La Quarta Dimensione

matrioska.jpgTutti noi, in un modo o nell’altro abbiamo sentito parlare della Quarta Dimensione. Ma che cos’è?

Tre dimensioni le conosciamo così come ce le hanno insegnate a scuola.

– il punto – senza dimensione
– la linea – 1 dimensione
– il piano – 2 dimensioni
– il solido – 3 dimensioni
Entrare in una nuova dimensione, significa muoversi in una nuova direzione. Un punto muovendosi nello spazio, in una direzione diversa da se stesso, uscendo da se stesso, lascia la traccia del suo movimento come una linea.

Una linea muovendosi nello spazio, in una direzione diversa da se stesso uscendo da se stessa, altrimenti si prolungherebbe solamente, lascia la traccia del suo movimento come un piano.

Un piano muovendosi nello spazio in una direzione diversa da se stesso, uscendo da se stesso, lascia la traccia del suo movimento come un solido.

Per conseguenza quando un solido muovendosi nello spazio in una direzione diversa da se stesso, quindi fuori da se stesso, lascia la traccia del suo movimento nella quarta dimensione. Per noi, esseri tridimensionali è difficile comprendere cosa sia la Quarta Dimensione, dovremmo uscire da noi stessi per comprendere questo concetto.

Ma proviamoci ancora, sempre con il ragionamento. Sappiamo che una linea è delimitata da punti, è la distanza fra due punti… che un piano è delimitato da linee, è la distanza fra linee… che un solido è delimitato da piani, è la distanza fra piani… Quindi la Quarta Dimensione è delimitata dai solidi ed è la distanza fra due solidi. Quindi è più che possibile che lo spazio a quattro dimensioni sia la distanza fra un certo numero di solidi, separati, ma allo stesso tempo collegati in un intero, ancora poco conosciuto… Questi solidi ci sembrano separati, ma in realtà sono collegati.

Proprio come una linea è costituita da più punti o un piano è costituito da più linee o un solido è costituito da più piani, così lo spazio quadri-dimensionale è costituito da più solidi interconnessi tra loro.

Un esempio calzante può essere quello dei rami di uno stesso albero… Ogni ramo è a sè stante e forse non sa di essere collegato a tutti gli altri… dal tronco… Così noi esseri viventi siamo tutti indipendenti, ma non sappiamo di essere tutti collegati da un qualcosa… Ora che cos’è questo campo uniforme, se non pura energia? Quell’energia che costituisce tutte le cose e si differenzia nelle diverse forme? Non siamo tutti creati dalla stessa matrice?Abbiamo visto le 3 dimensioni dello spazio. Ma quali sono le dimensioni del tempo?

  • Il momento presente (punto, senza dimensione). Abbiamo la percezione del punto, a-dimensionale… il momento presente, l’adesso, l’ora. Questo momento sempre sfuggente, che difficilmente riusciamo a percepire perchè subito diventa passato… Questo momento di transizione tra ciò che non è più e ciò che deve ancora essere.
  • Lo scorrere del tempo (linea, una dimensione). Diversi momenti presenti, uno in seguito all’altro costituiscono la linea del tempo, quella linea che contraddistingue, ad esempio la nostra vita, dal momento della nascita fino alla morte. Si chiama infatti proprio la linea del tempo. In PNL esistono tecniche di cambiamento che sfruttano proprio la Time-Line, il susseguirsi di eventi nel tempo. Il tempo quindi è un movimento continuo di momenti (statici), il tempo è movimento, la nostra percezione del movimento è determinata dal tempo. Ma dove si trovano il passato ed il futuro? Ma è vero che ci si può muovere nel passato e nel futuro? Questo io non lo so, ma ragionanando possiamo dire che esiste uno “spazio” in cui vi sono passato, presente e futuro (la Quarta Dimensione?). La Quarta Dimensione è quella in cui spazio e tempo coincidono?
  • Il piano temporale (piano, due dimensioni) o Quinta Dimensione o eternità. E se ogni momento è eterno, allora è come se ogni momento fosse costituito non da un punto ma da una linea perpendicolare alla linea del tempo. Tutte queste linee perpendicolari, vanno a costituire il Piano Temporale dell’Eternità.
  • Il tutto… (solido, tre dimensioni). Se supponiamo di prendere un piano costituito da infinite linee temporale una a fianco all’altra ed ognuna con la sua perpendicolare di momento eterno… abbiamo uno spazio tridimensionale costituito dal tutto… dall’Universo Assoluto?

spacetime.gifTutto cambia, tutto si muove… Il corpo tridimensionale è un corpo statico, una sezione del corpo quadrimensionale, che si muove nel tempo. Ora, sappiamo che la nostra vita nel complesso costituisce uno spazio quadrimensionale. Nella Quarta Dimensione tutto è movimento, un flusso continuo. Il nostro corpo cambia di continuo, ogni secondo, dalla nascita alla morte… Solo qualcosa, di impercettibile cambia, la nostra matrice… cambia il nostro aspetto, cambia la struttura muscolare, la pelle, i capelli, la postura, la mente e le emozioni… tutto cambia… Rimane immutabile solo l’essenza vitale, il doppio eterico, costituito da sostanze molecolare ad altissima vibrazione, che non riusciamo a percepire… dalla nascita alla morte, l’essenza vitale è immutabile, non invecchia, non è soggetta al mutare del corpo, delle emozioni e dei pensieri.

