al 100%.

No. Abbiamo bisogno di un altro schema. Uno infallibile. Abbiamo bisogno di qualcosa che non puoi vedere e che non puoi confutare. Abbastanza terrificante da convincere il pubblico a consegnare i suoi ultimi patetici bocconi di libertà – per sempre.

Nell’aula ci si gratta la testa.

Libri e varie...

“Leader”, dice una voce dall’oscurità, “che ne dici di un’invasione di zombi?”

“Ah. . . è davvero una buona idea. Potrebbe entrare in conflitto, tuttavia, con il nostro programma di raggiungere una completa zombificazione mentale attraverso l’inarrestabile indottrinamento e diseducazione dei media. Questo si sta già rivelando fruttuoso. Non interferiamo con il nostro buon lavoro.”

Durante un momento di pausa, un agente di livello gamma con visiera protettiva mette un grande vassoio di ostriche sul tavolo. Tra i politici scoppia un mormorio sommesso. Da quanto tempo esso – poiché i pronomi di genere non sono usati qui – è nella stanza? Ha sentito troppo? Non importa: una visita all’eradicatore di memoria la risolverà.”

Mentre le ostriche scivolano giù, “Mm-master”, balbetta Hancock, “Ho il piano perfetto”.

“Sarà meglio che sia buono.” Il tono freddo della voce del Maestro riflette la sottigliezza del ghiaccio su cui si sta avventurando Hancock.

“Alieni!”

“Alieni?” interroga il Maestro con una nota crescente di incredulità.

“Sì, alieni.” La bocca di Hancock si piega in un’allarmante approssimazione di un sorriso. “Vedi, maestro, possiamo attribuire qualsiasi cosa agli alieni. La loro tecnologia è oltre la portata delle menti umane, possono viaggiare a velocità che sfidano la fisica, hanno grandi teste verdi. Possiamo dire che potrebbero distruggere la terra con la semplice pressione di un pulsante, se usano anche i pulsanti, cioè. Sono la più grande minaccia per la sicurezza: tutto può essere giustificato nella lotta contro di loro.

Il Maestro inizia ad annuire. “Sì . . . è superbo. Eccellente! Ma le masse non avranno bisogno di qualche prova? Quando è stato rilasciato il Covid, il compagno Xi ci mostrava gente in Cina che cadeva al suolo come sacchi di patate. Tutto quello che dovevamo fare era aggiungere alcuni video di bare da qualche parte in Italia.”

Falsa Invasione Aliena - Il Progetto Bluebeam

“Ho pensato a questo”, risponde Hancock, “e alcuni filmati sgranati di puntini bianchi che si muovono su uno sfondo grigiastro dovrebbero essere sufficienti per convincere le menti semplici delle masse. Chiunque faccia domande lo chiameremo semplicemente un teorico della cospirazione. Potremmo anche aggiungere che gli alieni stanno fuggendo dalla loro patria a causa di un catastrofico cambiamento climatico.”

“Hancock, sei un genio. I tuoi peccati sono perdonati”, gongola il Leader. “Pianifichiamo di conseguenza. Ci ritroveremo domani. L’incontro è chiuso.”

I delegati di Worldgov partono per i loro alloggi di lusso, ognuno dotato di una vasca idromassaggio che offre champagne alla spina. Controllare il mondo è un compito difficile e coloro che ne sono gravati hanno bisogno di lusso.

Quando la porta si chiude dietro di lui, Hancock alza lo sguardo al soffitto per assicurarsi che nessuna telecamera CCTV si intrometta nella sua privacy. Con un rapido movimento, strappa via l’esopelle che gli conferisce la forma umana, e che subito si raggrinzisce ed evapora. Brilla di verde alla luce soffusa del bagno di marmo.

“Alieni. . . ah!” ridacchia piano. “Chi mai sarebbe così sciocco da crederci?”

Articolo di Frederick Edward

Fonte originale: https://www.conservativewoman.co.uk/alien-part-7-the-hancock-is-risen/

Consigliato e tradotto da Papaconscio (Titolo originale: Alien Part 7: The Hancock is risen)

Fonte: https://comedonchisciotte.org/se-la-pandemia-non-bastasse-arriveranno-gli-alieni/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.