Leonard Peltier: da 40 anni in prigione l’indiano d’America che difendeva il suo Popolo!

di Doriana Goracci

Dal 1492, il genocidio degli indiani d’America continua… sotto gli occhi e il silenzio di tutti!

Free Leonard Peltier

Il 26 giugno 1975, più di 40 anni fa, avvenne nella riserva indiana di Pine Ridge, il cosiddetto “incidente a Oglala“, quando al termine di una lunga e terribile sparatoria, morirono due agenti dell’FBI e un nativo della tribù dei Lakota.

In quegli anni gli indiani dell‘American Indian Movement morivano come mosche, la tensione era altissima, soprattutto nel Sud Dakota, ma per quelle morti non vi erano né indagini né colpevoli o responsabili…

Leonard Peltier, soprannominato il Nelson Mandela degli indiani d’America, da 40 anni e mezzo è invece nelle carceri di massima sicurezza degli USA. Sta pagando il prezzo delle lotte di quegli anni dell’American Indian Movement, quando una parte degli indiani cercò di reagire, un’ennesima volta, di fronte ai soprusi e alle ingiustizie del governo degli Stati Uniti e delle multinazionali pronte a espropriare e sfruttare le terre dei nativi.

Libri e varie...

Il Ritorno dei Popoli delle Stelle

di Ardy Sixkiller Clarke

IL RITORNO DEI POPOLI DELLE STELLE  - LIBRO
di Ardy Sixkiller Clarke

Per gli indiani d'America gli UFO sono i popoli delle stelle, gli antenati che hanno insegnato loro la vita e il rapporto con la natura. Incontrarli diventa un arricchimento in grado di aprire finestre su altre realtà.
 In questo bestseller, che rappresenta un documento ufologico unico e preziosissimo, l'autrice descrive gli incontri avvenuti tra gli indiani d'America e le razze aliene, a loro note come "i popoli delle stelle", attraverso una serie di racconti straordinari narrati da indiani di ogni classe ed estrazione sociale.
 Da questa raccolta di esperienze emerge per la prima volta una rappresentazione del mondo e degli UFO completamente diversa da quella occidentale, la quale non solo accetta come del tutto naturale l'esistenza dei popoli delle stelle, ma li considera addirittura i loro antenati. È un libro profondo e denso di significato che porta a riconsiderare completamente il fenomeno degli UFO e il modo di vivere gli incontri e i rapporti con gli alieni....

La Conoscenza Segreta degli Indiani d'America

Un mondo al contrario

di Enzo Braschi (Bisonte che corre)

LA CONOSCENZA SEGRETA DEGLI INDIANI D'AMERICA  - LIBRO
Un mondo al contrario
di Enzo Braschi (Bisonte che corre)

Un racconto scritto con miriade sapienza, da un profondo conoscitore della cultura "Indiana D'america."

 "Per noi un uomo è ciò che la natura o i suoi sogni decidono. È una cosa che riguarda solo lui" diceva un tempo un Uomo Sacro dei Lakota
  (Sioux).
 La conoscenza segreta degli Indiani d'America si focalizza sulla figura dei cosiddetti "Contrari", "Uomini Sacri" che vivevano, pensavano e agivano al contrario di tutti gli altri.
 Che li si chiami Heyoka, Chifone, Koshare, Hoxnoka, Koyemsi, i "Contrari" rappresentavano il fulcro delle culture tradizionali nativo-americane, avendo il compito di tenere in equilibrio la realtà attraverso un comportamento che solo in apparenza si mostrava illogico o assurdo.
 Essi avevano assoluto controllo sugli agenti atmosferici ed erano anche potenti guaritori.
 Per accezione più ampia, sviluppa anche il tema dei "Contrari" del mondo di sopra, i "Popoli delle Stelle", dei cerchi nel grano e di tutti quei segnali che ci stanno annunciando il loro ritorno tra noi.
 "Di tutti gli uomini sacri della nostra cultura, gli heyoka sono i più strani e misteriosi e forse i più importanti. Un tempo ce n'erano più di oggi, quando anche noi eravamo molti di più e... liberi. Oggi è sempre più difficile imbattersi in un vero contrario, ma io penso che i contrari esisteranno finché esisteremo anche noi"....

Il Cerchio Senza Fine

Fai rivivere l'indiano che è in te

di Enzo Braschi

IL CERCHIO SENZA FINE
Fai rivivere l'indiano che è in te
di Enzo Braschi

In un mondo dove è stato spezzato l'equilibrio tra Natura e Uomo, e che continua a soffocare l'Indiano che è in noi, l'Autore ci invita a lottare per farlo rivivere, perché sicuramente attorno a noi c'è ancora il Grande Spirito che aspetta di sentire il nostro cuore battere all'unisono.
 Partecipando come testimone alla Danza del Sole lakota nella riserva di Cheyenne River, Braschi ha raccolto testimonianze in loco e ha toccato con mano le condizioni di vita degli Indiani d'America.
 Ne emerge un quadro diverso e paralleo rispetto a quello che la cultura dominante ci ha tramandato: i Nativi, malgrado il genocidio, non sono estinti, non si trovano solo nei musei, non vegetano nelle riserve, ma lottano ora più che mai perché la loro voce possa farsi udire al di là dei ghetti in cui i bianchi li hanno segregati, mentre donano ai loro vincitori un'antichissima cultura altamente spirituale.  ...

Wakan Tanka - Il Grande Sacro

La via spirituale dei nativi americani

di Alessandro Martire

WAKAN TANKA - IL GRANDE SACRO
La via spirituale dei nativi americani
di Alessandro Martire

La storia, le tradizioni e i valori dei nativi americani - la venerazione per la Natura, il rispetto per i propri simili, il forte senso di appartenenza alla famiglia, alla comunità, alla nazione, la profonda ritualità che caratterizza le loro cerimonie - suscitano un interesse crescente perché suggeriscono un modo di affrontare l'esistenza diverso da quello contemporaneo, più ricco e in armonia con i cicli della Natura.
 Ma qual è la loro vera filosofia di vita? Come è potuta sopravvivere al loro eccidio-genocidio-etnocidio da parte dei conquistatori europei? Quali messaggi può ancora trasmettere a chi sia alla ricerca di una spiritualità meno corrotta e mondana di quella proposta dalle religioni tradizionali?
 I libri sull'argomento di certo non mancano, ma sono spesso incompleti e superficiali. Wakan Tanka. Il grande sacro di Alessandro Martire, senza dubbio uno dei massimi conoscitori europei della realtà dei nativi americani, offre finalmente al lettore una risposta esauriente a queste domande mediante una lettura anticonvenzionale della storia della "scoperta dell'America".
 Forte di un'esperienza compiuta in prima persona presso i Lakota Sioux e durata ben 28 anni, dopo aver analizzato criticamente l'assurda condotta dei bianchi che hanno usato il pretesto religioso di una fede ritenuta superiore per imporre ai nativi la loro cultura e la loro religione, l'autore presenta in questo libro un'importante documentazione - tra storia e folclore, religione e antropologia - sulla vita spirituale degli indiani, che considera un modello praticabile anche nella nostra società....

Il Cerchio Senza Fine

Fai rivivere l'Indiano che è in te

di Enzo Braschi (Bisonte che corre)

IL CERCHIO SENZA FINE - LIBRO
Fai rivivere l'Indiano che è in te
di Enzo Braschi (Bisonte che corre)

La storia dei nativi americani è molto diversa da quella che siamo sempre stati abituati a conoscere. In un modo sempre più lontano dal vivere secondo natura, la loro cultura altamente spirituale è fondamentale per aiutarci a ritrovare l'equilibrio.
 Partecipando come testimone alla Danza del Sole Iakota nella riserva di Cheyenne River, Enzo Braschi ha raccolto testimonianze in loco e ha toccato con mano le condizioni di vita degli Indiani d'America. 
 I Nativi, malgrado il genocidio, non sono estinti, non si trovano solo nei musei, non vegetano nelle riserve, ma lottano ora più che mai perché la loro voce possa farsi udire al di là dei ghetti in cui i bianchi li hanno segregati, mentre donano ai loro vincitori un'antichissima cultura.
 In un mondo che continua a soffocare l'Indiano che è in noi, L'autore ci invita a lottare per farlo rivivere, perché sicuramente attorno a noi c'è ancora il Grande Spirito che aspetta di sentire il nostro cuore battere all'unisono....

Nuovo Mondo

Errori, orrori e furori della colonizzazione delle Americhe

di Alessandro Martire

NUOVO MONDO
Errori, orrori e furori della colonizzazione delle Americhe
di Alessandro Martire

"La mia gente Lakota Sioux ed i miei fratelli del Continente della Tartaruga (questo il nome con cui i popoli nativi designano l’entità geografica che noi conosciamo come Americhe) sono ‘gravemente malati’ e stanno per scomparire con tutta la loro storia e spiritualità, fatta di tradizioni secolari, saggezza ancestrale e ‘rimedi ecologici’ attualissimi”.
 È il meccanismo infernale attraverso cui si è giunti, nel corso di cinquecento anni di “orrori, errori e furori”, a un simile stato di cose, quello che Alessandro Martire intende portare a conoscenza del pubblico dei lettori con questo suo nuovo libro. E lo fa risalendo il corso della storia a partire nientemeno che dalla vita e dall’opera di un suo diretto antenato vissuto nel XV secolo, Pietro Martire di Anghiera.
 Fin dagli inizi della cosiddetta “scoperta dell’America” infatti, i governi europei, sotto l’egida della cristianità, hanno da sempre cercato di incoraggiare e spingere i nativi ad abbandonare il loro ancestrale modello di vita culturale, sociale e politico, in favore del nuovo “superiore” modello dell’uomo bianco, determinando così con le loro leggi, ma anche troppo spesso con la pura forza bruta, il tragico destino di oltre 500 Nazioni native e la scomparsa di oltre 70 milioni di abitanti originari del Continente della Tartaruga.
 Un genocidio questo che non ha forse paragoni nella storia, dal momento che come scrive il Dott. Brunetto Chiarelli dell’Università di Firenze nella sua prefazione al libro: “per una popolazione mondiale di circa 450 milioni di persone, sterminarne 70 milioni in 80 anni, è come sterminarne oggi, nel volgere della vita di un uomo, più di un miliardo”....

Gli stessi giudici ammisero, alla fine, che non vi erano prove che fosse stato Peltier ad uccidere i due agenti dell’FBI, ma qualcuno doveva pagare, e Leonard Peltier con l’accusa di favoreggiamento entrò in carcere a 31 anni. Ora ne ha più di 70 e le sue condizioni di salute non sono certo buone. Secondo la legge statunitense potrebbe uscire a 92 anni. Quando Bill Clinton, a fine mandato, stava per firmarne la liberazione, 500 agenti dell’FBI manifestarono davanti alla casa bianca e Clinton non firmò.

Leonard Peltier

Leonard Peltier

I nativi di quel continente vivevano in equilibrio con la natura, ma furono massacrati e tutte le ricchezze della terra e del sottosuolo furono preda degli uomini bianchi. Chiediamo a tutti voi che state leggendo di fare in modo che il nome di LEONARD PELTIER torni a essere noto. Che si rompa il silenzio che permette che questa ingiustizia continui. Libertà per Leonard Peltier, come per Mumia Abu-Jamal, malato grave, da 33 anni nelle carceri Usa.

L’ attore Robert Redford gli ha dedicato un documentario televisivo e lo scrittore Peter Matthiessen, il biografo di Cavallo Pazzo, un libro di 600 pagine. Amnesty International lo ha definito un prigioniero politico, e le Nazioni Indiane lo considerano il Nelson Mandela pellerossa.

Io sono chiunque

Io sono chiunque
sia morto
senza una voce
né una preghiera
né una speranza
né una opportunità…
Chiunque abbia sofferto
perché è indiano
perché è umano,
perché è indigeno, 
perché è libero,
perché è Altro
perché è impegnato….
Io sono chiunque di loro.
Ciascuno di loro.
Sì.
Perfino te.
Io sono ciascuno.

Leonard Peltier

 

Articolo di Doriana Goracci – Testo trascritto da una mail privata ricevuta da Andrea De Lotto, insegnante italiano residente in Spagna, che da anni lotta per i diritti umani di persone come Leonard Peltier

Fonte: http://www.agoravox.it/Liberta-per-Leonard-Peltier.html

Libri e varie...

La Saggezza degli Indiani d'America

Versione nuova

di Kent Nerburn

LA SAGGEZZA DEGLI INDIANI D'AMERICA
Versione nuova
di Kent Nerburn

Le massime, gli insegnamenti e i discorsi dei grandi capi e delle figure più autorevoli fra i nativi americani permettono al lettore di cogliere la profondità e la purezza della loro filosofia, di apprezzareil modo in cui affrontavano i piccoli e grandi problemi dell'esistenza (il cibo, la caccia, la religione, il rapporto con la natura, la guerra e la morte), e di conoscere le vicissitudini che li hanno portati prima ad accogliere e poi a combattere l'uomo bianco, il quale li ha privati della terra e relegati nelle riserve.
 Le parole dei nativi possiedono una saggezza, un'intensità e un'energia ancora capaci di sorprenderci, rasserenarci, rinvigorirci.
 Come afferma Kent Nerburn, "esse sembrano assumere una "vita propria, nella quale i ritmi  e le cadenze creano una profusione di immagini e armonie, finchè non avvertiamo il battito del cuore dell'autore e non percepiamo la linfa vitale dell'esperienza che contengono".
 In questo libro il lettore troverà un'ampia selezione dei pensieri degli Indiani d'America, con una speciale attenzione alle parole di tre dei loro più grandi capi (Red Jacket, Joseph e Seattle), e di una delle figure più intriganti della storia indiana, Ohiyesa.
 "Tutte le cose sono legate. Ciò che accade alla terra, accade ai figli della terra"
Capo Seattle
 "Siamo tutti poveri perchè siamo tutti onesti"
Cane Rosso
 "Nerburn conosce l'anima di noi Indiani, come forse nessun altro scrittore non nativo."
Sicangu Lakota
 "Il libro di Kent Nerburn è un regalo, che siamo onorati di ricevere e obbligati a diffondere."
Steven R. Heape, cittadino della nazione Cherokee
 Kent Nerburn - Anteprima - La Saggezza degli Indiani d'America Gli indiani d'America (parte I) L'apprendimento
 Ai bambini si insegnava che la vera cortesia doveva essere espressa con le azioni piuttosto che con le parole. Era loro proibito frapporsi tra il fuoco e una persona anziana o un ospite, parlare mentre altri parlavano, prendere in giro una persona deforme o sfigurata. Se un bambino lo faceva senza volere, uno dei genitori lo rimproverava subito sottovoce.
Espressioni come "scusate", "perdonatemi" e "mi dispiace", che ora sono usate spesso alla leggera e inutilmente, non esistono nella lingua Lakota. Se per sbaglio qualcuno feriva o creava disturbo a qualcun altro, diceva la parola wanunhecun, "errore". Questo era sufficiente per indicare che non intendeva essere scortese e che ciò che era accaduto era un incidente.
 Continua a Leggere Kent Nerburn - Anteprima - La Saggezza degli Indiani d'America...

La Danza del Sole

La cerimonia sacra degli indiani delle grandi pianure

di Marco Massignan

LA DANZA DEL SOLE
La cerimonia sacra degli indiani delle grandi pianure
di Marco Massignan

Il più grande evento rituale del calendario sacro delle tribù native americane delle grandi pianure.
 
 - La Sun Dance come cerimonia di purificazione collettiva 
 - Le origini mitiche e storiche della danza 
 - L'albero e la capanna del Sole 
 - L'attuale riscoperta dell'antico cerimoniale presso le tribù indiane...

Lakota

Tradizioni e riti

di James R. Walker

LAKOTA
Tradizioni e riti
di James R. Walker

Il volume presenta una raccolta dei documenti più importanti, scelti tra centinaia di pagine di note, interviste, testi e saggi che James Walker raccolse durante i diciotto anni trascorsi alla riserva indiana di Pine Ridge fra i Sioux Oglala.
 Dal 1896 al 1914 egli raccolse documenti relativi a quasi tutti gli aspetti dell'antico modo di vivere dei Lakota e inoltre persuase alcuni di loro a lasciarsi intervistare: pur essendo inizialmente del tutto estraneo agli Oglada, diventò poco a poco un amico fidato, grazie alla propria opera di medico e all'interesse che manifestò nei confronti della cultura tradizionale....

Nuovo Mondo

Errori, orrori e furori della colonizzazione delle Americhe

di Alessandro Martire

NUOVO MONDO
Errori, orrori e furori della colonizzazione delle Americhe
di Alessandro Martire

"La mia gente Lakota Sioux ed i miei fratelli del Continente della Tartaruga (questo il nome con cui i popoli nativi designano l’entità geografica che noi conosciamo come Americhe) sono ‘gravemente malati’ e stanno per scomparire con tutta la loro storia e spiritualità, fatta di tradizioni secolari, saggezza ancestrale e ‘rimedi ecologici’ attualissimi”.
 È il meccanismo infernale attraverso cui si è giunti, nel corso di cinquecento anni di “orrori, errori e furori”, a un simile stato di cose, quello che Alessandro Martire intende portare a conoscenza del pubblico dei lettori con questo suo nuovo libro. E lo fa risalendo il corso della storia a partire nientemeno che dalla vita e dall’opera di un suo diretto antenato vissuto nel XV secolo, Pietro Martire di Anghiera.
 Fin dagli inizi della cosiddetta “scoperta dell’America” infatti, i governi europei, sotto l’egida della cristianità, hanno da sempre cercato di incoraggiare e spingere i nativi ad abbandonare il loro ancestrale modello di vita culturale, sociale e politico, in favore del nuovo “superiore” modello dell’uomo bianco, determinando così con le loro leggi, ma anche troppo spesso con la pura forza bruta, il tragico destino di oltre 500 Nazioni native e la scomparsa di oltre 70 milioni di abitanti originari del Continente della Tartaruga.
 Un genocidio questo che non ha forse paragoni nella storia, dal momento che come scrive il Dott. Brunetto Chiarelli dell’Università di Firenze nella sua prefazione al libro: “per una popolazione mondiale di circa 450 milioni di persone, sterminarne 70 milioni in 80 anni, è come sterminarne oggi, nel volgere della vita di un uomo, più di un miliardo”....

La Visione Sacra degli Indiani d'America (eBook)

Spiritualità Indiana 1

di Giulio Fanin

LA VISIONE SACRA DEGLI INDIANI D'AMERICA (EBOOK)
Spiritualità Indiana 1
di Giulio Fanin

La tradizione culturale e spirituale degli indiani d'America ha origini millenarie.
 Per un indiano l'unione con il divino è davvero realizzabile, da questa vita e in questa vita.
 La storia dei nativi d'America è anche drammatica narrazione di un genocidio, di uno sterminio di massa. Un'eliminazione pianificata che non ha risparmiato gli elementi di un'identità culturale capace di attrarre e affascinare, per mezzo delle scarse tracce giunte fino a noi, con la potenza e la forza di una visione dell'uomo e della natura, del sacro e del trascendente, di tutto ciò che si pone oltre i limiti della conoscenza razionale, in accordo con quell'anelito, quel bisogno incoercibile di ricerca del significato o dei significati della Vita e del Tutto che, oggi come allora, qui come là, ispirano e guidano anche la cultura e la civiltà occidentali.
 I due ebook che compongono la serie sulla spiritualità degli indiani d'America ti condurranno all'interno di quel meraviglioso mondo spirituale per restituirti almeno una parte del fascino caleidoscopico e immortale che esprime questa meravigliosa civiltà, interconnessa e integrata al divino della natura....

Il Ritorno dei Popoli delle Stelle

di Ardy Sixkiller Clarke

IL RITORNO DEI POPOLI DELLE STELLE  - LIBRO
di Ardy Sixkiller Clarke

Per gli indiani d'America gli UFO sono i popoli delle stelle, gli antenati che hanno insegnato loro la vita e il rapporto con la natura. Incontrarli diventa un arricchimento in grado di aprire finestre su altre realtà.
 In questo bestseller, che rappresenta un documento ufologico unico e preziosissimo, l'autrice descrive gli incontri avvenuti tra gli indiani d'America e le razze aliene, a loro note come "i popoli delle stelle", attraverso una serie di racconti straordinari narrati da indiani di ogni classe ed estrazione sociale.
 Da questa raccolta di esperienze emerge per la prima volta una rappresentazione del mondo e degli UFO completamente diversa da quella occidentale, la quale non solo accetta come del tutto naturale l'esistenza dei popoli delle stelle, ma li considera addirittura i loro antenati. È un libro profondo e denso di significato che porta a riconsiderare completamente il fenomeno degli UFO e il modo di vivere gli incontri e i rapporti con gli alieni....
LA DANZA DEL SOLE
Cerimonia sacra della cultura Lakota (Sioux)
di Marco Massignan

La Danza del sole ha un ruolo centrale nella religiosità degli indiani delle praterie, ed è la più importante delle loro cerimonie sacre. Questo libro la colloca in particolare nella cultura Lakota (Sioux), partendo dall'analisi di questa società e delle sue tradizioni, per passare all'esame delle origini della Danza del Sole, che vengono ricercate nei contatti con le antiche popolazioni messicane e con i loro miti collegati alle stelle, e delineando la sua storia presso le varie tribù che la adottarono, fino agli anni in cui il governo degli Stati Uniti la proibì, e alla sua impressionante rinascita - dopo un lungo periodo in cui venne praticata in segreto - negli ultimi decenni, quando si è trasformata in strumento di lotta per la difesa del diritto al mantenimento e al rispetto delle proprie radici culturali e per la riappropriazione di un'identità indiana.
 L'opera culmina con un'ampia e precisa descrizione dello svolgimento della Danza del Sole, cui l'autore ha assistito nel 1993, e si cpncjude con un capitolo di presentazione delle condizioni di vita dell'indiano americano moderno, nel quadro della problematica del razzismo e della difesa dei diritti civili. È corredata da numerose fotografie, inedite in Italia, eseguite prima che dagli stessi protagonisti venisse imposto il divieto assoluto di riprendere le cerimonie....

La Danza del Sole

Cerimonia sacra della cultura Lakota (Sioux)

di Marco Massignan

La Danza del sole ha un ruolo centrale nella religiosità degli indiani delle praterie, ed è la più importante delle loro cerimonie sacre. Questo libro la colloca in particolare nella cultura Lakota (Sioux), partendo dall'analisi di questa società e delle sue tradizioni, per passare all'esame delle origini della Danza del Sole, che vengono ricercate nei contatti con le antiche popolazioni messicane e con i loro miti collegati alle stelle, e delineando la sua storia presso le varie tribù che la adottarono, fino agli anni in cui il governo degli Stati Uniti la proibì, e alla sua impressionante rinascita - dopo un lungo periodo in cui venne praticata in segreto - negli ultimi decenni, quando si è trasformata in strumento di lotta per la difesa del diritto al mantenimento e al rispetto delle proprie radici culturali e per la riappropriazione di un'identità indiana.

L'opera culmina con un'ampia e precisa descrizione dello svolgimento della Danza del Sole, cui l'autore ha assistito nel 1993, e si cpncjude con un capitolo di presentazione delle condizioni di vita dell'indiano americano moderno, nel quadro della problematica del razzismo e della difesa dei diritti civili. È corredata da numerose fotografie, inedite in Italia, eseguite prima che dagli stessi protagonisti venisse imposto il divieto assoluto di riprendere le cerimonie.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*