• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

La Commissione Europea Adotta il Passaporto Europeo dell’Identità Digitale

Giovedì 7 dicembre la Commissione Europea ha votato a favore del regolamento per lo “sviluppo di un quadro per l’identità digitale europea”.

Tutto ciò che manca è il voto finale del Parlamento il prossimo febbraio affinché l’UE adotti un’identità digitale. Presentato come un semplice strumento pratico per accedere ai servizi pubblici online, il progetto consentirà soprattutto di monitorare tutte le azioni dei cittadini.

L’8 novembre i membri del Parlamento e del Consiglio europeo hanno concordato il testo. Questo giovedì 7 dicembre 35 membri della Commissione hanno votato a favore della sua adozione (13 contrari, 6 astenuti).

L’eurodeputata Virginie Joron (Identità e Democrazia) e l’eurodeputato olandese Rob Roos (Gruppo dei Conservatori e Riformisti europei) hanno indicato su X di aver votato contro.

I Pericoli del Regolamento eIDAS

Con l’aiuto del regolamento eIDAS (Identificazione elettronica, autenticazione e servizi fiduciari), verrà presto creato un portafoglio di identità digitale. Permetterà ai cittadini dei 27 Stati membri di autenticarsi su Internet per accedere a servizi pubblici e privati, condividere e firmare elettronicamente documenti.

Presentato come uno strumento semplice e pratico, questo portafoglio può archiviare soprattutto i dati biometrici dei cittadini, il che non è privo di pericoli.

Come ha sottolineato Rob Roos l’8 novembre, il commissario europeo Thierry Breton non ha nascosto le sue intenzioni di collegare il portafoglio di identità digitale al portafoglio digitale dell’euro. Con un sistema del genere sarebbe tecnicamente possibile tracciare le transazioni dei cittadini e, quindi, vietarne alcune…

Altrettanto preoccupante è il fatto che il Consorzio POTENZIAL, selezionato dopo il bando di gara della Commissione per l’avvio del progetto, non intende soltanto gestire l’accesso ai servizi pubblici online e le firme elettroniche. Il suo prototipo consente l’apertura di un conto bancario online, la creazione di linee telefoniche tramite SIM card, la dematerializzazione delle patenti di guida e delle ricette mediche digitali.

Presentato come un modo per semplificare la vita digitale degli europei, questo regolamento in realtà delinea i contorni di una società di sorveglianza in stile cinese. Il voto finale affinché questo testo venga adottato definitivamente si svolgerà il prossimo febbraio in Parlamento e sarà decisivo.

Fonte: https://newsacademy.it/news/2023/12/09/la-commissione-europea-adotta-il-passaporto-europeo-dellidentita-digitale/

LEGGERE LA PELLE DEL VISO
Impara ad amarti attraverso i messaggi delle piante e la cosmesi autoprodotta
di Lucia Cuffaro, Lucilla Satanassi

Leggere la Pelle del Viso

Impara ad amarti attraverso i messaggi delle piante e la cosmesi autoprodotta

di Lucia Cuffaro, Lucilla Satanassi

Questo libro è un invito a Leggere la pelle del viso con uno sguardo e una consapevolezza nuovi.

Sul nostro volto vi è una vera e propria mappatura di segni, da osservare con il giusto tempo per comprenderne i significati più profondi.

“La pelle è la nostra prima casa, un involucro che ci protegge e che ci apre al contatto col mondo esterno. È la sacra pergamena su cui si scrive la nostra storia, quella interna di viscere e organi vitali, quella interiore di onde emotive e rotoli di pensieri.

Ma pure quella esterna di relazioni e sguardi, di interazione con energie vitali o fonti di inquinamento, di atmosfere rivitalizzanti e fresche o raggi solari di varia intensità.

La pelle è un'opera di scrittura, una mappa dove tutto viene registrato e trascritto”.

La pelle del viso ci parla

La pelle, e in particolare quella del viso, è infatti un organo così ricettivo da essere colpito non solo da squilibri fisici, ma anche da somatizzazioni di natura emotiva e psicologica.

Per questo tutto ciò che “contatta” la pelle del viso dovrebbe essere delicato, naturale e non invasivo. Abbiamo più che mai il dovere e la possibilità di scegliere quello che davvero può farci bene, dentro e fuori, anche nelle pratiche quotidiane della detersione e della cosmesi, o in quelle di cura dei disturbi dermatologici.

Il manuale contiene:

  • il test per l’individuazione dei biotipi cutanei
  • un metodo originale per la scelta del fiore di Bach adatto al nostro tipo di pelle e di disturbo cutaneo
  • beauty routine personalizzate per i vari tipi di pelle
  • ricette di autoproduzione cosmetica
  • una lettura psicosomatica dei più comuni disturbi della pelle, con tanti consigli su come intervenire in modo naturale
  • pillole di saggezza erboristica sull’uso delle erbe nella cosmesi
  • consigli pratici su come valorizzare la pelle del nostro viso grazie allo studio dei fototipi e dell’armocromia

Vogliamo imparare a prenderci cura della nostra pelle partendo da dentro, da come stanno le nostre emozioni e i nostri pensieri.

"Alla bellezza che siamo, non a quella che vorremmo avere."

Vi proponiamo con questo volume un nuovo approccio culturale, quello del bell-essere naturale, un metodo legato alla bellezza dell’essere, che si contrappone alla moda della bellezza artificiale.

"Lo viso mostra lo color del cuore." - Dante Alighieri

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *