Ipocrisia

di WI

Tanti personaggi mediatici si stanno lamentando per il fatto che li stanno etichettando come “antisemiti” solamente perché criticano le azioni di Israele.

Sono increduli, non si capacitano di come sia possibile! Oh, ben svegliati signori.

Se foste un briciolo onesti avreste dovuto denunciare il medesimo modus operandi in mille altre occasioni, perché avviene continuamente, non ve ne siete accorti o fate finta di nulla?

Basti prendere gli ultimi due eventi rilevanti, pandemia e Ucraina, non è forse accaduto che chiunque provasse a ragionare venisse subito squalificato con termini quali “novax”, “negazionista” o “putiniano”?

Volete dirci che non vi siete mai accorti di questo? Oppure siete così disonesti da sostenere che non siano cose comparabili?

Se aveste un briciolo di onestà intellettuale dovreste fermarvi a riflettere.

La questione Israele/Palestina va avanti così da 70 anni e lo schema si ripete sempre uguale. Potete sostenere quel che vi pare, riportare l’indignazione del segretario dell’Onu ma nulla cambierà, sarete sempre etichettati come potenziali “antisemiti”.

E fate anche attenzione a quel che dite perché è un attimo mettere su qualche false flag dove un rasato con svastica fa azioni deplorevoli: sarete subito additati come responsabili morali dell’accaduto.

Forse non avete capito con chi avete a che fare, o semplicemente fate finta di non capire.

Articolo di WI

Fonte: https://t.me/weltanschauungitaliaofficial

IL RISVEGLIO SPIRITUALE NELLA VITA QUOTIDIANA
Così come l'oceano accoglie ogni onda, anche la nostra consapevolezza ha già accettato ciò che accade
di Jeff Foster

Il Risveglio Spirituale nella Vita Quotidiana

Così come l'oceano accoglie ogni onda, anche la nostra consapevolezza ha già accettato ciò che accade

di Jeff Foster

Un invito segreto e costante a risvegliarci ora

Perché spesso occorrono situazioni estreme per riportare una consapevolezza della magia e del mistero della vita? Perché spesso aspettiamo fino a essere sul punto di morire prima di scoprire una profonda gratitudine per la vita così com'è? Perché ci consumiamo cercando amore, accettazione, fama, successo, o l'illuminazione spirituale nel futuro? Perché lavoriamo o meditiamo tanto duramente da scavarci la fossa da soli? Perché posticipiamo la vita? Perché ci freniamo nel viverla? Cosa stiamo cercando esattamente? Cosa stiamo aspettando? Di cosa abbiamo paura?

Questo è un libro sulla totalità della vita e sulla possibilità di scoprire questa totalità adesso. Il risveglio spirituale di cui parla Jeff Foster non consiste nel proteggere te stesso, consiste nel comprendere che chi sei veramente non ha bisogno di protezione, che chi sei davvero è così aperto e libero e amorevole e in uno stato di accoglienza talmente profondo da permettere alla vita intera di entrare.

La vita non può ferirti, perché tu sei la vita. Il momento presente, quindi, non è un nemico di cui aver paura, ma un caro amico da abbracciare. Sì, la vera spiritualità non rafforza la nostra corazza contro la vita, la distrugge.

Il risveglio spirituale è in realtà molto semplice. È l'eterna realizzazione di chi sei veramente.

Un libro che affronta questioni molto importanti: Come può quel risveglio essere vissuto quotidianamente? Come possiamo accettare il momento presente anche quando il momento presente ci sembra del tutto inaccettabile?

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *