La Quarta Dimensione

matrioska.jpgTutti noi, in un modo o nell’altro abbiamo sentito parlare della Quarta Dimensione. Ma che cos’è?

Tre dimensioni le conosciamo così come ce le hanno insegnate a scuola.

– il punto – senza dimensione
– la linea – 1 dimensione
– il piano – 2 dimensioni
– il solido – 3 dimensioni
Entrare in una nuova dimensione, significa muoversi in una nuova direzione. Un punto muovendosi nello spazio, in una direzione diversa da se stesso, uscendo da se stesso, lascia la traccia del suo movimento come una linea.

Una linea muovendosi nello spazio, in una direzione diversa da se stesso uscendo da se stessa, altrimenti si prolungherebbe solamente, lascia la traccia del suo movimento come un piano.

Un piano muovendosi nello spazio in una direzione diversa da se stesso, uscendo da se stesso, lascia la traccia del suo movimento come un solido.

Per conseguenza quando un solido muovendosi nello spazio in una direzione diversa da se stesso, quindi fuori da se stesso, lascia la traccia del suo movimento nella quarta dimensione. Per noi, esseri tridimensionali è difficile comprendere cosa sia la Quarta Dimensione, dovremmo uscire da noi stessi per comprendere questo concetto.

Ma proviamoci ancora, sempre con il ragionamento. Sappiamo che una linea è delimitata da punti, è la distanza fra due punti… che un piano è delimitato da linee, è la distanza fra linee… che un solido è delimitato da piani, è la distanza fra piani… Quindi la Quarta Dimensione è delimitata dai solidi ed è la distanza fra due solidi. Quindi è più che possibile che lo spazio a quattro dimensioni sia la distanza fra un certo numero di solidi, separati, ma allo stesso tempo collegati in un intero, ancora poco conosciuto… Questi solidi ci sembrano separati, ma in realtà sono collegati.

Proprio come una linea è costituita da più punti o un piano è costituito da più linee o un solido è costituito da più piani, così lo spazio quadri-dimensionale è costituito da più solidi interconnessi tra loro.

Un esempio calzante può essere quello dei rami di uno stesso albero… Ogni ramo è a sè stante e forse non sa di essere collegato a tutti gli altri… dal tronco… Così noi esseri viventi siamo tutti indipendenti, ma non sappiamo di essere tutti collegati da un qualcosa… Ora che cos’è questo campo uniforme, se non pura energia? Quell’energia che costituisce tutte le cose e si differenzia nelle diverse forme? Non siamo tutti creati dalla stessa matrice?Abbiamo visto le 3 dimensioni dello spazio. Ma quali sono le dimensioni del tempo?

  • Il momento presente (punto, senza dimensione). Abbiamo la percezione del punto, a-dimensionale… il momento presente, l’adesso, l’ora. Questo momento sempre sfuggente, che difficilmente riusciamo a percepire perchè subito diventa passato… Questo momento di transizione tra ciò che non è più e ciò che deve ancora essere.
  • Lo scorrere del tempo (linea, una dimensione). Diversi momenti presenti, uno in seguito all’altro costituiscono la linea del tempo, quella linea che contraddistingue, ad esempio la nostra vita, dal momento della nascita fino alla morte. Si chiama infatti proprio la linea del tempo. In PNL esistono tecniche di cambiamento che sfruttano proprio la Time-Line, il susseguirsi di eventi nel tempo. Il tempo quindi è un movimento continuo di momenti (statici), il tempo è movimento, la nostra percezione del movimento è determinata dal tempo. Ma dove si trovano il passato ed il futuro? Ma è vero che ci si può muovere nel passato e nel futuro? Questo io non lo so, ma ragionanando possiamo dire che esiste uno “spazio” in cui vi sono passato, presente e futuro (la Quarta Dimensione?). La Quarta Dimensione è quella in cui spazio e tempo coincidono?
  • Il piano temporale (piano, due dimensioni) o Quinta Dimensione o eternità. E se ogni momento è eterno, allora è come se ogni momento fosse costituito non da un punto ma da una linea perpendicolare alla linea del tempo. Tutte queste linee perpendicolari, vanno a costituire il Piano Temporale dell’Eternità.
  • Il tutto… (solido, tre dimensioni). Se supponiamo di prendere un piano costituito da infinite linee temporale una a fianco all’altra ed ognuna con la sua perpendicolare di momento eterno… abbiamo uno spazio tridimensionale costituito dal tutto… dall’Universo Assoluto?

spacetime.gifTutto cambia, tutto si muove… Il corpo tridimensionale è un corpo statico, una sezione del corpo quadrimensionale, che si muove nel tempo. Ora, sappiamo che la nostra vita nel complesso costituisce uno spazio quadrimensionale. Nella Quarta Dimensione tutto è movimento, un flusso continuo. Il nostro corpo cambia di continuo, ogni secondo, dalla nascita alla morte… Solo qualcosa, di impercettibile cambia, la nostra matrice… cambia il nostro aspetto, cambia la struttura muscolare, la pelle, i capelli, la postura, la mente e le emozioni… tutto cambia… Rimane immutabile solo l’essenza vitale, il doppio eterico, costituito da sostanze molecolare ad altissima vibrazione, che non riusciamo a percepire… dalla nascita alla morte, l’essenza vitale è immutabile, non invecchia, non è soggetta al mutare del corpo, delle emozioni e dei pensieri.

Ma torniamo alla nostra percezione delle dimensioni e dello Spazio-Tempo, che come abbiamo visto, non sono due cose differenti.
Tutto dipende dalla nostra percezione. Così l’uomo è al centro di questo universo, perchè è la nostra percezione, il nostro punto di vista umano che conta per noi.

“Come in Cielo così in Terra”… La Scienza Segreta ci dice che esiste un ordine, una gerarchia di cose fatte nella stessa immagine (Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza), ognuna formata da un’infinita ripetizione di cose più piccole. Una specie di enorme “matrioska”.
E così nella scala abbiamo la galassia, il sole, la terra, la natura, l’uomo, la cellula, le molecole e gli elettroni. Ognuno di questi elementi è un cosmo (un ordine) ed ognuno di questi possiede 6 dimensioni.
La dimensione non è altro che la nostra percezione… Siamo noi che possiamo percepire la terza, la quarta, la quinta o la sesta dimensione… a seconda del nostro livello di percezione.

Fonte: http://www.scienzasegreta.it/

Libri sull'argomento
Il Ritorno Del Cristo di Alice A. Bailey
La Fisica della Vita di Jim Al-Khalili, Johnjoe MacFadden
La Rivoluzione del Cervello di Shigeo Haruyama
L'Acqua che Guarisce di Masaru Emoto, Jurgen Fliege
The Bond - Il Legame Quantico di Lynne McTaggart
Evoluzione Spontanea di Bruce Lipton, Steve Bhaerman
WIKIPEDIA
Quando Internet è questione di vita o di morte
di Pietro Ratto

Wikipedia

Quando Internet è questione di vita o di morte

di Pietro Ratto

Qual è la provenienza dei fondi che hanno permesso la nascita di Wikipedia? Chi sono i suoi finanziatori? Cosa si sa dei vertici della sua fondazione? Quanto sono scollegati da grandi poteri economico finanziari che altrimenti potrebbero rischiare di influenzare la cosiddetta "enciclopedia libera"? Chi scrive i testi di Wikipedia e chi li convalida o cancella?

La scioccante inchiesta di Pietro Ratto sulle origini, i segreti, gli scheletri nell'armadio, gli scandali e i conflitti d'interesse della cosiddetta "enciclopedia libera" e del suo sconfinato potere. Un'analisi lucida e impietosa sull'attuale monopolio tecnologico del sapere e sulle tragiche "sventure" di chi vi si è opposto.

Pietro Ratto ripercorre le vicende di Aaron Swartz, giovane genio dell'informatica che vede in Internet un mezzo per connettere le persone, rendere libera l'informazione, condividere conoscenze, e Jimmy Walles, conosciuto come Jimbo, esperto di finanza e agente di borsa che diventerà il fondatore di Wikipedia.

Ecco alcuni argomenti trattati all'interno del libro:

  • la vera origine di Wikipedia;
  • la storia della foto di Silvia Saint;
  • il ruolo di Jimbo nell'ideazione del progetto di Wikipedia;
  • gli eventi cruciali nell'evoluzione di Wikipedia come organizzazione;
  • una riflessione dell'autore in merito alla domanda: "Il potere uccide la conoscenza?".

Trova risposta ad ogni tua domanda e svela i segreti più nascosti su Wikipedia tra le pagine di questo nuovo libro di Pietro Ratto, scritto con uno stile appassionante che cattura l'attenzione di ogni lettore dalla prima all'ultima pagina.

Dal libro:

"Aaron si sentiva letteralmente infervorato all'idea di un mondo in cui, finalmente, si "liberasse" la conoscenza, mettendola a disposizione di tutti. Un mondo in cui notizie e saperi fossero messi a disposizione di chiunque, senza costi e senza profitti. Quella, era l'unica società giusta. Quella era la sola, vera democrazia!".

"Jimbo, dal canto suo, è entusiasta del suo nuovo progetto: il marketing online è senza dubbio l'affare del futuro. In Bomis investe quindi molti dei soldi accumulati negli anni precedenti, giocando in borsa.

Molto presto, però, i tre si accorgono che la quasi totalità delle ricerche dei loro clienti si concentra sul settore denominato Babe... Jimbo e i suoi soci questa cosa la capiscono al volo, e Bomis viene rapidamente riadattato in modo da aiutar la gente a rintracciare in rete i contenuti pornografici più disparati, riciclandosi così in un motore di ricerca altamente specializzato in immagini e video hardcore, accuratamente catalogate in base alla tipologia o al nome delle pornostar coinvolte. Gli utenti, spinti da quell'anonimato che Internet sembra assicurare, cercano pornografia? Jimmy, Michael e Tim sono pronti ad accontentarli. E gli incassi di Bomis, come d'incanto, volano alle stelle".

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *