India: Come, ancora una volta, Disinformazione e Paura producono Isteria di massa

di Gabriele Sannino

Stiamo vivendo uno dei più grandi inganni della storia. Come al solito, si approfitta dell’ignoranza per scatenare paura e quindi controllo.

Bloccati in India per adottare una bimba, aiutateci!”, l'appello della coppia all'Italia - Il Riformista

I media di Regime stanno ora sfruttando la carta “India”, approfittando degli usi e dei costumi degli induisti, che non tutti gli occidentali (ovviamente) conoscono. Stanno letteralmente inventando – per esempio – che gli indiani muoiono per strada, quando in realtà moltissimi indiani sono soliti schiacciare pisolini per strada (per loro è normale, ve lo può confermare chiunque sia stato in quel paese!) per non parlare del fatto che lì la gente è talmente povera che, per pochi dollari, può inscenare qualsiasi cosa…

Premesso questo, le immagini che vedete delle pire infuocate dei cadaveri sono, semplicemente, le cerimonie funebri degli induisti (dette Antyeshti, che significa “ultimo sacrificio”) dove il corpo viene bruciato – dopo vari trattamenti – al fine di liberare l’anima da qualsiasi desiderio terreno, con la speranza di far uscire la stessa dal ciclo del samsara, vale a dire il ciclo di nascita e morte (reincarnazione). Il rito funebre induista è, insieme alla nascita e al matrimonio, uno dei più festeggiati.

Come al solito, si approfitta dell’ignoranza per scatenare paura e quindi controllo. Il governo indiano – è questo il vero problema – essendo sotto ricatto della finanza internazionale come tutte le altre nazioni, sta applicando lockdown durissimi per distruggere l’economia del paese, dunque serve questo tipo di propaganda sia in casa (per chi ci crede) sia all’estero.

Stiamo vivendo uno dei più grandi inganni della storia, è questa la verità, e purtroppo molti, non confrontando le informazioni, ci stanno cascando mani e piedi…

Articolo di Gabriele Sannino – (Gabriele Sannino – Quello che i media non dicono – https://rumble.com/c/c-405794)

Fonte: https://gabrielesannino.it/2021/05/01/india-come-ancora-una-volta-disinformazione-e-paura-producono-isteria-di-massa/

Libri e varie...
LA FABBRICA DEI MALATI
Business, manipolazione e corruzione dietro al mercato delle industrie farmaceutiche
di Marcello Pamio

La Fabbrica dei Malati

Business, manipolazione e corruzione dietro al mercato delle industrie farmaceutiche

di Marcello Pamio

"La scienza medica è un'impresa industriale gestita e controllata da produttori
(medici, ospedali, laboratori farmaceutici) che incoraggiano la diffusione di procedimenti
d'avanguardia costosi e complicati, e riducono così il malato e i suoi familiari
allo stato di docili clienti".
Ivan Illich

"Il modello di business dell'industria farmaceutica è basato proprio sull'allargamento della sfera
delle malattie: il marketing creativo serve ad ampliare il bacino di clienti,
convincendo chi è probabilmente sano a ritenersi almeno moderatamente malato".
Allen Frances, medico psichiatra. 

La commercializzazione della malattia è l’arte raffinata di vendere malanni, un modo efficace per spacciare farmaci ed esami che portano a profitti enormi.

Tale commercializzazione richiede una regia ben precisa, degli attori principali, secondari e molte comparse. Le aziende farmaceutiche (registi e produttori) devono per forza di cose coinvolgere i medici (attori protagonisti) per prescrivere le ricette, devono coinvolgere i ricercatori (attori non protagonisti) che inventano veri e propri nuovi disturbi, i gruppi di pazienti e/o famigliari di malati (comparse) che richiedono a gran voce un supplemento di terapia, e infine i pazienti veri e propri che richiedono tali farmaci perché convinti di essere malati (spettatori incoscienti).

Lo scopo del presente lavoro è di svelare la trama e la sceneggiatura di questo documentario, visto e vissuto ogni anno da centinaia di milioni di persone… Soltanto se si conosce esattamente come lavora il Sistema si è in grado di difendersi.

Le persone prive di una corretta e completa informazione finiranno tutte, chi prima chi dopo, stritolate dalla macchina infernale del marketing farmaceutico. è solo questione di tempo.

Spesso acquistati insieme

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.