Coronavirus: quello che la paura ci ha ricordato e quello che dobbiamo recuperare

di Andrea Viola

Ormai la nostra vita è cambiata completamente: tutte le nostre certezze e abitudini giornaliere si stanno modificando velocemente a causa del Coronavirus. Certo, non sappiamo dove arriveremo con le precauzioni e le limitazioni, ma qualcosa di positivo forse dovremmo coglierla.

Risultato immagini per valori umaniDa ogni difficoltà si possono trarre importanti spunti di riflessione. Per prima cosa vanno ringraziati tutti i medici e tutto il personale ospedaliero. Oltre al massimo rispetto per le persone decedute dopo aver contratto il coronavirus. Fatta questa doverosa premessa, forse una lezione da questa pandemia dovremmo impararla. Il nostro correre veloce quotidiano dando tutto per scontato, oggi pian piano rallenta e ci riporta indietro nel tempo e ai nostri valori primordiali dimenticati. Si perché forse ci siamo dimenticati del valore e della bellezza della nostra vita.

Ci siamo dimenticati quanto sia importante la socializzazione e la solidarietà. Ci stiamo accorgendo di quanto tempo ed energie abbiamo perso rincorrendo stupide, finte problematiche e litigando. Ci stiamo accorgendo di quante inutili discussioni abbiamo fatto anche in politica e nella vita relazionale.

Ci stiamo accorgendo di quanto sia importante un’informazione corretta e consapevole. Ci stiamo accorgendo di quanto siano importanti le competenze e la professionalità. Ci stiamo accorgendo di quanto sia importante avere una sanità pubblica. Ci stiamo rendendo conto che la vita è fatta di altre cose più importanti.

Ma più di tutto ci stiamo accorgendo di quanto siamo fragili e vulnerabili. Molte volte è proprio questo basilare concetto che ci sfugge e ci fa rincorrere chissà quali effimeri risultati. Ed è per questo basilare motivo, che dobbiamo ripartire con più forza e consapevolezza: abbiamo corso e inquinato in nome del consumismo sfrenato ed egoistico. Ma poi basta il più classico elemento della vita, ossia la paura della morte, che ci fa riflettere.

Risultato immagini per solidarietà

Per tale ragione dobbiamo evitare di far finta di nulla. Bisogna ritrovare lo spirito di comunità perduto e fare squadra per l’interesse nostro e dell’Italia. Abbiamo subito visto cosa è accaduto nelle relazioni con gli altri Stati.

Sarebbe utile a tutti riscoprire insieme tutti questi valori, dobbiamo farci forza per poi ripartire con una giusta e nuova illuminazione. Siamo l’Italia e siamo umani! Vinceremo come sempre e saremo più consapevoli.

Articolo di Andrea Viola

Fonte: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/03/10/coronavirus-quello-che-la-paura-ci-ha-ricordato-e-quello-che-dobbiamo-recuperare/5730211/

Libri e varie...
IL POTERE DELLA FRAGILITà
Il punto di Equilibrio nell'altalena della Vita
di Osho

Il Potere della Fragilità

Il punto di Equilibrio nell'altalena della Vita

di Osho

"I buddha possiedono una forza che non è di questo mondo.
Il loro non è un potere che uccide, ma quello che crea;
non è il potere della violenza o dell'aggressività, ma quello della compassione."

Osho

In questo libro Osho sollecita questo risveglio con leggerezza, giocando con aneddoti, storielle, barzellette che rendono evidente come l'inconsapevolezza non paghi e non dia soddisfazione. Il libro propone dunque passi e passaggi precisi che occorre attuare, quasi fosse un manuale d'azione e una cura al tempo stesso.

Osho risponde alle domande di quanti lo interrogano e si interrogano con un invito semplice: occorre attivare e attivarsi all'interno della propria dimensione interiore, là dove dimorano talenti e qualità essenziali assopite. Nel testo vengono quindi suggeriti diversi metodi per porsi di fronte alla vita in modo nuovo, per non lasciarsi sopraffare dal flusso di reazioni, impulsi, abitudini, condizionamenti, stereotipi, pregiudizi.

È il potere della fragilità, la cui forza non si misura in termini di imposizioni ma di benevolenza.

"La vita non è un letto di rose. È difficile, complessa. Molto di rado si è vivi nel vero senso della parola: nascere è una cosa, vivere un'altra. Si tratta della sfida più grande che esista..... La mia non è la forza di una roccia, ma di una rosa. La roccia resiste, mentre la rosa può scomparire in ogni momento; eppure, il fiore è più forte della roccia, perché è più vivo."
Osho

Indice

Introduzione: Un'esperienza priva di limiti

  • La sfida del Buddha
  • Felice senza alcun motivo
  • In sintonia con la Via
  • La vita è fatta di una sola sostanza
  • Sii una luce a te stesso
  • Una mente senza domande
  • Riflessi del vuoto
  • Diventi ciò che scegli
  • Uno sbocciare dell'essere
  • Sei già arrivato a casa!
  • Una nuova luce

Profilo dell'Autore

Per approfondire

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *