I nuovi raccapriccianti sistemi di “riconoscimento facciale” di Amazon

I nuovi  sistemi di riconoscimento facciale Amazon, spieranno il vicinato dalla porta di entrata di casa.

A prima vista il nuovo brevetto di Amazon, è un sistema integrato di sicurezza “intelligente”. Ma non fatevi ingannare, questo sistema per il riconoscimento facciale casalingo, fa molto più che fermare potenziali ladri.

Secondo una nuova relazione, la domanda di brevetto, resa disponibile a fine novembre, avrebbe accoppiato tecnologie di riconoscimento facciale come “Rekognition”, il prodotto che Amazon sta aggressivamente commercializzando per le forze dell’ordine, con Ring, una società di telecamere per citofoni, che Amazon ha acquisito nel 2018.

La CNN scrive: “L’applicazione di Amazon porta a quartieri più sicuri e più connessi, oltre a proprietari e forze dell’ordine più informati su quello che sta succedendo”. Sì, questo è un modo per dirlo. Eccone un altro: “Amazon sogna un futuro pericoloso, con la sua tecnologia al centro di una massiccia rete di sorveglianza decentralizzata, che esegue riconoscimenti facciali in tempo reale su membri del pubblico, utilizzando telecamere installate nei citofoni delle persone”. (Jacob Snow, ACLU) Wow. Ti senti al sicuro?

Questa tecnologia non serve veramente a proteggere la tua casa o il tuo quartiere

Registrerà tutti quelli che camminano e raccoglierà immagini composte e registrazioni che possono essere archiviate nel cloud e accessibili alle forze dell’ordine, per aiutare a sorvegliare e catturare i sospetti.

Uno dei problemi principali – oltre alle ovvie violazioni della privacy e la distruzione del 4° emendamento (negli Stati Uniti) – è che il riconoscimento facciale è stato finora poco preciso. Ciò significa che se un database determina che sei un sospetto perché hai una somiglianza sorprendente, allora la polizia potrebbe presentarsi a casa tua senza una vera ragione.

Snow scrive: “Mentre i dettagli sono approssimativi, l’applicazione descrive un sistema che la polizia può utilizzare per abbinare i volti delle persone che camminano, con una banca dati fotografica di persone che ritengono ‘sospette’. Allo stesso modo, i proprietari di case possono anche aggiungere foto di ‘sospetti’ nel sistema e il programma di riconoscimento facciale controllerà chiunque passi vicino a casa. In entrambi i casi, se si verifica una corrispondenza, il volto della persona può essere automaticamente inviato alle forze dell’ordine e la polizia potrebbe arrivare in pochi minuti“.

Sarà molto facile essere inseriti in una “lista” con questa tecnologia

La CNN riporta: “L’applicazione descrive la creazione di un database di persone sospette. I visitatori indesiderati sarranno aggiunti all’elenco, quando un proprietario di casa li etichetta come non autorizzati. Altre persone potrebbero essere aggiunte al database perché si tratta di criminali condannati o di stupratori registrati. I residenti possono anche avvisare i vicini della presenza di una persona sospetta. Tuttavia, alcune persone, come i corrieri postali, potrebbero essere inseriti in una lista di persone autorizzate. I loghi dei servizi postali potrebbero essere utilizzati per identificarli”.

Mettere persone in una “lista nera”? Aspetta un secondo, non sembra stranamente simile al sistema di credito sociale cinese? “Il brevetto descrive il sistema di sorveglianza del vicinato come un servizio opt-in”, aggiunge la CNN. Tuttavia, non sarà possibile limitare il livello di sorveglianza. Come potrò escludere il mio vicino (e Amazon e il governo) che memorizzano tutto su di me nel Cloud? Cosa succederà se il mio vicino odia che i rami del mio albero sforino leggermente nella sua proprietà? Mi metterà sulla lista nera delle persone sospette?

Ricordi quando Amazon vendeva solo libri?

“Come ex giurista di brevetti, ho passato molto tempo a leggere i brevetti. È raro che le domande di brevetto presentino, in dettagli così terrificanti, il mondo che un’azienda vuole realizzare”, scrive Jacob Snow in un recente rapporto ACLU sulla nuovissima tecnologia invasiva dell’azienda che solo 10 anni fa vendeva solo libri.

La giustizia è cieca o pregiudiziale?

“Questi sistemi minacciano di aumentare la presenza delle forze dell’ordine nella vita delle persone, rovinando le famiglie e aumentando la probabilità di violenze da parte della polizia”, afferma Snow. Aggiunge, “questa tecnologia mette in pericolo attivisti e manifestanti nell’esercizio dei loro diritti”.

I test dell’ACLU hanno dimostrato che il riconoscimento facciale non identifica correttamente le persone e questo lascia la porta spalancata per consentire all’intelligenza artificiale di fare giustizia da sola. Ciò significa che persone innocenti potrebbero riempire il sistema carcerario privatizzato.

L’ACLU nota che il riconoscimento facciale è ancora meno accurato per le persone di colore e che questa tecnologia apre la strada a molestie e azioni illecite, nei confronti di coloro che erano stati precedentemente incarcerati. Ma anche per gli attivisti.

Non è tutto, gente!

Snow avverte che il brevetto rende dolorosamente chiaro che questa tecnologia di sorveglianza non sarà limitata ai campanelli o alle case. Qualsiasi dispositivo audio o visivo complementare – “Amazon Echo” – può essere impostato per la scansione biometrica.

Amazon si aspetta di indirizzare una miriade di altri dati biometrici come:

  • Le impronte digitali
  • Analisi della texture della pelle
  • Analisi di DNA
  • Geometria della mano
  • Riconoscimento dell’iride
  • Riconoscimento di odori/profumi

Inoltre, la tecnologia di sorveglianza potrebbe includere anche il riconoscimento basato su caratteristiche comportamentali, come:

  • ritmo di battitura
  • andatura
  • riconoscimento vocale

Immagina un dispositivo domestico che possa fare tutto questo!

Ci conosciamo come Amazon ci conosce?

Per Snow, “Questo conferma che Amazon vuole abilitare il tracciamento di tutti, ovunque e sempre. E sembra apparentemente felice di consegnare questi dati al governo”. “Un sacco di persone trovano normale e accettabile l’idea di essere guardate di continuo, come le persone che si mettono in fila per essere scansionate all’aeroporto per risparmiare due secondi del loro tempo. A me, essere osservato al microscopio dal governo, fa incazzare di brutto e temere per la mia sicurezza. Ma, ehi, sono solo io…”.

Fonte originale: https://www.zerohedge.com/news/2018-12-21/amazons-creepy-facial-recognition-doorbell-will-surveil-entire-neighborhood-peoples

Fonte: https://neovitruvian.wordpress.com/2018/12/23/i-nuovi-e-raccapriccianti-sistemi-di-riconoscimento-facciale-amazon-spieranno-il-vicinato-dalla-porta-di-entrata-di-casa/

Libri e varie...
DITTATURA FINANZIARIA
Il piano segreto delle elite per la conquista del potere
di Francesco Maria Toscano

Dittatura Finanziaria

Il piano segreto delle elite per la conquista del potere

di Francesco Maria Toscano

Questo libro intende offrire uno sguardo smaliziato sulla contemporaneità in grado di demistificare il racconto prevalente, che tende a ridurre la "crisi" a mero fatto ecomicistico quasi indipendente dalla volontà degli uomini.

A tal fine il lettore verrà "investito" da una serie di approfondimenti che spazieranno dalla macroeconomia alla geopolitica, dalla sociologia alla antropologia, senza trascurare di fare cenno ad alcuni riferimenti "esoterici" in genere indigesti all'establishment presuntivamente illuminista che detiene il potere in tempi di globalizzazione decadente.

Il libro tenta di riconoscere in controluce una linea di continuità che lega sotterraneamente l'epopea nazista classica a quella tecnocratica odierna, mettendo in evidenza il ruolo esercitato ieri come oggi da alcune "dottrine segrete" che influenzano l'agire di dinastie di industriali e finanzieri inerzialmente coordinati dentro una cabina di regia globale.

Il primo capitolo individua gli elementi costitutivi del fenomeno studiato; il secondo analizza in particolare il caso della Grecia, nazione usata come "cavia da laboratorio" per gli esperimenti dei moderni alchimisti; il terzo spiega i pericoli che l'Europa è chiamata affrontare nel prossimo futuro, mentre il quarto indaga le cointeressenze che esistono fra i promotori del "terrorismo economico" in occidente e i registi del "terrorismo politico" in Medio Oriente.

Il libro si chiude con un quinto capitolo che, dopo avere completato la diagnosi, si sforza di offrire possibili rimedi.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *