Doni con le ali

di Maria G. Di Rienzo

Quelli che vedete nell’immagine sottostante sotto sono solo alcuni dei doni che Gabi Mann, una bimba di 8 anni di Seattle (Usa), riceve da un paio d’anni dai suoi amici corvi.

I doni dei corvi

I doni dei corvi


Ne ha scatole e scatole… e ogni oggetto ha un’etichetta con la data e una descrizione sommaria
: un pezzo di lampadina, un frammento di vetro giallo levigato dall’acqua, una pallina d’argento, un bottone nero, una graffetta blu, un pezzo di Lego. Per lei questi regali valgono più dell’oro, perhé sono i regali dei suoi amici corvi.

Doni con le ali - Gabi Mann

Gabi Mann

Gabi ha cominciato ad attirare la loro attenzione quando non aveva più di quattro anni ed era incline a lasciar cadere pezzetti di quel mangiava (che i corvi recuperavano subito). Mentre cresceva, cominciò a condividere con loro la merenda, quando andava a prendere l’autobus per recarsi all’asilo e poi a scuola. Il suo fratellino minore prese ad imitarla e mamma Lisa a mettere nei cestini un po’ di cibo in più: “Mi piace che amino gli animali e che siano disposti a condividere quel che hanno. Non avevo mai prestato attenzione ai corvi, sino a che mia figlia non si è interessata a loro. E’ stata una sorta di trasformazione”.

Nel 2013, Gabi e sua madre hanno preso ad offrire cibo ai corvi giornalmente nel giardino sul retro della loro casa: lo hanno attrezzato con una vaschetta d’acqua fresca per il bagno dei volatili e piattaforme per le arachidi; in più, Gabi getta manciate di croccantini per cani sull’erba del prato. Mentre madre e figlia lavorano, i corvi aspettano sui fili delle linee telefoniche, salutandole rumorosamente.

Poco tempo dopo l’adozione di questa routine, sono cominciati ad arrivare i doni. I corvi li lasciano al posto delle arachidi che spazzano via: cose luminose e abbastanza piccole per essere portate nel becco, cose che dicono “grazie”. Gabi ne è assolutamente consapevole: Una volta hanno lasciato un pezzo di metallo con su incisa la parola ‘migliore’. Non so se hanno ancora l’altra parte, quella con su scritto amica”… e ride, deliziata all’idea di un corvo con addosso una collanina che combaci con la sua. Ma il regalo che le è più caro è un cuoricino color perla: “Mostra quanto mi vogliono bene”.

Doni con le ali- Ospite a cena

Ospite a cena

La mamma di Gabi adesso fotografa regolarmente i corvi e gli altri uccelli del vicinato. Qualche settimana fa ha perso il cappuccio di una lente fotografica mentre riprendeva un’aquila. Non ha dovuto fare lo sforzo di mettersi a cercarlo. Come mostra il filmato della telecamera in giardino, un corvo gentile l’ha recuperato, l’ha sciacquato più volte nella vaschetta dell’acqua e gliel’ha posato sul bordo della stessa.

Non so voi, ma io ogni tanto ho bisogno di storie come questa. Mi fanno respirare come se l’aria fosse nuova di zecca, allegra e piena di promesse.

Articolo di Maria G. Di Rienzo

N.B.: Le immagini sono particolari di fotografie di Lisa Mann (Gabi e il corvo) e di Katy Sewall (i doni). Quest’ultima ha scritto anche un ampio articolo sulla vicenda per BBC News Magazine.

Fonte: https://lunanuvola.wordpress.com/2015/02/28/doni-con-le-ali/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *