Salute e digiuno intermittente

shutterstock_238348891.jpgSappiamo tutti che mangiare troppo non fa bene alla salute, ma è sempre più evidente che anche mangiare una quantità normale potrebbe aumentare  il rischio di sviluppare vari problemi di salute. Ma questa idea è sulla base di studi che coinvolgono organismi più semplici, anche se recentemente  è stato dimostrato che la riduzione di calorie porta a un calo di malattie associate all’età e aumenta la durata della vita delle scimmie.Ora, gli scienziati hanno finalmente una certa evidenza che effetti simili si verificano negli esseri umani, il backup è quello che lo stesso team ha osservato nei roditori. Durante un piccolo studio, i ricercatori hanno scoperto che a seguito di una dieta progettata per imitare gli effetti del digiuno per soli cinque giorni al mese riduce i fattori di rischio per una serie di problemi di salute, tra cui malattie cardiovascolari e il cancro. Inoltre, tutti questi vantaggi sono stati ottenuti senza grandi effetti collaterali apparenti.

A prima vista, sembra un concetto strano che tagliando l’assunzione di calorie ci dovrebbero essere effetti positivi sulla salute. Ma le restrizioni alimentari sono note per indurre cambiamenti nella cellula e metabolismo che influenzano cose come infiammazione e danni cellulari provocati dai reattivi, molecole contenenti ossigeno nel corpo, entrambi i quali sono associati con una varietà di malattie, come il cancro e la demenza.

A sostegno di questo, il digiuno intermittente – una forma estrema di restrizione dietetica – è stato dimostrato può aiutare i topi doga per il cancro, le malattie cardiache e la progressiva degenerazione delle cellule cerebrali. Inoltre, è stato anche dimostrato che può avere effetti benefici sull’uomo, quali la riduzione della pressione arteriosa. Ma il digiuno è difficile da seguire per l’uomo, e può anche essere pericoloso. Quindi, al fine di esaminare ulteriormente i suoi effetti, i ricercatori della University of Southern California invece si avvicinano con una dieta che imita il digiuno, suscitando gli stessi effetti sul corpo.

In primo luogo hanno testato la dieta sui topi in cicli bimestrali di soli quattro giorni  durante la mezza età, hanno trovato un impressionante elenco di effetti positivi. Ha promosso la rigenerazione di diversi organi e sistemi, riduzione del grasso, ha ridotto l’incidenza di cancro, ringiovanito il sistema immunitario e li ha aiutati a sopravvivere  per diversi mesi, che è molto per questi animali di breve durata.

Inoltre, la dieta ha promosso la crescita delle cellule cerebrali nella regione responsabile dell’apprendimento e della memoria, un effetto integrato da un miglioramento osservato nel test cognitivi. E questi effetti non erano semplicemente a causa di una riduzione complessiva di calorie consumate in quanto gli animali di controllo e gli animali a digiuno sono stati forniti con lo stesso numero totale di calorie ogni mese.

Prendendo questo come un ulteriore passo avanti, i ricercatori hanno arruolato un piccolo gruppo di 19 partecipanti umani per sottoporli  alla dieta. L’apporto calorico giornaliero è stato ridotto  tra il 34 e il 54% della normale quantità, ovvero circa 725-1090 calorie, che è stata seguita per cinque giorni consecutivi al mese. Dopo la parentesi di digiuno, mangiavano normalmente.

Come descritto nella rivista Cell Metabolism con appena tre cicli di questa  dieta i partecipanti hanno riordinato i loro girovita, abbassato il glucosio nel sangue e ridotto i livelli di molecole associate al diabete, malattie cardiovascolari e cancro.

Questi risultati sono sufficientemente incoraggianti  per i ricercatori per iniziare a pensare all’approvazione della FDA per i regimi simili, ma avvertono che le persone non dovrebbero provare a digiunare da soli in quanto non è adatto a tutti. Inoltre, se il digiuno non è eseguito correttamente, potrebbe essere pericoloso per la salute.

Justine Alford

Fonte:http://www.iflscience.com/health-and-medicine/intermittent-fasting-could-be-beneficial-health

Libri sull'argomento
Video Download - Le Cinque Leggi Biologiche del Dott. Hamer di Claudio Trupiano
Aura di Goran Tasic
Anatomia della Guarigione di Erica Francesca Poli
 di Richard Flook
160 Oli Essenziali che Fanno Bene di Thierry Folliard
L'Olio di Cocco di Laura Holzapfel, Cynthia Holzapfel
UN ALTRO MONDO
Il film che cambierà la vostra visione del mondo. Con Masaru Emoto, Gregg Braden, Vittorio Marchi, Igor Sibaldi, Massimo Citro... e altri
di Thomas Torelli

Un Altro Mondo

Il film che cambierà la vostra visione del mondo. Con Masaru Emoto, Gregg Braden, Vittorio Marchi, Igor Sibaldi, Massimo Citro... e altri

di Thomas Torelli

E' un'inchiesta sull'Universo e sulle relazioni tra i suoi elementi, e aiuta a riscoprire quella forza necessaria ad una vita orientata alla serenità che, sebbene insita nell'uomo, appare sempre più oscurata dalle moderne concezioni su tempo e spazio. 

Un Altro Mondo è un film documentario che, attraverso interviste a scienziati, ricercatori, medici, filosofi, nativi americani e sacerdoti Maya (Masaru Emoto, Gregg Braden, Vittorio Marchi, Igor Sibaldi, Massimo Citro, Emilio del Giudice, Enzo Braschi, Giorgio Cerquetti, Massimo Corbucci, Rainbow Eagle, Antonio Giacchetti, Nitamo Montecucco, Subcoyote Alberto Ruz Buenfil, Don Luis Nah, Westin Luke Penuma) racconta la nostra vera forza e chi siamo realmente, sfidando la visione moderna del mondo e riscoprendo i sistemi di valori delle società antiche, come quella dei nativi americani.

Nel film si fa spazio l'idea di un'unità che lega insieme ogni cosa, dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande. Non ci sono dubbi che il discorso portato avanti risulti giustamente essenziale quanto straordinario: gli interventi di Vittorio Marchi, nello specifico, sono orientati a sottolineare quanto le più recenti scoperte della fisica quantistica non facciano altro che riesumare conoscenze perdute. Da qui si discende verso la concezione del Grande spirito dei nativi americani ("tutto è animato"), all'augurio di vivere la propria vita oltre le macchine e di riacquistare la capacità di sentire l'armonia del qui e ora.

Tra le varie, illuminanti affermazioni che compaiono a mo' di effigie sullo schermo ne citiamo una di Albert Einstein: "Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c'è altra via. Questa non è Filosofia, questa è Fisica".

Il film dimostra anche scientificamente come siamo tutti collegati, concetto meglio espresso nel saluto Maya "In Lak'ech", che significa "Io sono un altro te stesso" e dimostra anche quanto sia innaturale il senso di separazione che caratterizza gran parte del pensiero moderno.

L'uomo sempre di più sta prendendo coscienza del suo posto nell'universo e della sua capacità, sia come singolo che come collettività, di creare la propria realtà. Siamo convinti che questa presa di coscienza raccontata nel documentario aprirà le porte a un inedito modo di interpretare la realtà e stimolerà un nuovo spirito critico sul presente, generando un migliore e più luminoso domani per le generazioni presenti e future.

Il film è stato presentato al RIFF - Rome Independent Film Festival, al Phoenix Film Festival e numerosi altri festival, ottenendo ottimi riconoscimenti dalla critica e dal pubblico. Selezione Ufficiale al Ischia Film Festival, Ariano Film Festival e al Voices from the Waters International Traveling Film Festival (Bangalore India). 

Il film ha vinto il Clorofilla Film Festival di Legambiente come "Miglior Documentario del 2014". Recentemente ha vinto due premi alla BICC Ronda 2014 – Bienal Internacional del Cine Científico dell'Associazione Spagnola per il Cinema Scientifico - ASECIC, (Spagna): Premio del Pubblico "Diplomi ASECIC / BICC 2014" e il "Trofeo ASECIC Guillermo F. Zúñiga" alla miglior opera scientifica e tecnologica.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*