Il Colonnello Jacques Amiot a Macron: “Signori, non vi saluto perché un Soldato non saluta mai i Criminali”

Un altro Ex Ufficiale delle Forze Armate francesi invia apertamente un messaggio al Governo francese, e al burattino dei Rothschild, Emmanuel Macron.

Che a parlare siano ufficiali in pensione, non deve essere visto con superficialità. Essi sono portatori di un messaggio che è più profondo e radicato di quanto appare. La rottura totale tra i popoli e le classi governative traditrici e criminali è vicina. Questa tirannia demoniaca anti umana si basa solo sulla incessante propaganda, sulla vile menzogna e la manipolazione sistematica delle masse, ma più si alza lo scontro più il loro campo di azione si restringe, la loro ipnosi si sta esaurendo, per questo bisogna colpire i servi mediatici per primi. (whitewolfrevolution.blogspot.com)

Messaggio del Colonnello Jacques Amiot

Besançon il 28 luglio 2021

Signor Presidente della Repubblica,

Signor Primo Ministro,

Signor Ministro della Salute,

Pourquoi mon chien éternue...o

“Qualunque cosa mi costi, non esito ad affermare che siete dei criminali e associo a questa accusa tutti coloro che vi sostengono nel vostro compito fatale: alcuni eletti, giornalisti (non sto generalizzando).

I vostri primi delitti risalgono all’inizio del 2020 quando, con decreto, si negava ai medici di medicina generale la possibilità di curare i propri pazienti con pretesti spuri. Da quel momento avete sulla coscienza decine di migliaia di morti perché molti dei nostri concittadini avrebbero potuto essere curati e salvati.

Vi sfido a dimostrare che mi sbaglio, perché le medicine in tutto il mondo hanno dimostrato di funzionare. All’inizio del 2020 è stato inoltre scoperto che la Clorochina, ampiamente utilizzata da più di 70 anni, soprattutto in Africa, era misteriosamente diventata un prodotto pericoloso. L’unico obiettivo di questa decisione del tutto illogica e riprovevole era riuscire a imporre un “vaccino” cercando di giustificare che non c’erano altre soluzioni.

La verità alla fine verrà alla luce; non sarete in grado di nasconderla a lungo. Da più di un anno il generale Delaward fa ricerche meticolose e pubblica analisi approfondite con le quali ha dimostrato che i paesi che praticano il trattamento precoce hanno in proporzione molti meno decessi della Francia; molto tardi anche l’Institut Pasteur ha appena confermato l’interesse per l’Ivermectina. Il generale ha anche dimostrato che la “pandemia” era ampiamente sopravvalutata e che poteva essere gestita in modo molto meno distruttivo. Altre malattie sono molto più mortali, ma se ne parla molto poco.

Siete delinquenti perché, sempre a causa di questo rifiuto delle cure, gli ospedali sono stati sovraffollati, le operazioni urgenti e le cure sono state rinviate con le conseguenze di numerosi decessi; per non parlare dell'”omicidio” di anziani da parte di Rivotril per mancanza di fondi dovuta alla vostra disattenzione.

Siete delinquenti perché, sempre per questo motivo, avete provocato il crollo dell’economia con conseguente disoccupazione di massa, suicidi…

Signori dell’esecutivo, io non sono antivaccino; da anni, con mia moglie, siamo stati vaccinati contro l’influenza e non critico chi viene “vaccinato” perché è una loro scelta che, spesso, è stata in gran parte provocata dalla propaganda mediatica. Non dobbiamo stupirci di questo atteggiamento di molti media, perché molti di questi sono proprietà di coloro che vi hanno spinti al potere, irrompendo e occupando posizioni, con l’aiuto effettivo del sistema giudiziario, che ha opportunamente squalificato il signor Fillon.

D’altronde è mostruoso voler iniettare a forza ai francesi prodotti, ancora in via di sperimentazione e di cui non si conoscono assolutamente gli effetti, soprattutto nel medio-lungo termine. I francesi, ai vostri occhi, non sono altro che cavie sottoposte alla buona volontà di potenti laboratori farmaceutici. Ovviamente state rispettando scrupolosamente la road map pianificata da tempo dai globalisti, la cui unica preoccupazione è imporre un “vaccino” per raccogliere miliardi di dollari.

Per imporre questa tabella di marcia, avete costantemente mentito ai francesi e governato diffondendo paure, casi clamorosi, ricoveri e morti ampiamente sopravvalutati. Le misure che avete deciso il 12 luglio sono il frutto dell’immaginazione di psicopatici tirannici. Siamo uno dei cinque paesi al mondo ad essere entrati in una tirannia più che draconiana. Che ne è della patria dei diritti umani?

Attraverso diverse letture ho capito che per imporre la governance mondiale, i globalisti dovevano eliminare preventivamente le nazioni sovrane. Avevo ancora un piccolo dubbio ma ora non ne ho più.

I signori Klaus Schwab, Jacques Attali, Georges Soros, Bill Gates, Anthony Faucy e molti altri non lo nascondono; per convincersene basta trovare le dichiarazioni e gli scritti di questi oligarchi che già si considerano i padroni del mondo. Con loro state dunque partecipando attivamente alla distruzione della Francia, e attualmente state preparando il colpo di stato della variante Delta, sicuramente non più letale delle precedenti, così da sottomettere un po’ di più il popolo.

Il Consiglio costituzionale e il Consiglio di Stato dimostrano che da loro non si può pretendere nulla; sono complici. Abbiamo capito che volete far sentire in colpa le persone non vaccinate e, soprattutto, che il vostro obiettivo principale è mettere i francesi uno contro l’altro. Spero che abbiano l’intelligenza per non cadere in questa trappola malvagia; altrimenti tutto può succedere.

Per me non è solo una questione di libertà di scelta ma, soprattutto, di preservare la mia integrità fisica e quella dei miei parenti. Dire che i “vaccini” non presentano gravi rischi è “chiaroveggenza” e non scienza.

Al vostro posto non starei zitto, perché la storia ha dimostrato che i tiranni e i loro collaboratori in genere finiscono molto male. Capisco che i francesi, forse ingenui e creduloni per alcuni, vogliano diventare deputati (è un buon posto). Capisco che i giornalisti vogliono mantenere il loro posto, ma molti dovrebbero stare attenti a non collaborare troppo con un potere che è diventato tirannico, perché rischiano di pagare un prezzo pesante. Osserviamo, prendiamo nota e vi teniamo sotto controllo.

Non vi saluto, perché un soldato non saluta i criminali”.

Colonnello Jacques Amiot

Traduzione: Gerard Trousson

Fonte: www.controinformazione.info

Libri e varie...
VACCINAZIONI: ALLA RICERCA DEL RISCHIO MINORE
Immunizzarsi della paura, scegliere la libertà
di Eugenio Serravalle

Vaccinazioni: alla Ricerca del Rischio Minore

Immunizzarsi della paura, scegliere la libertà

di Eugenio Serravalle

Un libro di dubbi, che analizza le fonti in modo scientifico, e lascia il lettore libero di dare la sua personale risposta alla domanda:

Vaccini SI o NO?

Dei 29 Paesi europei (i 27 dell'UE più Norvegia e Islanda) 15 non prevedono alcuna vaccinazione obbligatoria mentre gli altri 14 ne hanno almeno una.

L'Italia rientra in quest'ultimo gruppo, ma con la tendenza, negli ultimi anni, a un aumento del numero dei vaccini per ragioni non sempre riconducibili all'obiettivo di tutelare la salute dei bambini.

La vaccinazione dell'epatite B è stata resa obbligatoria nel 1992 dall'allora Ministro De Lorenzo, in seguito a una tangente pagata dalla ditta produttrice del vaccino; le ASL hanno di recente introdotto incentivi economici a favore dei medici per ogni vaccino somministrato; l'allarme meningite è stato lanciato l'anno in cui statisticamente si sono registrati meno casi; l'invenzione della presunta pandemia da parte di organismi internazionali preposti alla vigilanza della salute ha incrinato definitivamente la fiducia dell'opinione pubblica nella loro credibilità.

Oltre a fornire informazioni mediche che tutti i genitori dovrebbero possedere prima di vaccinare, Eugenio Serravalle ripercorre anomalie e problemi della politica sanitaria di questi ultimi decenni; a voce dei pazienti, quella di chi ha vissuto in prima persona le conseguenze devastanti di scelte sanitarie operate spesso senza cautela e senza tutele per le famiglie coinvolte.

Limitarsi alla denuncia non basta, e per questo l'autore vuole anche rispondere in modo puntuale e concreto alla domanda dei suoi pazienti: "Cosa farebbe, se fosse Ministro della Salute?"

...

3 commenti

  1. Grazie Colonnello, grazie a lei e a tutti quelli che riescono a forare con le loro parole questo muro vergognoso; la deriva delle costituzioni e della legalità! non si possono imporre con la forza trattamenti sanitari, sperimentali o meno! non si può impedire ai veri scienziati di parlare, né ai medici veri di curare. Guardiamo alla Francia per uscirne insieme: Liberté, Egualité, Fraternité!

  2. ROBERTO ZANELLA

    Loro hanno Monsieur Colonel Jacques Amiot, noi abbiamo tal Generale Furiere, Alpino in mimetica, con un petto a sinistra di piastrelline colorate, che non ha mai spiegato e per quali onorificenze conseguite. Un po’ come capitava di vedere per alcuni Generali Africani che poi fecero una brutta fine.

  3. Maria Teresa Marzilla

    Onore al Colonnello Jacques Amiot, che ha il coraggio di dire assordanti verità! Grazie di cuore da una cittadina italiana che ama la Francia e che per la verità e disposta anche a dare la vita. Maria Teresa Marzilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *