Missili Ucraini in Crimea e le Dichiarazioni shock di Tamila Tasheva

di Redazione Radioradio

Tamila Tasheva: “Quando riprenderemo la Crimea inseriremo nella lista nera circa 10.000 ucraini che hanno collaborato con le autorità russi e li puniremo.

Arriva nella tra il 16 e 17 luglio la notizia di due missili ucraini che si sono abbattuti sul ponte di Kerch in Crimea, il simbolo del controllo russo sulla Crimea a partire dal 2014.

L’attacco da parte delle forze armate di Zelensky con missili shadow di probabile provenienza britannica, rappresenta dunque il tentativo da parte dell’Ucraina di sferrare un colpo sul territorio occupato dai russi e di aprire una trattativa forzata. Un tentativo questo, di ridiscutere i termini e le condizioni sulla Crimea e tentare di riappropriarsi di un territorio difficile da riottenere con altri mezzi.

A seguito delle recenti notizie in merito al coinvolgimento delle forze armate ucraine in Crimea, la rappresentante permanente di Zelensky nella repubblica di Crimea, Tamila Tasheva, rilascia una sorprendente intervista a Newsweek, importante magazine americano, in cui dichiara: Quando riprenderemo la Crimea inseriremo nella lista nera circa 10.000 ucraini che hanno collaborato con le autorità russe e li puniremo. Si ritiene che centinaia di migliaia di cittadini russi si siano trasferiti in Crimea da quando le forze del presidente Putin hanno occupato la penisola. Ci sono tra i 500.000 e gli 800.000 mila cittadini russi attualmente residenti in Crimea, tutti coloro che sono entrati illegalmente saranno soggetti ad espulsione forzata”

Le dichiarazioni della Tasheva suscitano inquietudine ed assumono tutta l’aria di una “pulizia etnica” alla quale nessuno vorrebbe assistere.

Suppongo” continua la rappresentante di Zelensky “che i russi lasceranno la Crimea prima dell’arrivo delle forze armate, si aspettano che l’Ucraina faccia giustizia nei confronti di tutti i collaborazionisti e dei residenti illegali e cercheranno di scappare”

Appaiono fuori luogo dichiarazioni di questo tipo da parte delle autorità, in cui si comincia a parlare di punizioni e purghe ancor prima di aver effettivamente conquistato la Crimea (La pulizia etnica non ci sarà semplicemente perché non riusciranno mai a prendersi la Crimea. Anche questa è tutta propaganda per il popolino occidentale beota – nota di conoscenzealconfine).

Continuano, dunque, ad essere fomentati l’odio e la violenza tra due popoli fratelli che, molto probabilmente, non risaneranno mai più rapporti civili.

Articolo della Redazione Radioradio

Fonte: https://www.radioradio.it/2023/07/missili-ucraina-crimea-russia-guerra-tamila-tasheva/

GUARIRE IL FEGATO E LA CISTIFELLEA CON IL LAVAGGIO EPATICO
Il trattamento naturale più efficace per eliminare i calcoli e ritrovare il benessere attraverso la depurazione
di Andreas Moritz

Guarire il Fegato e la Cistifellea con il Lavaggio Epatico

Il trattamento naturale più efficace per eliminare i calcoli e ritrovare il benessere attraverso la depurazione

di Andreas Moritz

Si stima che il 20% della popolazione mondiale sviluppi un certo numero di calcoli biliari nella cistifellea nell’arco della propria vitae che gran parte di queste persone scelga di fare l’asportazione chirurgica di questo importante organo.

Nonostante la colecistectomia sia raramente necessaria e possa avere conseguenze devastanti sul lungo periodo, la maggior parte dei pazienti cede alle pressioni di medici e familiari in favore dell’intervento chirurgico...

...ma si può evitare di farlo?

Leggete questo libro e capirete che la risposta è: Assolutamente sì!

Come faccio a sapere se ho i calcoli?

Un vecchio detto recita: «L’esperienza val più della scienza», di conseguenza l’unico modo per scoprire da soli se soffrite di calcoli biliari è sottoporvi a un lavaggio epatico: vi accorgerete che rimuovendo tutti i calcoli i sintomi della malattia andranno scomparendo e il vostro stato di salute tornerà normale.

Il lavaggio del fegato e della cistifellea, tuttavia, non è una panacea per tutti i mali: ci sono altre cause di cattiva salute, come un’alimentazione inadeguata, abitudini irregolari legate al sonno, insufficiente esposizione alla luce del sole per ottenere la vitamina D e così via.

Benché la maggior parte di queste cause conducano alla formazione di calcoli biliari nel fegato, occorre prendersene cura anche separatamente, altrimenti il lavaggio epatico agisce soltanto come rimedio provvisorio e non migliora significativamente la salute (vedi da pag 111).

“Preparatevi a stare bene. Questo è molto più di un semplice libro: è un potente strumento di autoguarigione.”

Ecco rivelata la causa di una patologia molto frequente ma poco riconosciuta: la presenza di calcoli che congestionano i dotti biliari nel fegato.

Il fegato è l’organo responsabile della distribuzione e del mantenimento costante di “carburante” a tutto l’organismo. Agisce come una vera e propria stazione di depurazione che neutralizza gli effetti nocivi di tutto quello che ogni giorno ingeriamo.

I calcoli biliari, formando delle ostruzioni al suo interno, possono ridurre in maniera considerevole il funzionamento del fegato ed è per questo che la loro presenza impedisce un buono stato di salute e vitalità, oltre che essere una delle maggiori cause di malattia.

Oltre a illustrare le procedure pratiche per la pulizia di fegato, cistifellea, reni e intestino, Moritz spiega nei minimi dettagli l’origine di tutte le patologie più comuni e come prevenirle o farle regredire naturalmente.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *