Ucraina: scoperto un immenso tempio antico di 6.000 anni, costruito da una Civiltà Matriarcale

In Ucraina è stato scoperto un immenso tempio antico di 6.000 anni costruito da una civiltà matriarcale, appartenente alla cultura di “Trypillian”.

Degli archeologi in Ucraina hanno riportato alla luce un tempio di 6.000 anni, vicino all’antica colonia di Nebelivka, nel Tcherkassy, all’incirca a 160 miglia a sud di Kiev. Si tratta di una cultura progredita durata 3.000 anni. Il Journale of Neolithic Archaelogy scrive che il sito antico apparteneva alla cultura di “Trypillian”, durata all’incirca dal 5.400 al 2.700 a.C., ed estesa dai contrafforti dei Carpazi al mar Nero. La cultura era complessa, beneficava dell’inizio del progresso della metallurgia, della ceramica e dei tessili.

Libri e varie...

Distrutta dalle invasioni patriarcali ariane?

Secondo il ricercatore Mikhail Videyko (fonte delle fotografie), il tempio aveva probabilmente due piani di altezza, il più grande del suo genere sul sito, e forse il “centro di un piano complesso”, probabilmente il tempio centrale dell’insieme della comunità del villaggio.

Ognuna delle abitazioni Trypilliane, sembra essere stata bruciata dopo circa 60-80 anni di occupazione continua, per delle ragioni sconosciute agli attuali ricercatori, insieme al tempio.

Comparabile ad altre civiltà neolitiche

“Il tempio era un edificio di due piani, in legno e in argilla, circondato da un cortile a gallerie. Cinque stanze si trovano al piano superiore, con degli altari famigliari in argilla al pianoterra”, scrive Videyko.

La sua costruzione ha richiesto il lavoro paragonabile alla costruzione di molte decine di case ordinarie. Il suo piano e alcune funzioni di questa struttura trovano delle analogie con i templi dal V al IV millennio a.C. dei siti in Anatolia e in Mesopotamia”.

Benché la struttura principale sembra soprattutto essere consistita da diverse argille, i ricercatori hanno trovato dei segni supplementari di strutture di sostegno in legno.

Un culto della Dea Madre?

La scoperta ha attirato anche l’attenzione perché alcuni esperti pensano che la società Trypilliana era matriarcale, in parte in ragione del grande numero di figurine femminili trovate sui siti degli scavi.

Una società con dei ruoli di genere

Questa cultura implicava delle “donne capofamiglia, che assicuravano i lavori agricoli, la lavorazione della ceramica e la tessitura degli indumenti. La caccia, l’allevamento degli animali domestici e della fabbricazione degli utensili erano di responsabilità degli uomini”.

Traduzione: Ario Libert

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://storiasoppressa.over-blog.it/2016/01/gilania-ukraine-archeologie-un-temple-immense-vieux-de-6000-ans-construit-par-une-civilisation-matriarcale.html

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *