L’Esercito americano avrebbe fatto irruzione nella sede della Società di software Scytl, sequestrandone i Server

di Davide Donateo

“Scytl”, società di software europea, che fornisce sistemi di voto elettronico, è stata perquisita e i loro server sequestrati, poiché ritenuta responsabile del cambio di voti a favore di Biden.

Il rappresentante Louie Gohmert ha dichiarato a Chris Salcedo su Newsmax che gli uomini sul campo in Germania hanno riferito che “Scytl”, che ha ospitato i dati delle elezioni in modo improprio attraverso la Spagna, è stata perquisita da una grande forza dell’esercito americano e i loro server sono stati sequestrati a Francoforte.

Andrea Widburg di American Thinker in precedenza aveva riferito che Scytl è un’azienda con sede a Barcellona che fornisce sistemi di voto elettronico in tutto il mondo, molti dei quali si sono dimostrati vulnerabili alla manipolazione elettronica. Scytl ha (o ha avuto)  legami con Soros e il partito Democratico. Vulcan Capital è il braccio di investimento multimiliardario del co-fondatore di Microsoft, Paul Allen e ha investito 40 milioni di dollari in Scytl. Abbiamo anche appreso dalla nostra fonte che Bill Gates possiede azioni in Scytl.

Ecco cosa ha detto oggi il rappresentante Louie Gohmert (R-TX) su questo presunto raid:

Abbiamo sentito di più dalla nostra fonte su questo raid in Germania:non appena il Governo degli Stati Uniti ha stabilito che questo server Dominion era coinvolto nel cambio di voti, la comunità dell’intelligence ha iniziato una ricerca del server e ha scoperto che esso si trovava in Germania. Per avere accesso a quel server e averlo disponibile per l’uso in modo legale, hanno dovuto far lavorare il Dipartimento di Stato in tandem con il Dipartimento di Giustizia. Hanno dovuto richiedere che il governo della Germania cooperasse per consentire il sequestro di questo server.

I documenti appropriati necessari per influenzare quel tipo di sequestro sono stati messi in atto, firmati e sembra che ci fosse anche il supporto militare degli Stati Uniti in questa operazione. L’esercito americano non era in testa. Ma questo aiuta a spiegare perché Esper è stato licenziato e Miller e Kash Patel sono stati messi in atto, in modo che i militari non interferissero in alcun modo con l’operazione.

Entrando in possesso del server, ora avranno la prova diretta di quando è stato ordinato di smettere di contare. Scopriranno anche chi ha dato la direzione per interrompere il conteggio e chi ha avviato l’algoritmo che ha iniziato a cambiare i voti. La CIA è stata completamente esclusa da questa operazione“.

L’avvocato di Trump Lin Wood ha appena preso in considerazione questo rapporto.

Articolo di Davide Donateo

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.databaseitalia.it/conferme-dagli-usa-lesercito-americano-avrebbe-fatto-irruzione-nella-sede-della-societa-europea-di-software-scytl-sequestrando-i-server/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *