L’Assassinio di Trump sventato, Deep State in modalità Panico!

di Mike Baxter, traduzione: Nicola Zegrini

Martedì mattina, 26 gennaio, alle 3:00 circa, il proiettile di un cecchino ha colpito una finestra panoramica sulla parete est della camera da letto di Trump, nella sua tenuta di Mar-a-Lago. Il colpo avrebbe potuto uccidere Trump, se non avesse recentemente sostituito il vetro temperato con il vetro antiproiettile in grado di fermare qualsiasi cosa meno potente di un calibro 50.

Una fonte confidenziale all’interno della cerchia ristretta di Trump, ha detto a Real Raw News che Trump stava dormendo e che è stato svegliato dalla “crepa acuta” del vetro che ha colpito il proiettile. Il proiettile non è penetrato nel vetro, ma ha causato un motivo a ragnatela sul vetro.

L’azione, ha detto la nostra fonte, ha innescato un allarme silenzioso che ha immediatamente notificato il fatto al dipartimento di polizia di Palm Beach e al Trump’s Secret Service, che dorme in una camera per gli ospiti a dieci metri dall’edificio principale. Gli agenti hanno portato Trump al sicuro, scortandolo in una camera di sicurezza fortificata e hanno detto che si sarebbero coordinati con le autorità locali. Ma Trump ha chiesto di chiamare il dipartimento di polizia di Palm Beach e dire che era stato un falso allarme.

Trump era irremovibile nella sua richiesta che la polizia non venisse coinvolta”, ha detto la nostra fonte. “Ha detto ai suoi ragazzi che vuole tenerlo in famiglia. Nessuna applicazione della legge. Nessun supporto. È stato molto severo nel tenere i media all’oscuro dell’evento. Trump ha fatto una telefonata e nel giro di trenta minuti sono arrivati ​​nella tenuta alcuni tizi che non erano assolutamente i servizi segreti, ha detto la nostra fonte.

Con Trump al sicuro, gli uomini della sua sicurezza privata hanno attraversato la tenuta di 20 acri alla ricerca di segni di intrusione, mentre i servizi segreti hanno iniziato le proprie indagini per capire come è stato possibile che un aspirante assassino fosse a distanza di tiro da una delle residenze più sicure del mondo.

Alle 7:00 un esperto balistico forense di Quantico è arrivato a Mar-a-Lago e ha stabilito che i frammenti di proiettile provenivano da un proiettile Remington Magnum da 7 mm. Si è però trovato in mezzo a un dilemma inestricabile, ha detto la nostra fonte. Il colpo era stato sparato con un angolo verso il basso e, se avesse forato il vetro, sarebbe arrivato alla testa di Trump, ma un attacco alla finestra est poteva significare due cose: il cecchino aveva sparato il colpo dal terreno della tenuta, che non ha terreno elevato, o da qualche parte sopra le onde dell’Atlantico, un’impresa apparentemente impossibile.

“La camera da letto di Trump è di 7 metri sopra il livello del suolo. Oltre all’edificio principale, nessuna struttura sulla proprietà è più alta. L’esperto balistico ha pensato che il colpo poteva essere stato sparato solo da qualcuno a bordo di un elicottero sospeso a duecento metri o più al largo della costa. Se è vero, quel ragazzo deve essere stato il miglior tiratore del mondo. Da un elicottero e per giunta di notte, ha detto la nostra fonte.

Il concetto di cecchino da un elicottero sembrava così irrealistico che la RRL ha contattato il sergente del Corpo dei Marines, Hunter Bernius, un cecchino e istruttore del Corpo dei Marines e della Scuola di fanteria a Geiger, North Carolina. Ha quindi chiesto al sergente Bernius circa le probabilità di tirare fuori con successo un tiro da 200 – 400 metri da un elicottero sospeso con poca o nessuna luce naturale.

Egli ha risposto chesolo con un’adeguata formazione specifica per quel tipo di missione, ciò è possibile. Per sparare con precisione, il tiratore deve tenere conto delle vibrazioni dell’aereo e della velocità e direzione del vento, tutto il vento che sferza intorno a lui dalle pale che girano a 400 giri/min. Poi ci sono una dozzina di altre variabili. Richiede mesi e mesi di formazione da un istruttore qualificato e non c’è ancora alcuna garanzia. Il cecchino deve possedere un’abilità tutta sua“.

A mezzogiorno, i servizi segreti avevano intervistato tutte le persone presenti nella proprietà della tenuta, ma nessuno ha riferito di aver visto o sentito un elicottero.

Secondo la nostra fonte, il team di Trump sospettava che l’attacco fosse stato effettuato dal Deep State, per impedire a Trump di accumulare prove incriminanti che, se rilasciate, potrebbero affondare ogni democratico, da Joe Biden al membro più giovane del partito democratico.

Questa è una storia in evoluzione.

Articolo di Mike Baxter

Traduzione: Nicola Zegrini

Fonte: realnews.com

Fonte: https://ununiverso.blog/2021/02/02/lassassinio-di-trump-sventato-deep-state-in-modalita-panico/

VACCINI: VERITà, BUGIE E CONTROVERSIE
Alcune osservazioni sulla pandemia di coronavirus del 2019
di Peter C. Gotzsche

Vaccini: Verità, Bugie e Controversie

Alcune osservazioni sulla pandemia di coronavirus del 2019

di Peter C. Gotzsche

Questo libro è un aiuto a orientarsi nella sconcertante e spesso contraddittoria massa di informazioni sui vaccini. Le informazioni non sostituiscono i consulti medici, ma potrebbero darvi la possibilità di partecipare a discussioni significative e informate.

Alcuni vaccini sono così importanti che tutti dovremmo farli, mentre altri non dovrebbero essere utilizzati se non in circostanze particolari. Alcuni sono così controversi che molti medici, anche se ufficialmente raccomandati, non li somministrano nemmeno a se stessi, come per esempio i vaccini antinfluenzali.

Dobbiamo valutare attentamente ogni vaccino, uno per uno, valutando il rapporto tra rischi e benefici, proprio come facciamo per altri farmaci, e quindi farci un’opinione su quando pensiamo che il vaccino valga la pena di essere somministrato o raccomandato ad altre persone.

Le questioni chiave sono queste: qual è il rischio di infettarsi e qual è il rischio di subire gravi danni o di morire a causa dell’infezione? Qual è la possibilità di evitare un’infezione vaccinandosi e qual è invece il rischio di subire gravi danni o di morire a causa della vaccinazione?

Come per altre misure di prevenzione, può essere difficile fornire indicazioni basate su prove di efficacia sulle vaccinazioni e che siano universalmente applicabili, poiché la prevalenza della malattia è importante per il processo decisionale.

Tutti i farmaci hanno degli effetti collaterali, e se il rischio di contrarre un’infezione è molto basso, potrebbe non essere consigliabile correre il rischio di essere seriamente danneggiati da un vaccino anche se la percentuale di rischio è comunque molto ridotta. In altri casi, i benefici di un vaccino sono così evidenti comparati agli effetti collaterali che sono pochissime le persone che non dovrebbero essere vaccinate, ad esempio se soffrono di una grave immunodeficienza e viene utilizzato un vaccino vivo attenuato o se sono allergici ad alcuni dei suoi componenti.

Questi concetti sono molto semplici e non suscettibili di controversia, ma uno dei motivi per cui la questione dei vaccini confonde le persone è che è diventata un’arena dove combattono ideologie e interessi economici spesso non rivelati.

Con alcune osservazioni sulla pandemia di coronavirus del 2019.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *