Tra “Defender Europe” e firma del Mes, la Verità viene a galla…

di Diego Fusaro

La drammatica emergenza del Coronavirus ha, se non altro, fatto emergere con forza alcuni elementi, che forse, in condizioni normali, non sarebbero affiorati. O, per lo meno, non sarebbero affiorati tanto chiaramente.

Risultato immagini per verità ricerca

Intanto, la precarietà della nostra condizione “normale”: è bastato un virus a rovesciare il nostro modo usuale di abitare il mondo. Dal vitalismo di fine settimana si è passati, dall’oggi al domani, alla legge marziale. O, se preferite, dal mantra “#abbracciauncinese” all’isolamento sociale coatto.

“Defender Europe” e firma del Mes

È, poi, emersa chiaramente, se ancora ve ne fosse stato bisogno, la reale natura degli Usa e della Ue. I primi, nel bel mezzo della pandemia, hanno inviato 30 mila militari in Europa (operazione “Europe Defender 2020”), militarizzandola in vista della “difesa”, in realtà del possibile “attacco” imperialistico alla Russia. Ciò risolleva la questione circa la reale natura dello stesso Coronavirus come arma biologica prodotta in vitro.

Libri e varie...

Per quel che riguarda la Ue, anche in questo caso non ha tardato a manifestarsi la sua ripugnante essenza di mostro liberista creato ad hoc per distruggere i popoli e le classi lavoratrici, naturalmente in nome del sacro dogma del libero mercato concorrenziale. Mentre l’Italia affonda, la Ue non solo non le lancia un salvagente: le lancia, letteralmente, un’incudine. Quale? La firma del Mes, prevista per metà marzo.

Il Mes significa, né più né meno, la morte dell’Italia, che verrà dissanguata in nome della legge del debito usato a mo’ di metodo di governo. Altro che Europa dei popoli e delle culture! È – ancora qualcuno nutriva dubbi in merito? – l’Europa del capitale e del padronato no border, dei tecnocrati senza intelligenza e del sistema bancario post-nazionale.

Senza Sovranità monetaria soccomberemo

Risultato immagini per Sovranità monetaria

La verità, sotto gli occhi di quanti abbiano ancora onestà e coraggio per guardarla in faccia, è che senza sovranità monetaria l’Italia non ce la farà. E affonderà, grazie anche alla suddetta incudine. Se la Cina – onore a lei – ce la sta facendo, ciò dipende dal fatto che essa è sovrana anche sul piano monetario: e può creare moneta, salvando la produzione ed evitando, letteralmente, che i suoi cittadini muoiano di fame. In Italia, dove la sovranità monetaria è stata annullata grazie alla Ue, ciò non è possibile: è, di fatto, come se usassimo una moneta straniera, chiedendola in prestito. Sicché non possiamo crearla. Con una esiziale conseguenza, facilmente prevedibile: le imprese chiuderanno e i cittadini, costretti a stare in casa, non avranno letteralmente il danaro per fare la spesa e mantenersi in vita. È giunto il momento: sacrificare l’Italia per la Ue o la Ue per l’Italia? Qui si parrà la nobilitate dell’Italia.

Articolo di Diego Fusaro

Fonte: https://www.ilprimatonazionale.it/cultura/coronavirus-defender-europe-firma-mes-verita-149307/

Libri e varie...
MASSONI
Società a Responsabilità illimitata. La Scoperta delle Ur-Lodges
di Gioele Magaldi, Laura Maragnani

Massoni

Società a Responsabilità illimitata. La Scoperta delle Ur-Lodges

di Gioele Magaldi, Laura Maragnani

Da JFK a papa Giovanni, da Margareth Thatcher a Deng Xiao Ping, da Barack Obama a Vladimir Putin, ecco come le segretissime ur-lodges massoniche si contendono il governo del mondo.

Sedetevi e fate un bel respiro: qui trovate storia, nomi e obiettivi dei massoni al potere in Italia e nel mondo, raccontati da autorevolissimi insider del network massonico internazionale, che per la prima volta aprono gli archivi riservati delle proprie superlogge (Ur-Lodges). Le liste che leggerete sono sconvolgenti. Lo sapevate che Angela Merkel e Vladimir Putin sono stati iniziati alla stessa Ur-Lodge, la Golden Eurasia? E che l'Isis è manipolato da superfratelli assolutamente indifferenti all'Islam?

Da Barack Obama a Xi Jimping, da Mario Draghi a Giorgio Napolitano, da Christine Lagarde a Pier Carlo Padoan, passando per Gandhi, Reagan, Mandela, Agnelli, Clinton e Blair, ecco i grembiulini che hanno segnato la storia del Novecento e dei primi anni Duemila.

Tra le Ur-Lodges neoaristocratiche, che vogliono restaurare il potere degli oligarchi, e quelle progressiste, fedeli al motto Liberté Égalité Fraternité, è in corso una guerra feroce. L'ultimo atto è già iniziato, come rivela Magaldi per la prima volta, con la rottura della "pax massonica" stilata nel 1981: il patto "United Freemasons for Globalization".

Una rilettura esplosiva del Novecento nei suoi momenti più drammatici – la guerra fredda, gli omicidi dei fratelli Kennedy e di M.L. King, gli attentati a Reagan e a Wojtyla – arrivando fino al massacro dell'11 settembre 2001 e all'avanzata dell'Isis in questi giorni. Il primo volume di una trilogia che offre un'inedita radiografia del potere.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *