Gli affidi illeciti di minori con affari miliardari erano già noti da anni: ecco la denuncia avvenuta nel 2013 su canale 5!

Sì… un video testimonia che un giudice, Francesco Morcavallo, già nel 2013 denunciava su canale 5 l’affidamento illecito di minori con sottrazione immotivata ai legittimi genitori.

Il magistrato esponeva chiaramente i drammatici percorsi che iniziano con la sottrazione alle famiglie e finiscono con quello che lui definisce l’ “internamento” (spesso per anni) negli istituti e nelle comunità governati dai servizi sociali.

Nel corso di una trasmissione di canale 5, il giudice Francesco Morcavallo denunciò “la facilità con cui troppo spesso i servizi sociali, su richiesta dei Tribunali dei Minori, strappano i figli ai propri genitori per mandarli in case famiglie” (cit. Il Giornale), ma inusitatamente le sue clamorose denunce pubbliche non ebbero seguito: si sono dovuti aspettare i fatti di  Bibbiano, prima che si muovesse qualcosa, ma – data la gravita dei fatti – le reazioni politiche e penali sono ancora insufficienti. Infatti non si tratta di singoli reati ma di un sistema, con implicazioni e convivenze enormi.

Quell’intervista fu ‘isolata’: incontrò un ‘muro’ tale che il giudice  Francesco Morcavallo in data 6 maggio 2013 decise di dimettersi  ed abbandonare la magistratura.

I fatti descritti sono talmente eclatanti, che la giornalista di canale 5 fa ripetere le accuse del giudice Francesco Morcavallo più volte, perché è incredula ed imbarazzata:

https://www.facebook.com/giorgiameloni.paginaufficiale/videos/339534536956820/?t=0

L’on. Giorgia Meloni – che è stata la prima che ha rilanciato la video intervista – sul suo profilo facebook dice: “Nel 2013 il Giudice  dott. Francesco Morcavallo, magistrato presso il Tribunale dei Minori di Bologna, già denunciava pubblicamente il sistema degli affidi in TV, definendolo un vero e proprio ‘mercato’ e specificando come la maggior parte dei bambini fossero tolti alle famiglie senza alcun motivo reale. A distanza di 6 anni, con lo scandalo di Bibbiano, sappiamo che il sistema è rimasto lo stesso. Ecco perché chiedo che venga monitorato ogni singolo caso dei 50mila bambini tolti alle famiglie in Italia!”.

Recentemente l’inchiesta “Angeli e Demoni” basata sulle indagini dei carabinieri e della Pm Valentina Salvi, hanno portato alla luce lo scandalo dei bambini strappati ai genitori per essere dati in affido, con la manipolazione della testimonianze e la falsificazione delle prove.

La denuncia che ha portato il magistrato Francesco Morcavallo alle dimissioni, è cosa gravissima. Ma neanche le sue dimissioni e le sue ripetute denunce, sono valse ad approfondire quella vicenda ed a farla cessare. La profonda corruzione di parte della magistratura e delle istituzioni che gestiscono personalisticamente ed ideologicamente il bene di tutti, è continuata nel tempo: quelle denunce e probabilmente quel sistema continua ancora.   

Perciò, bisogna tenere acceso il dibattito prima che venga sotterrato del tutto nell’oblio. Tutti abbiamo visto come i media hanno chiuso questo grave scandalo immediatamente, mentre tengono accesi i riflettori su non provati ‘finanziamenti russi’ alla Lega, trattandoli come fossero certi. È evidente che ci troviamo davanti a potentati che agiscono all’insaputa dei cittadini, manipolando l’informazione e gestendo sapientemente tutto ciò che occorre per agire indisturbati.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.vietatoparlare.it/gli-affidamenti-dei-minori-come-affari-miliardari-era-noti-ecco-la-denuncia-avvenuta-nel-2013-su-canale-5/

IL DISALLINEATO
Tutto quello che accade dietro i riflettori della politica: dagli spin doctor agli ingranaggi del sistema
di Claudio Messora, Enrica Perucchietti

Il Disallineato

Tutto quello che accade dietro i riflettori della politica: dagli spin doctor agli ingranaggi del sistema

di Claudio Messora, Enrica Perucchietti

È possibile che tutto quello che sappiamo sia falso? Come funziona la catena dell'informazione? Quali sono le nostre fonti, e le fonti delle nostre fonti? Il giornalismo è ancora il cane da guardia del potere o piuttosto è il cane da guardia che lo protegge? Che rapporto hanno i "comunicatori" con le redazioni di giornali e TV? E gli spin doctor: chi sono e cosa fanno?

Ogni partito, movimento o carica pubblica di rilievo se ne serve, con il compito di filtrare e di modellare la comunicazione per conseguire un preciso obiettivo. E, soprattutto, di controllare l’informazione, costruendo una cornice di interpretazione che viene immediatamente adottata da giornali e televisioni compiacenti trasformandosi in una vera e propria gabbia mentale. È il vero effetto gregge: abbandonare il cosiddetto “frame” diventa impossibile, se non a prezzo dello stigma e della gogna.

Claudio Messora, per anni il numero 3 dopo Grillo e Casaleggio del Movimento 5 Stelle all'apice del consenso, non è mai entrato in alcun gregge. Per questo non ha paura di raccontarci quello che ha imparato frequentando il mondo della politica e della comunicazione ai massimi vertici, dal Parlamento italiano a quello europeo. E niente ci sembrerà più come prima.

Estratto dal libro

Ho deciso di raccontarvi quello che ho imparato negli anni, osservando come si muovono dietro le quinte i guru dell'informazione, spesso più importanti dei politici stessi. Ho lavorato al loro fianco e appreso le loro tecniche senza tuttavia mai utilizzarle perché credo in una dimensione diversa dell'impegno per il bene comune, e, quando ho deciso di allontanarmi da quel mondo, ho iniziato a disinnescarle e a rimandarle indietro al mittente. Perché quel mondo funziona solo se nessuno rende pubblici i suoi segreti.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *