Cina, il Partito Comunista legalizza la Persecuzione dei Cristiani

Da aprile, in Cina, il Partito Comunista può interferire legalmente negli affari religiosi. Una situazione che chiaramente preoccupa particolarmente i cristiani.

Il provvedimento è stato emanato il 26 gennaio 2019 ed è entrato in vigore lo scorso aprile. D’ora in poi tutti i luoghi di culto devono istituire un “Comitato di gestione democratica”.

I comitati saranno formati da membri del clero, rappresentanti di cittadini religiosi e altri membri interessati. Tra questi, secondo Bitter Winter, ci sono funzionari che si occuperanno del controllo dei luoghi di culto e delle scelte finanziarie e del personale.

Un pastore della provincia di Henan ha spiegato che così la persecuzione diventa legale. “ll Partito Comunista – ha detto un pastore della provincia di Henan – sta portando avanti una persecuzione silente e pericolosa”.

“Il provvedimento prevede che – ha affermato il pastore della provincia meridionale del Guangdong – le istituzioni civili e quelle religiose prendano in maniera congiunta le decisioni riguardanti la gestione dei luoghi di culto”.

Dei fedeli hanno più volte denunciato le violenze subite dai funzionari. Ma tutte le loro denunce sono state ignorate. Un cristiano ha definito queste scelte “dittatoriali”. Un altro ha sottolineato che disobbedire al regime, significherebbe chiudere la chiesa.

Fonte originale: https://www.infochretienne.com/

Fonte: https://vocecontrocorrente.it/cina-il-partito-comunista-legalizza-la-persecuzione-dei-cristiani/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *