Keir Starmer e il Famigerato Pedofilo Britannico Jimmy Savile

Nell’ottobre 2012, un documentario rivelava come il veterano personaggio dei media britannico Jimmy Savile, abitualmente abusava sessualmente di ragazze minorenni vulnerabili. Keir Starmer deve affrontare un riesame accurato sulle accuse di aver protetto Jimmy Savile.

Jimmy Savile: I said he was a healer. He was a destroyer

Mentre il nuovo Primo Ministro del Regno Unito, allineato all’intelligence, si insedia al potere, riemergono le domande su come i file cruciali sul famigerato pedofilo britannico Jimmy Savile, siano scomparsi sotto il suo controllo.

Tutto questo, mentre una quantità di segnalazioni di abusi, che abbracciano decenni, e inchieste ufficiali su molteplici istituzioni a cui Savile era collegato, vengono alla ribalta. Ad oggi, la piena portata dei suoi crimini e il numero totale delle sue vittime sono sconosciuti.

È stato tuttavia confermato, che la BBC, l’NHS, la polizia britannica e molti giornalisti, fossero pienamente a conoscenza delle sue perversioni pedofile e necrofile ben prima della sua morte. Nel tempo, ci sono state molteplici “opportunità mancate” per fermare i crimini sessuali su scala industriale di Savile.

In modo più sostanziale, nel 2007 la polizia contattò un certo numero di donne che si erano fatte avanti per testimoniare come fossero state aggredite e violentate da Savile, portando la star ad esser messa sotto torchio dalla polizia, in merito alle accuse. Quell’indagine fu tuttavia chiusa e mai riconosciuta pubblicamente…

I dettagli su come l’indagine sia stata silurata non sono emersi fino a molto tempo dopo, implicando sia gli ufficiali inquirenti che il Crown Prosecution Service (CPS). Il CPS era a quel tempo guidato da Keir Starmer, ora Primo Ministro di Sua Maestà.

Come precedentemente documentato da The Grayzone, il nuovo premier britannico ha un profondo e duraturo rapporto con l’establishment della sicurezza nazionale di Londra, e con l’apparato di sicurezza di intelligence, così come con l’élite della “Commissione Trilaterale”.

Ha guidato il CPS, quando il Servizio proteggeva le spie dell’MI5 e dell’MI6 dall’accusa di tortura, e ha cospirato per sostenere un falso caso di stupro contro Julian Assange.

Il CPS ha distrutto e-mail chiave, relative a questo sotterfugio, che è servito a tenere il fondatore di WikiLeaks asserragliato nell’ambasciata ecuadoriana, mentre affrontava l’estradizione in Svezia, quando i procuratori di entrambi i paesi sapevano che le accuse non avevano fondamento.

Durante questo periodo, il Servizio ha anche distrutto tutti i registri dei quattro viaggi di Starmer a Washington DC. Potrebbe non essere una coincidenza che ogni file su Savile in possesso del CPS sia scomparso, in violazione del protocollo di base. Per dirla con un eufemismo, Starmer ha domande chiare e serie a cui rispondere su ciò che sapeva dei crimini di Savile, e sul ruolo che lui e la sua agenzia di allora hanno avuto nel mantenere lontano dalla giustizia il pedofilo seriale e necrofilo Savile.

Gli stessi media britannici che hanno alimentato le ambizioni di Starmer, lo hanno caparbiamente protetto da un esame critico sulla questione.

Tuttavia, nel febbraio 2022, durante una giostra parlamentare, l’ex Primo Ministro caduto in disgrazia Boris Johnson, accusò Starmer di aver trascorso il suo tempo come capo del CPS “perseguendo i giornalisti e non perseguendo Jimmy Savile”.

La bordata scatenò una tempesta pubblica, con politici britannici di tutti i partiti e tutti i media mainstream in fila, per condannare i commenti del premier come una diffamazione ripugnante. Un membro anziano dello staff di Downing Street si dimise disgustato. La pressione divenne così forte, che Johnson dovette ritrattare i suoi commenti nel giro di tre giorni.

Tuttavia, resta il fatto che Starmer era Direttore delle Pubbliche Prosecuzioni, quando le autorità britanniche possedevano prove convincenti degli efferati crimini sessuali commessi da Savile per molti anni…

Riferimenti: https://thegrayzone.com/2024/07/06/keir-starmer-scrutiny-protected-savile/

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://t.me/Liberaveritas2

GUADAGNARE SENZA LAVORARE
Manuale pratico. Come sfruttare a proprio vantaggio le opportunità che offre il sistema finanziario
di Francesco Narmenni

Guadagnare Senza Lavorare

Manuale pratico. Come sfruttare a proprio vantaggio le opportunità che offre il sistema finanziario

di Francesco Narmenni

Con questo libro Francesco Narmenni, già autore di "Diventare Invisibili" e "Smettere di Lavorare", vuole metterti a disposizione un bagaglio culturale importantissimo, che può letteralmente aiutarti a realizzare i tuoi sogni.

"Guadagnare Senza Lavorare" è un manuale pratico che ti insegna a sfruttare i mercati finanziari per generare una rendita solida nel tempo e resistente alle crisi che ciclicamente colpiscono l'economia globale.

Ti aiuta a scegliere i prodotti finanziari più adatti ai tuoi obiettivi, come comprarli in totale autonomia e monitorare nel tempo i tuoi investimenti.

Diventa il consulente finanziario di te stesso! Risparmierai moltissimo denaro e potrai migliorare notevolmente la tua situazione economica. Potrai persino vivere di rendita...

Investire è molto più semplice di come ti hanno sempre fatto credere. Non hai bisogno di comprendere arcani meccanismi, non devi stare tutto il giorno davanti a uno schermo o eseguire calcoli complicati. Prova invece a moltiplicare i tuoi risparmi in modo esponenziale grazie a collaudate strategie fuori dagli schemi.

"Per anni sono stato un gran risparmiatore, ma un pessimo investitore ed è un vero peccato perché, se qualcuno mi avesse spiegato quanto descritto in questo libro, probabilmente mi sarei licenziato molto prima.

Avevo forti pregiudizi nei confronti dei mercati finanziari, credevo si trattasse di un azzardo, un modo estremamente rischioso per tentare di moltiplicare il proprio denaro, ma mi sbagliavo.

Come molti, ero caduto vittima della narrazione distorta dei guru del trading, che ci fanno credere che investire significhi analizzare complicati grafici o prevedere gli andamenti di Borsa, mentre le banche hanno tutto l'interesse a fare apparire complicati dei concetti che, in realtà, sono piuttosto semplici. D'altronde, se tutti investissimo autonomamente, loro non potrebbero più fare palate di soldi sulla nostra ignoranza finanziaria.

Quando ho compreso che è possibile guadagnare sfruttando il sistema, ho capito la grossa opportunità che avevo perduto fino ad allora.

Così ho cambiato direzione e iniziato a moltiplicare il denaro che avevo risparmiato, costruendo una solida stabilità economica.

Per evitare che altri commettano il mio errore, cioè perdere soldi senza accorgersene, senza ottimizzare i guadagni, ho deciso di scrivere questo manuale pratico, utile a coloro che vogliono imparare come investire in totale autonomia, ovvero diventare consulenti finanziari di se stessi."

Francesco Narmenni

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *