Cosa nasconde l’Antartide sotto i suoi ghiacci?

di BreakNotizie

Il continente ghiacciato sarebbe custode di numerosi segreti sconosciuti ai più e sono molte le ipotesi affascinanti sulla sua vera natura.

antartide-sotto-i-suoi-ghiacci

Secondo un’affascinante ipotesi, l’Antartide un tempo era una terra senza ghiacci abitata da una civiltà sconosciuta, talmente avanzata da aver eseguito una mappatura molto precisa dell’intero globo, grazie a dei dispositivi di navigazione intelligenti. Tenendo in considerazione una possibile correlazione con alieni e UFO, questa ipotesi potrebbe spiegare molti dei misteri che circondano l’Antartide, continente ghiacciato che per secoli ha affascinato numerosi personaggi storici, fra cui anche Adolf Hitler.

Alla scoperta di un arsenale invincibile

Il Fuhrer e i suoi fedeli, infatti, erano convinti che l’Antartide, con i suoi ghiacciai estesi per 930 mila chilometri quadri, fosse stato abitato da una civiltà di origine atlantidea e che nascondesse delle armi devastanti, capaci di estinguere la vita sulla Terra. Per questo motivo, nel 1938, nel corso di una campagna militare, Hitler mandò al Polo Sud una spedizione con una nave da ricerca.

Resti di un’antica civiltà?

Nel 2012, una foto satellitare dell’Antartide ha ritratto una strana costruzione di forma ovale, che ha sollevato non pochi dubbi ed ipotesi fra gli esperti. Non si è ancora riusciti a scoprire con certezza se si tratti di una formazione naturale o piuttosto di una costruzione artificiale. La forma insolita della struttura farebbe propendere più per la seconda ipotesi.

Questa è solo una delle tante “stranezze” rinvenute sulla superficie del continente ghiacciato. Nel novembre del 2002, nei pressi del Lago Vostok, sarebbero stati scoperti, ad esempio, quelli che sembrano i resti di un’antica città abbandonata. L’annuncio del ritrovamento sarebbe stato diramato da una troupe televisiva della California, che dopo avere effettuato le riprese sarebbe scomparsa in circostanze misteriose.

antartide-sotto-i-suoi-ghiacciSecondo alcune fonti della Marina americana, tempo dopo sarebbe stato trovato il video registrato dall’équipe, abbandonato in una discarica a 160 chilometri dalla stazione antartica di Vostok. In seguito al ritrovamento, un portavoce del governo americano dichiarò che la messa in onda del video sarebbe stata bloccata. Il filmato in questione rivelerebbe che “un imponente scavo di 3 chilometri quadrati è in corso al di sotto dei ghiacci”. Dopo aver visionato i contenuti del nastro, due ufficiali della Marina avrebbero riferito ai ricercatori della National Science Foundation, di aver visto delle rovine spettacolari e altri elementi che non sono riusciti a identificare.

Le porte d’ingresso all’antico Eden

Un altro mistero che riguarda l’Antartide e che si può osservare anche attraverso le immagini satellitari di Google Earth, riguarda due aperture inspiegabili che emergono dai ghiacci, nelle pareti rocciose, nella zona orientale del continente, in prossimità della base italo francese “Concordia”. Si trovano a distanza di diversi chilometri l’una dall’altra, eppure fanno pensare a degli ingressi con dei cunicoli che potrebbero addentrarsi nel sottosuolo. Le due aperture sono di forma semicircolare e le loro dimensioni stimate sono di circa 90 metri di larghezza e 30 di altezza.

antartide-sotto-i-suoi-ghiacciSull’argomento sono state avanzate numerose ipotesi: dalle bocche secondarie di un vulcano attualmente inattivo, ad un tunnel scavato da qualche civiltà sconosciuta. Non si esclude che possa trattarsi di una parte delle installazioni realizzate dal terzo Reich durante la famosa missione in Antartide, o addirittura delle strutture costruite da un misterioso popolo costituito da umani e sauroidi.

Secondo le società iniziatiche medievali e la Chiesa, infatti, l’Antartide era la terra dell’antico Eden. Un luogo meraviglioso in cui l’umanità conviveva con creature sauroidi, che alcuni chiamano “rettiliani”, da cui ricevette il dono della conoscenza. (Il serpente della Genesi vi dice qualcosa?)

Asteroide o base aliena?

antartide-sotto-i-suoi-ghiacciMa non finisce qui perché, a detta della rivista “Don’t Panic”, nel 2006, dei ricercatori, coadiuvati da dei satelliti, avrebbero scoperto un enorme oggetto dal diametro di oltre 600 km. Si tratterebbe presumibilmente dei resti di un asteroide, situato sotto i ghiacci nella Terra di Wilkes. Potrebbe essere lo stesso che eliminò la maggioranza della fauna sulla Terra nel Cretaceo, fra cui anche i dinosauri,65,95 milioni di anni fa. A conferma di tale ipotesi, gli scienziati avrebbero rinvenuto sull’enorme cratere degli antichi batteri, che non esistono in altre parti del mondo.

Per gli ufologi questo oggetto sarebbe in realtà un sito per lo sbarco degli ufo. In profondità si troverebbe una sorta di corpo cosmico, una colonia di extraterrestri, impossibile da raggiungere per via delle temperature proibitive, sino a -80°C, e per gli ingenti costi che una simile missione comporterebbe. Sul posto si sarebbe già recato il segretario di stato USA, John Kerry. Questo particolare ha fatto ipotizzare a molti che gli Stati Uniti comunichino e si consultino con gli alieni già da tempo.

antartide-sotto-i-suoi-ghiacciAl momento, però, nessuna di queste teorie è stata dimostrata con delle prove empiriche. Occorre pertanto attendere gli sviluppi futuri per scoprire qualcosa di più riguardo questo affascinante quanto misterioso continente.

Articolo del Team di BreakNotizie

Fonte: http://www.breaknotizie.com/antartide-sotto-i-suoi-ghiacci/

Libri e varie...
L'ENIGMA DEI GHIACCI
di Maurizio Maggi

L'Enigma dei Ghiacci

di Maurizio Maggi

Il bianco tutto intorno è accecante, può far perdere l'orientamento, perfino causare allucinazioni. Il centro del plateau antartico è sferzato da venti che disegnano rughe millenarie aspre come canyon. Ed è proprio lì, a due giorni di cammino da Base Vostok, che una turbolenza violentissima e inattesa sorprende Amanda Martin. È la tempesta perfetta, e ad Amanda non restano che due sole ore di vita. Ma qual è la sua vera missione? Davvero è solo un'impresa sportiva estrema, o c'è invece qualcosa da cui sta fuggendo? 

Il segreto che Amanda si porta dentro è legato al lago sotterraneo Vostok, un ambiente primordiale coperto da uno strato di ghiaccio di quasi quattromila metri di spessore, ricco di gas naturali e, forse, di forme di vita sconosciute. Lì i radar di profondità hanno captato qualcosa di anomalo: un enorme cilindro dalla natura misteriosa.

Dopo anni di trivellazione, i russi sono ormai al "Contatto" con il lago, ma i loro piani collidono con quelli della potente e ambiziosa multinazionale MOST. A tutela dei propri interessi, la MOST invia un uomo a Base Vostok: Gabriel, mercenario esperto e spietata macchina per uccidere. Dietro la maschera di angelo vendicatore e un passato nell'FBI e nei corpi d'élite, Gabriel nasconde segreti che nemmeno i suoi capi conoscono, ma il suo obiettivo è chiaro: uccidere Amanda Martin. 

Un'avventura mozzafiato nelle terre più estreme, con protagonisti indimenticabili che si muovono in un mondo in preda a sconvolgimenti sociali, economici e climatici, alla ricerca della salvezza non soltanto per sé, ma per l'intera umanità.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*