L’Unica Soluzione è vivere con più Anima

di Gabriele Sannino

Secondo molti medium, contattisti, sciamani e spiritualisti, noi siamo esseri spirituali che compiono diverse esperienze nella materia, in quella cioè che viene definita la terza dimensione.

Programmiamo questa vita, la svolgiamo per un po’, si spera al meglio… e poi torniamo a casa, in una dimensione che è molto più sottile di questa. Siamo insomma delle anime in missione, dei soldati che indossano una mimetica per sopravvivere, sia fisicamente che emotivamente, in un mondo fatto di positività ma anche di tanta negatività, purtroppo.

Il nostro compito qui sulla Terra, quello di tutte le anime, è semplicemente l’evoluzione: ciò significa, paradossalmente, riconoscerci per ciò che già siamo in fondo, e cioè esseri dediti all’amore, anime pure e perfette, aspetti che dobbiamo per forza di cose dimenticare quando siamo da quest’altra parte, pena la non riuscita dell’esperienza.

Riconoscere se stessi, porta tutto l’amore che siamo in questa dimensione, cosa che rende la vita terrena un vero e proprio paradiso, proprio come dovrebbe essere. Purtroppo la materia e le sue distrazioni – il denaro che ci schiavizza e che è creato dal nulla, il potere effimero e sempre temporaneo, l’attaccamento a un corpo che è comunque destinato a invecchiare, nonché un ego ipertrofico che ci fa vedere solo noi stessi e paradossalmente perderci – ci ostacolano in questo gioco evolutivo.

Libri e varie...

La mente, insomma, continua a mentire e distrarre, è il suo lavoro, e la sfida sta tutta qui, dato che altrimenti non ci sarebbe alcuna crescita senza esperienza. Il mondo che vediamo quindi è davvero il nostro specchio: esso riflette esattamente la nostra consapevolezza, il nostro grado di maturità e coscienza. Se il mondo oggi è corrotto, sporco, individualista, egoista, volgare, è perché la società nel suo complesso lo è, e quando cambieremo esso cambierà allo stesso modo.

Si dirà che al mondo esistono tante brave persone – alcune molto coscienziose ed evolute – e infatti esistono moltissime realtà: purtroppo, però, siamo ancora inglobati in un sistema marcio e abbastanza primitivo, e ciò perché buona parte dell’umanità – diciamocela tutta – è ancora abbastanza “bambina”.

I mistici lo affermano da sempre: “cambia te stesso e cambierai il mondo”, se non altro sarai un esempio per i tuoi simili. L’unico modo di trasformare questa vita quindi, così come quella degli altri, è vivere ogni giorno con più anima: bisogna iniziare a vivere la quotidianità con il cuore anziché con la testa, dato che quest’ultima è solo una calcolatrice di paure immersa in questa matrix.

Oggi l’umanità, per illudersi di vivere meglio, fa l’esatto opposto, ovvero soppianta il cuore e vive solo con la testa: così facendo però si condanna all’infelicità. Vivere nella mente, infatti, significa vivere freddamente e in modo distaccato tutta la nostra vita e la realtà che ci circonda, cosa che ci allontana proprio da ciò che siamo all’origine.

Consacrare la vita all’anima, dunque, significa accettarsi e non rifiutarsi più, significa connettersi alla nostra vera fonte, all’ordine divino al quale apparteniamo, ma purtroppo alcuni di noi non vogliono crederci, e si ostinano a credere solo a quello che vedono, come se la nostra vista – che è già limitata, per esempio, rispetto a quella di un gatto – potesse permetterci di vedere e capire tutto.

Esistono molte realtà oltre a quella che si vede: le dimensioni dell’Universo, del resto, sono tantissime. La felicità e la saggezza, in sostanza, provengono dall’anima, non dal cervello: vivere con maggiore anima, dunque, significa sforzarsi ogni giorno di far scemare la propria negatività, dato che quello che stiamo facendo – le esperienze che stiamo compiendo – sono solo una piccola parte di noi, che in fondo sta recitando un copione proprio per imparare a crescere.

Vivere con anima significa anche essere gioiosi nel profondo e non prendersi mai sul serio, perché in questa missione, in questa vita, niente è per sempre, neanche la vita stessa. Ma non solo, significa porsi degli obiettivi, diventare più decisi, saper dire anche di no ed essere riconoscenti per quello che si ha a prescindere; significa prendersi cura di sé e di chi ci sta intorno, dato che siamo tutti un’unica energia che prende forme diverse in questo livello dimensionale.

Un bellissimo proverbio Cherokee recita: “Alla nascita hai pianto e il mondo ha gioito. Vivi la tua vita in modo che quando morirai il mondo pianga e tu possa gioire”.

Articolo di Gabriele Sannino

Fonte: https://gabrielesannino.it/2018/03/26/lunica-soluzione-e-vivere-con-piu-anima/

Libri e varie...
EBOOK - FOGLI SPARSI
Appunti per un percorso di consapevolezza
di Francesco Lamendola

eBook - Fogli Sparsi

Appunti per un percorso di consapevolezza

di Francesco Lamendola

Più ci si sforza di comprendere, più ci si accorge che tutti gli aspetti della realtà - economici, sociali, politici, tecnici, culturali, spirituali - sono strettamente correlati; e che il problema fondamentale dell'uomo d'oggi è la mancanza di una visione unficatrice della vita, nonché di una chiara e veritiera idea di se stesso, del suo posto nel mondo, del suo ultimo destino.

Più ci si sforza di comprendere, sgombrando la mente da pregiudizi, semplificazioni di comodo, forme compulsive di attaccamento alle cose e al proprio ego, più ci si rende conto che premessa indispensabile per vedere con chiarezza è il recupero di una radicale onestà interiore, di una capacità di scegliersi, riconoscersi, perdonarsi senza troppa indulgenza e riscuotersi senza ipocriti moralismi.

Sia il desiderio di agire su cose e situazioni, modificando la realtà, sia quello di scoprire, apprendere e tesaurizzare nuove conoscenze, possono trasformarsi in valori solo a patto di individuare un progetto di espansione e purificazione della coscienza, senza il quale si cade nella sopravvalutazione tanto dell'agire, quanto del contemplare.
In altre parole, è più che mai attuale il vecchio motto dell'oracolo di Delfi: "Conosci te stesso".

L'azione e la cultura, per quanto bene intenzionate, non hanno alcun potere di modificare positivamente la realtà, se non vengono messe al servizio di una rivoluzione interiore che, attraverso un atto di fondamentale umiltà e lealtà verso se stessi, sia anche un segno di suprema gratitudine alla vita e di amorosa apertura alla dimensione dell'Essere, dal quale proveniamo e al quale aspiriamo, con tutta l'anima, a fare ritorno.

Indice

Ripristinare la virilità e la femminilità   
Recuperare il giusto concetto di aristocrazia   
Relativismo e perdita di certezza: il "male oscuro" del pensiero moderno   
Per una ricostruzione del pensiero post-moderno   
Per una ricostruzione dell'estetica contemporanea   
Desacralizzare il potere o desacralizzare il mondo?   
Dobbiamo difenderci dalla bruttezza e dalla stupidità   
L'ecologia della mente come presupposto dell'equilibrio   
Dobbiamo reimparare a indignarci davanti ai seminatori di scandali   
Liberarci dall'aspettativa, figlia malata dell'idea di progresso   
Rimanere fedeli al passato per conservare la fedeltà all'essere   
È la perdita dell'ingenuità la malattia mortale del mondo moderno   
Tutto progredisce, anche il male: è la metastasi dello sviluppo   
Esiste un progetto consapevole per strappare l'anima del mondo   
Alla società secolarizzata sfuggono gli indizi della presenza diabolica   
Satana è un essere personale determinato a provocare la rovina dell'uomo?   
Il trionfo del rinoceronte, ovvero l'anti-Socrate trionfante
Sincronicità, multiverso e significato della persona   
Il paradosso della coscienza: uno o molti?   
Dal desiderio alla nostalgia, alla speranza. Le tappe del ritorno all'essere   
Di chi è la mia vita?   
Il divorzio tra mos maiorum e humanitas è all'origine della nostra crisi attuale   
Per poter rispondere alla chiamata bisogna sapersi perdonare   
Il passato può essere cambiato o è radicalmente immodificabile?   
Possiamo contare solo su noi stessi nel cammino verso l'ultra-uomo?   
Bellezza, bontà e verità dell'amicizia spirituale nel pensiero di Aelredo di Rievaulx   
È il tradimento dell'amicizia, il peccato che non sarà perdonato   
È possibile, fra uomo e donna, una vera amicizia fra pari?   
L'amore passionale, un'invenzione della modernità?   
È la donna, oggi, l'anello debole della catena   
Donne sole, con dignità   
"Come stai?"   
Cara amica, ti scrivo…   
La donna, schiava della moda fino a lasciarsi mettere l'anello al naso?   
Ti ho vista, quasi brutta, nella nebbia di una sera d'inverno
Ritrovare le ragioni dell'armonia familiare   
Le tredicenni o il fascino proibito dell'ultima frontiera   
Definire se stessi in opposizione all'altro: l'eterna tentazione che parte da Aristotele   
Sulla natura del riso   
Alcune riflessioni sulla natura dell'odio   
L'uomo e la bontà   
L'uomo e la malvagità   
Amare la vita è il segreto per reagire alla stanchezza fisica, mentale e spirituale   
Dobbiamo difenderci dai "vampiri psichici" con le armi della positività della Grazia   
La mente non solo può creare, ma anche ri-creare la realtà in cui viviamo   
L'ultimo nemico ad essere sconfitto sarà la morte   
Anche dalla cima di un albero si può amare senza riserve il mondo intero   
La grande minaccia a una vita piena e consapevole è la sfiducia negli uomini e nelle idee   
In un mondo dominato da problemi tecnici l'esigenza ontologica si affievolisce e muore   
Hara, il centro vitale dell'uomo, dallo Zen alla concezione di Karlfried Graf Durckeim   
L'amore è un dono irrevocabile che, una volta offerto, non potrà mai più essere ripreso   
Un nuovo sistema di trasporto

Informazioni aggiuntive

Dimensione: 432 Pagine Formato A4

Download File: Documento PDF (1.79Mb)

N.B. : Riceverai una mail per lo scarico dell'ebook, una volta verificato il pagamento con carta di credito o circuito paypal. Non è possibile acquistare gli ebook pagando in contrassegno.

...

Un commento

  1. Viviana Vannucci

    molto bello e condivido in pieno! Ho sempre pensato tutto questo è qui trovo riscontro a tante mie supposizioni.
    Complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *