Uniformare la razza: le ragioni occulte dell’Immigrazione massiva

di Floriana Castro Agnello

Un biglietto aereo dalla Nigeria a Palermo costa dai 400 ai 450 Euro. Il passaggio via mare costa dai 5 ai 10 mila euro a testa (prezzo che si deve pagare ad uno scafista islamico). Ma se gli immigrati possedessero queste cifre non li userebbero certo per rischiare la vita, anzi non emigrerebbero neppure!

Chi paga queste cifre non sono, quindi, gli immigrati. Osservando da vicino queste ondate migratorie, si nota subito che sono composte per l’80 % da giovani uomini musulmani, di età compresa tra i 17 e i 25 anni; vestiti all’ultima moda, con cuffie alle orecchie e smartphone di ultima generazione, che fanno l’occhiolino alle donne e non parlano italiano… a parte “ciao bella”.

Li vedi andare in giro con aria baldanzosa: nei giardini pubblici, per le vie delle città, in tabaccheria a comprare stecche di sigarette o a giocare i numeri al lotto e di giorno e di notte a bivaccare per le vie della città. Ovviamente nessuno nega che siano sbarcate anche famiglie fuggite da guerre o persecuzioni e che magari avrebbero anche il diritto ad un asilo politico, ma si tratta di una assai esigua minoranza.

Libri e varie...

Questa “immigrazione” alla quale assistiamo, è un fenomeno creato di proposito ai tavoli del potere, non si tratta cioè di un fenomeno spontaneo; ciò che si vorrebbe far apparire come un frutto ineluttabile della storia, è in realtà un piano studiato a tavolino e finanziato dagli ignari contribuenti occidentali, preparato da decenni per distruggere completamente il volto del Vecchio continente.

È un fenomeno le cui cause sono tutt’oggi abilmente celate dal Sistema. Chi fa propaganda multietnica si sforza falsamente di rappresentare il fenomeno come inevitabile. La crescita demografica dei popoli europei è pari a solo 1.4. Storicamente nessuna cultura con un tasso di natalità pari a 1.9 è mai riuscita a riprendersi. Mentre una popolazione diminuisce sempre più, allo stesso modo va svanendo la sua cultura. La storia della statistica ci dice che ormai è impossibile recuperare la situazione, è solo questione di anni e l’Europa così come la conosciamo adesso non esisterà più.

Tuttavia la popolazione in Europa non è in declino, come mai? Immigrazione… soprattutto islamica! La crescita demografica islamica in Europa è pari a 8.1, quindi 7 volte superiore! E come mai i migranti islamici (clandestini e presunti profughi) non si dirigono o non vengono indirizzati verso le ricche nazioni di fede islamica come Arabia saudita ed Emirati arabi?

L’incitamento all’immigrazione di massa (anche se in questo caso si dovrebbe parlare di invasione), è anche alla base dei costanti inviti dell’ONU ad accogliere milioni di immigrati per compensare la bassa natalità europea. Ma perche? Solo i musulmani sanno fare figli? Non è attraverso l’apporto di un patrimonio genetico diverso, che si protegge il patrimonio genetico europeo, così facendo, anzi, se ne accelera la scomparsa.

È certo infatti che la bassa natalità europea di per sé potrebbe essere facilmente invertita con idonei provvedimenti di sostegno alle famiglie (un pò come sta cercando di fare Putin in Russia, ad esempio) oppure creando condizioni più favorevoli per i giovani, per poter loro permettere di formare una famiglia, anziché spingerli a stili di vita materialisti, frivoli e privi di qualsiasi morale; oppure sostenendo le giovani coppie o le famiglie numerose.

Ho anche un atroce sospetto: perché i casi di sterilità fra gli europei – anche fra i giovani di 20 anni – sono sempre misteriosamente più numerosi? L’unico scopo delle misure che hanno messo in atto è quello di snaturare completamente un popolo, trasformarlo in un insieme di individui senza più alcuna coesione etnica, storica e culturale.

Sotto la duplice spinta della disinformazione e del buonista rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione, traviamento e disinformazione di massa, si è insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, la propria cultura e soprattutto il proprio credo.

I sostenitori della globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità e cultura sia un atto progressista e umanitario, che difendere la propria cultura ed etnia equivalga ad essere “razzisti”… e no cari miei, il razzismo è ben altra cosa! Se parliamo di Islam il termine “razzista” è assolutamente improprio, dal momento che non parliamo di una razza, ma di na cultura e di una Jihad.

Sono tutti d’accordo nel puntare il dito contro le prescrizioni della dottrina cattolica, nel ricordare costantemente le inquisizioni (di mille anni fa) ma come la mettiamo con le leggi coraniche? Con la poligamia? Con il fatto che le bambine debbano andare in spose all’età di 8 anni? Col principio che le donne debbano contare meno dei cammelli, che non debbano andare a scuola, non debbano andare dal dottore, non debbano farsi fotografare eccetera? Come la mettiamo col veto degli alcolici e la pena di morte per chi li beve? Come la mettiamo con la storia delle adultere lapidate o decapitate? Come la mettiamo con la storia dei ladri a quali in Arabia Saudita tagliano la mano, al primo furto la sinistra, al secondo la destra, al terzo chissaché? Anche questo sta nel sacro libro, sì o no?! E ancora come la mettiamo con il verdetto emesso dalla Corte Suprema del Tribunale Islamico di Kabul? “Tutte le statue pre-islamiche saranno abbattute. Tutti i simboli pre-islamici saranno spazzati via insieme agli idoli condannati dal Profeta…”.

Secondo le loro prescrizioni, quindi, anche la Valle dei Templi, il Colosseo e tutti i nostri monumenti ed opere d’arte della nostra civiltà pre-islam, sarebbero blasfeme e quindi da abbattere come hanno fatto con le statue del museo di Mossul (Iraq). Intanto alla stazione di piazzale Rosselli di Agrigento – dove decine e decine di figli di Allah si assiepano giorno e notte – hanno fatto a pezzi una Madonnina di Lourdes, riempiendo la grotticella con sporcizie varie e residui alimentari.

Qualcuno a questo punto dirà: “quindi i burattinai dell’UE stanno promuovendo questa nuova Europa per farci indossare anche a noi quel maledetto lenzuolo in testa (burkah)?” No! Il modello della futura Europa secondo l’ideale delle élite di potere, non sarà Islamico. Ai figli di Allah basterà far scoppiare determinati punti strategici qui da noi, creando panico e terrore e quindi per le élite sarà la volta buona per fomentare il caos e “l’ultima guerra”!

L’immigrazione clandestina di massa e la jihad, sono la chiave delle élite massoniche europee-statunitensi per poter stabilire il loro tanto studiato “nuovo ordine mondiale”. Esso prevede: uniformazione delle etnie, annullamento di tutte le differenze sociali, culturali (Piano Kalergi), sessuali (gender), un unico governo mondiale, un unico pensiero, un unico popolo meticcio, un’unica falsa religione, un’unica valuta virtuale, microchip sottutaneo… da spegnere al primo pensiero non conforme!

Se ci fate caso tutto quello per cui si battono i governi burattini, informazione, istruzione e purtroppo anche alcune lobbies corrotte della Chiesa ecc. sarà il mondo stesso che lo chiederà a gran voce, perché altrimenti tutto sarebbe travolto dal disordine e dal chaos! (Piano Dullas). Fate attenzione perché il modello “mondialista-massonico” che ha in mente l’asse USA-UE non è meno spregevole di quello islamico!

Siamo circondati: i piani delle élite di potere vanno avanti, l’Eurogruppo a Bruxelles, l’America ci comanda, l’Isis (creatura della CIA) che si diffonde a macchia d’olio, gli sbarchi di invasori, i kamikaze che vanno nel loro aldilà a scoparsi le vergini Uri!

Guerre, rivolte (colorate o ‘primavere arabe’), immigrazione selvaggia, Isis e terrorismo “false flag”, le chemtrails, la teoria gender, le pandemie nate nei laboratori, la crisi economica-truffa mondiale, il signoraggio e i salari da fame, una moneta unica privata, il caos artefatto, un’unica religione luciferina, il controllo globale e il chip sottopelle per tutti: Ordo ab Chao (ordine dal caos) = NWO satanico!

E noi…? Noi continuiamo a fregarcene di tutto o a credere alle cosiddette “verità ufficiali” che ci passano i media buonisti e menzogneri, temendo di apparire razzisti e quindi politicamente scorretti, a vivere con frivolezza e a scazzottarci negli stadi.

Quale futuro, dunque, per i nostri figli? Se l’Europa vorrà sopravvivere dovrà prendere coscienza di questa realtà; dovrà ritornare alle proprie origini e alla propria fede. L’Europa apostata ha rinunciato alla propria civiltà, ha rinunciato alla propria identità, ha rinunciato a Gesù Cristo e alla propria cultura. Ricordiamoci quello che disse San Giovanni Bosco: “Se Dio è con noi siamo la maggioranza”!

Articolo di Floriana Castro Agnello

Fonte: http://antimassoneria.altervista.org/le-ragioni-occulte-sulla-immigrazione-di-massa/

Libri e varie...

2 commenti

  1. Al di là di satana e lucifero, sono pienamente d’accordo su tutto….è ora che gli italiani aprano gli occhi e, se vogliono farlo, anche il resto degli europei…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*