Ma torniamo alla nostra percezione delle dimensioni e dello Spazio-Tempo, che come abbiamo visto, non sono due cose differenti.
Tutto dipende dalla nostra percezione. Così l’uomo è al centro di questo universo, perchè è la nostra percezione, il nostro punto di vista umano che conta per noi.

“Come in Cielo così in Terra”… La Scienza Segreta ci dice che esiste un ordine, una gerarchia di cose fatte nella stessa immagine (Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza), ognuna formata da un’infinita ripetizione di cose più piccole. Una specie di enorme “matrioska”.
E così nella scala abbiamo la galassia, il sole, la terra, la natura, l’uomo, la cellula, le molecole e gli elettroni. Ognuno di questi elementi è un cosmo (un ordine) ed ognuno di questi possiede 6 dimensioni.
La dimensione non è altro che la nostra percezione… Siamo noi che possiamo percepire la terza, la quarta, la quinta o la sesta dimensione… a seconda del nostro livello di percezione.

Fonte: http://www.scienzasegreta.it/

Libri sull'argomento
Tesla - Lo Scienziato Contro di Edoardo Segato
L'universo Matematico di Max Tegmark
Psico Quantum di Alberto Lori
L'Insegnamento dell'Acqua di Masaru Emoto
La Natura Occulta dell'Uomo di Leonardo Sola
Il Corpo Mentale di Arthur Edward Powell
BIGLIETTO PER LA TERRA
La sinergia fra l'essere umano, Gaia e l'Universo
di Diego Giaimi

Biglietto Per la Terra

La sinergia fra l'essere umano, Gaia e l'Universo

di Diego Giaimi

Questo libro, che può essere letto anche singolarmente, corona la trilogia di saggi con cui l'autore Diego Giaimi racconta il grande viaggio dell'incarnazione delle anime.

Dopo essersi concentrato sull'avventura dell'anima nelle fasi prenatali e perinatali del bambino (con "L'Energia della Gravidanza") e averci aperto gli occhi sulla dimensione temporale non lineare in cui avvengono le incarnazioni (in "Vite Parallele"), con "Biglietto Per la Terra" fa fare un ultimo passo avanti per ampliare il paradigma percettivo.

Allargando la visione, ci accorgiamo così che la vita di cui facciamo esperienza è solo parte di un "io" più grande; possiamo interrogarci sui rapporti che possiamo intessere con questo Io Superiore e soprattutto osservare la sinergia e la cooperazione fra l'essere umano, Gaia e il resto dell'universo.

Una percezione di appartenenza e di unità dal significato importantissimo: non siamo soli.

BONUS: acquistando questo libro sul Giardino dei Libri riceverai in OMAGGIO il Video da scaricare "Cosa fa l'anima di notte. Come aumentare la consapevolezza nel sonno". 

Dall'Introduzione di Diego Giami:

Il titolo Biglietto per la Terra lascia aperte due strade che percorreremo insieme durante le pagine: la lettura più ovvia e scontata è che il biglietto sia per l'essere umano, per le anime che s'incarnano e che vogliono dirigersi sulla Terra; parleremo certamente anche di questo affrontando prevalentemente molti aspetti non trattati nei libri precedenti.

Ma è la seconda lettura quella centrale e, a mio parere, innovativa, dove il biglietto lo prende la Terra... Ma un biglietto per dove? Un biglietto con chi e per far cosa? E in che senso "la Terra"?

Riprenderemo queste domande e molte altre in questo libro che si può considerare il terzo di una trilogia in cui lo sguardo si fa sempre più ampio... E chissà se ce ne saranno altri. Nei miei testi ho sempre trattato alcuni meccanismi animici ed energetici dell'incarnazione ma ogni volta da un punto di vista differente:

• Ne "L'Energia della Gravidanza" si analizzano alcuni aspetti dell'incarnazione di una singola anima: la scelta dei genitori e della famiglia in base alle necessità animiche di madre, padre e figlio. Un viaggio che noi tutti abbiamo compiuto, come figli, per scendere sulla Terra e che compiamo da un'altra prospettiva quando diventiamo genitori.

• In "Vite Parallele" si riprendono e si ampliano alcuni aspetti dell'incarnazione individuale analizzando nel dettaglio il viaggio e le tappe che l'anima attraversa dopo la morte fisica. Si cerca di comprendere che rapporto tesse l'uomo con le proprie altre incarnazioni, durante la vita e dopo la morte, cercando di uscire dal concetto lineare di vite passate e vite future, gettando le basi per un diverso paradigma percettivo. Si allarga la visione analizzando il concetto di "Io" per osservare che la vita di cui facciamo esperienza è solo una parte di un Io più grande e si cerca di comprendere che tipologia di rapporti intratteniamo con quello che possiamo chiamare "Io Superiore".

• In "Biglietto per la Terra", come accennato, si ricerca una visione ancora più ampia e unitaria osservando la cooperazione e la sinergia dell'essere umano, di Gaia e di altri sistemi energetici in quella che possiamo definire una danza cosmica di cui noi siamo una piccola parte ma fondamentale.


REGALO ESCLUSIVO
Lo puoi avere solo se acquisti
"Biglietto per la Terra"
sul Giardino dei Libri

Il video Mp4 di Diego Giaimi
"Cosa fa l'anima di notte. Come aumentare la consapevolezza nel sonno"
Video della durata di 10 minuti e 35 secondi
che potrai scaricare subito dopo aver acquistato il libro.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *