• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Trump non si Congratula con la Meloni…

di Cesare Sacchetti
Nel corso del suo ultimo comizio in Texas, Trump ha esplicitamente affermato che per ciò che riguarda le elezioni “non c’è bisogno di satelliti che spostino voti a Biden dopo che gli elettori hanno votato per Trump”.
Secondo diverse fonti vicine all’establishment, la frode elettorale negli Stati Uniti sarebbe stata attuata attraverso un satellite di “Leonardo” che avrebbe spostato i voti da Trump a Biden.
Tutto questo sarebbe avvenuto ovviamente sotto il benestare dell’allora governo Conte, delle cosiddette “opposizioni” di centrodestra e di larghissima parte delle istituzioni politiche ai massimi livelli dello Stato…

Vai all’articolo

Donald Trump si è Arreso o ha messo a segno la più Geniale delle Trappole contro il Mondialismo?

di Cesare Sacchetti
La prima reazione che ha investito molte persone il giorno in cui Donald Trump ha salito i gradini dell’Air Force One è stata quella di amara delusione e cocente frustrazione.
Non sono stati in pochi a pensare, e ancora non sono in pochi a pensarlo, che il presidente degli Stati Uniti si sia in qualche modo arreso. Altri ancora sono arrivati a pensare che Trump non sia stato altro che un uomo del sistema fin dal principio piazzato lì dalle grandi élite per impedire un qualche tipo di cambiamento.
Sostanzialmente, al momento ci sono tre ipotesi principali: la prima già citata, descrive Trump come un cosiddetto gatekeeper, il termine anglosassone con il quale si definisce una falsa opposizione costruita dal sistema stesso, come in Italia lo sono stati il M5S prima e la Lega di Salvini poi; la seconda, è che Trump si sia consegnato e abbia in qualche modo trattato una sorta di resa segreta con le élite mondialiste che lo hanno perseguitato prima ancora dell’inizio del suo mandato; la terza, è quella che invece ritiene che Trump abbia congegnato una trappola ancora più sofisticata e letale di quello che si poteva immaginare allo stato profondo di Washington…

Vai all’articolo