Noam Chomsky: gli Stati Uniti minacciano la Pace nel Mondo

Noam Chomsky ha affermato che gli Stati Uniti stanno minacciando la pace nel mondo e che bisogna evitare a tutti i costi la guerra con l’Iran.

Il noto scienziato politico Noam Chomsky rifiuta le misure aggressive degli Stati Uniti contro l’Iran e accusa Washington di aver condannato la pace nel mondo. “L’Iran, è regolarmente descritto come la più grande minaccia della pace nel mondo, negli Stati Uniti. L’opinione globale, tuttavia, differisce: questa considera gli Stati Uniti la più grande minaccia”, ha appena dichiarato l’intellettuale americano.

Chomsky ha sottolineato che è facile inventare pretesti per giustificare aggressioni ad altri paesi, e ritiene indispensabile evitare la guerra con l’Iran, prima che sia troppo tardi. In questo contesto, ha criticato gli avvertimenti dei leader politici americani, i quali hanno affermato che tutte le opzioni sono aperte per attaccare il paese persiano, mentre, in realtà, è lo stesso governo degli Stati Uniti che viola la Carta delle Nazioni Unite e il diritto internazionale.

ONU: l’assassinio di Soleimani da parte degli Stati Uniti viola il Diritto Internazionale

Secondo lo scienziato, gli USA cercano di controllare strategicamente il Medio Oriente, per le sue enormi riserve di petrolio, seguendo la politica che è stata praticata dalla fine della seconda guerra mondiale. Il presidente iraniano, in un comunicato ufficiale, ha avvertito che l’unilateralismo statunitense minaccia la sicurezza globale e ha invitato il mondo a costringere Washington a correggere i suoi errori.

Chomsky, riferendosi al ritiro degli Stati Uniti dall’ “Accordo nucleare iraniano”, raggiunto nel 2015, con il gruppo 5 + 1 (allora formato da Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Russia e Cina, oltre alla Germania), ha sottolineato che questo patto non è morto con la partenza di Washington dallo stesso, dal momento che non è un accordo bilaterale ma coinvolge sei potenze mondiali. Ha anche affermato che le altre parti dell’accordo restano impegnate a rispettare l’accordo e che, a suo avviso, guiderà gli Stati Uniti verso un isolamento più profondo nel contesto globale.

https://staticfanpage.akamaized.net/wp-content/uploads/2020/01/iraniani-bruciano-bandiera-638x425.jpg

Gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente nel 2018 dal trattato nucleare e quasi tutti i paesi del mondo, comprese le Nazioni Unite, l’Unione Europea (UE) e persino i partner statunitensi nel sestetto, hanno criticato la misura del presidente americano Donald Trump. L’UE, in particolare, afferma che sta sviluppando piani per salvaguardare l’accordo, sebbene ancora senza risultati plausibili, al fine di mantenere l’accordo ed evitare l’embargo degli Stati Uniti contro la nazione iraniana.

Fonte originale: Chomsky info

Traduzione: Luciano Lago

Fonte: https://www.controinformazione.info/chomsky-gli-stati-uniti-minacciano-la-pace-nel-mondo-dobbiamo-evitare-la-guerra-con-liran/

Libri e varie...
TERRORISMO OCCIDENTALE
di Noam Chomsky, Andrè Vltchek

Terrorismo Occidentale

di Noam Chomsky, Andrè Vltchek

Un dialogo a due per riflettere sulla situazione mondiale e sul terrorismo

L'Occidente si proclama campione della libertà e dichiara improbabili "guerre al terrorismo", ma è in verità il più grande artefice del terrore globale.

Ciechi, o accecati dalla propaganda, i cittadini europei e nordamericani sembrano ignorare completamente l'azione dei loro governi e delle loro multinazionali.

Eppure, è sotto gli occhi di tutti: dai tempi del colonialismo le potenze occidentali si adoperano costantemente per destabilizzare il resto del mondo, provocando genocidi, disastri ecologici, esodi di massa di intere popolazioni.

In un dialogo appassionato e appassionante, Noam Chomsky e Andre Vltchek, osservatori acuti e partecipi di ciò che accade in ogni angolo del globo, affrontano senza pregiudizi i peggiori crimini compiuti dall'Occidente dal secondo dopoguerra a oggi.

Muovendosi nelle diverse aree geopolitiche, dall'Europa orientale al Sudest asiatico all'Africa al Medio Oriente al Sudamerica, il grande studioso e il giornalista d'inchiesta svelano gli interessi dell'imperialismo europeo e nordamericano che sempre si celano dietro a guerre, massacri, miseria.

Ma se entrambi hanno dedicato la vita alla lotta, scontrandosi continuamente con la censura dei paesi "liberi", è perché sanno anche cogliere, nello scenario desolante del mondo governato dall'Occidente, motivi di rinnovamento e di speranza in un mondo finalmente libero dal terrore e dalle sue cause.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *