Crolla Tutto…

di Cesare Sacchetti

E alla fine iniziano a venire allo scoperto anche i media anglosassoni da sempre l’espressione più rappresentativa delle oligarchie finanziarie e delle varie massonerie internazionali. In questi giorni il quotidiano britannico The Guardian lascia intendere chiaramente che l’era Draghi non potrà andare avanti a lungo.

Soprattutto i referenti di Draghi si trovano di fronte ad un dilemma apparentemente irrisolvibile. Se spostano Draghi da palazzo Chigi al Quirinale come ricompensa per la “opera” di devastazione svolta dall’uomo del Britannia contro l’Italia, lasciano un vuoto di potere nell’esecutivo. Questo vuoto di potere non sembra essere colmabile facilmente da un’altra figura.

I corrotti partiti della putrescente seconda Repubblica si sono stretti intorno a Draghi, perché Draghi è il referente massimo delle istituzioni globaliste in Italia. Se esce di scena lui, viene meno l’unica cosa che tiene in vita questa ammucchiata multipartitica e i vari passacarte di Montecitorio e Palazzo Madama inizieranno ad azzuffarsi nuovamente per avere più poltrone degli altri.

Persino i media mainstream non possono fare a meno di notare che l’instabilità è inevitabile in Italia e che presto questa tecnocrazia autoritaria è destinata a giungere al termine. La fase dell’instabilità che sta per arrivare sarà piuttosto intensa ma è inevitabile per poter uscire definitivamente da questo pantano. (1)

Abbiamo visto che il 2022 è iniziato con l’annuncio del ministro della Salute britannico che ha dichiarato che la Gran Bretagna non ricorrerà più ad alcuna restrizione Covid. Successivamente ci sono stati gli annunci dei governi francesi e tedeschi che hanno dichiarato che non ci sarà l’obbligo vaccinale in nessuno dei due Paesi. Poi è seguita la dichiarazione di un ufficiale sanitario danese che ha parlato di fine imminente della farsa pandemica e ora giunge la Spagna che si prepara a trattare il Covid per quello che è sempre stato, ovvero una comune influenza.

Libri e varie...

Era rimasta principalmente solo l’Europa Occidentale a portare avanti l’operazione terroristica del coronavirus. Ora vediamo che anche qui la farsa pandemica si sta disgregando sempre di più. A questo punto, il regime di Mario Draghi si sta isolando persino dentro la stessa Unione europea. Mario Draghi è così asservito ai poteri finanziari che hanno costruito tutta la sua carriera da liquidatore dell’industria pubblica italiana, che si sta gettando nel fuoco pur di compiacerli fino all’ultimo istante. (2)

Dopo The Guardian, è un altro quotidiano della sfera finanziaria anglosassone, Bloomberg, a prendere atto che il potere di Draghi sta per volgere al termine. Il fatto che sia lo stesso mondo speculativo internazionale che ha costruito la carriera del liquidatore del Britannia a fare simili affermazioni, è un ulteriore segnale che indica che il tempo di Draghi sta veramente per scadere.

Bloomberg è costretto a prendere atto che i corrotti partiti della seconda Repubblica ormai non hanno interesse alcuno a sostenere Draghi. Seguire Draghi fino alla fine significa andare giù nel burrone assieme a lui e molti questi lo hanno compreso perfettamente, Giorgetti su tutti che si è dato alla fuga lo scorso 5 gennaio prima dell’ultimo consiglio dei Ministri. Il quotidiano anglosassone racconta che Draghi ormai non se la sente più di tirare la corda ulteriormente. Draghi in cuor suo crede di aver fatto tutto il possibile per compiacere i poteri che gli hanno affidato il compito di arrecare il maggior numero di danni possibili al Paese che è in odio alla massoneria.

Al tempo stesso, i poteri finanziari si sono resi conto anche che il passaggio di Draghi da palazzo Chigi al Quirinale è tutt’altro che scontato. Se Draghi va su, immediatamente si apre un vuoto di potere nel governo che non può essere riempito da nessun altro. I partiti si sono stretti intorno a Draghi perché era lui il referente supremo di Davos e della City di Londra. Se esce di scena lui, ci sarà una rissa furibonda per spartirsi le poltrone e successivamente per mettersi in salvo dal crollo del sistema politico italiano. Ciò che comunque ormai appare una certezza è che lo status quo attuale che sorregge il regime di Draghi è praticamente finito. Il 2022 sembra veramente l’anno nel quale ci sarà il terremoto che scuoterà il corrotto stato profondo dell’Italia. (3)

Riferimenti:

(1) https://www.theguardian.com/commentisfree/2022/jan/09/the-guardian-view-on-italys-draghi-dependency-understandable-but-not-healthy

(2) https://elpais.com/sociedad/2022-01-10/espana-ultima-un-plan-para-crear-un-sistema-de-vigilancia-para-la-covid-como-una-gripe-comun.html

(3) https://www.bloomberg.com/news/articles/2022-01-11/draghi-s-power-starts-to-ebb-signaling-tougher-times-for-italy

Articolo di Cesare Sacchetti

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://t.me/cesaresacchetti

Libri e varie...
RACE HUMAINE, LéVE-TOI! — LIVRE
Le lion s'est réveillé
di David Icke

Race Humaine, Léve-toi! — Livre

Le lion s'est réveillé

di David Icke

Ses thèses « incroyables » ont pour la plupart connu l’épreuve des faits. Mais désormais, sa révélation la plus déterminante s’énonce ainsi : l’esprit collectif des hommes sur terre est manipulé à partir de la Lune. Satellite « naturel » ? Jamais de la vie.

Icke en est arrivé à une conclusion qui engage sa crédibilité sans retour possible : la Lune, écrit-il, n’est pas un corps céleste. C’est une construction artificielle, un vaisseau spatial gigantesque. Elle abrite selon lui un groupe d’extraterrestres manipulateurs de l’humanité depuis les temps immémoriaux. Ses arguments, comme dans tous ses livres, sont étayés, documentés, probants.

Il nous décrit ce qu’il appelle la « matrice lunaire », une fausse réalité projetée sur terre à partir de la Lune que le corps/esprit humain décode à la façon dont on nous le présente dans la trilogie de cinéma Matrix. La « matrice lunaire » a infiltré le système de l’« ordinateur » humain, nous dit David Icke. C’est 24 heures sur 24 que nous vivons, rêvons et « mourons » abusés par une fausse conscience de soi et du monde.

Nous vivons une époque extraordinaire. Nous avons, d’un côté, ceux qui contrôlent la matrice lunaire et nous imposent, en ce moment même, un quasi-État orwellien sous surveillance permanente. De l’autre, existe une fantastique transformation énergétique en train de se mettre en place.

C’est ce que David Icke appelle les « vibrations de vérité ». Ces « vibrations de vérité » sont en train de réveiller un grand nombre d’individus. Elles les poussent à se rendre compte de ce qu’ils sont vraiment : la Perception éternelle et infinie.

Grâce à cette synthèse, David Icke nous offre la meilleure compréhension de la réalité de la manipulation dont la race humaine est victime ! Il appelle l’humanité à se lever. L’homme a les moyens de libérer le monde des sinistres réseaux de lignées et des entités non humaines qui nous contrôlent en secret depuis notre naissance jusqu’à notre mort…

L’humanité est à la croisée des chemins, face à son choix. Allons-nous nous réveiller et prendre conscience de notre véritable génie et de notre potentiel, ou allons-nous rester enfermés dans cet état corps/ esprit et dans l’illusion fabriquée par la matrice lunaire ?

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.