Da Nestlé a Danone: alti livelli di metalli pesanti nei prodotti per bambini (venduti consapevolmente negli Usa)

di Francesca Mancuso

Alti livelli di metalli pesanti tossici trovati in alcuni alimenti per bambini, anche in alcune linee biologiche. Il rapporto degli Stati Uniti.

Risultato immagini per alti livelli di metalli pesanti nei prodotti per bambini

Il cibo per bambini dovrebbe essere il più sano, il più controllato ma purtroppo non sempre è così. Una nuova indagine condotta da una sottocommissione della Casa Bianca ha scoperto che molti alimenti per l’infanzia contengono metalli pesanti e altre sostanze pericolose. E i produttori ne sono consapevoli.

Sono notizie inquietanti quelle che arrivano dagli Usa, dove una recente inchiesta ha scoperto che i migliori alimenti per bambini sono contaminati da livelli pericolosi di arsenico inorganico, piombo, cadmio e mercurio. Ma c’è di più: l’autoregolamentazione del settore non riesce a proteggere i consumatori poiché i produttori stabiliscono i propri standard interni, pericolosamente elevati, per i metalli pesanti tossici.

A pubblicare il dossier proprio ieri è stato Raja Krishnamoorthi, presidente del sottocomitato per la politica economica e dei consumatori. Secondo l’analisi, gli alimenti per bambini sono contaminati da livelli pericolosi di metalli pesanti tossici che mettono in pericolo lo sviluppo neurologico infantile e la funzione cerebrale a lungo termine.

“I produttori di alimenti per bambini occupano una posizione speciale di fiducia del pubblico. Ma i consumatori credono erroneamente che queste aziende non vendano prodotti non sicuri. Il rapporto dello staff del sottocomitato ha rilevato che questi produttori vendono consapevolmente alimenti per l’infanzia contenenti alti livelli di metalli pesanti tossici. Spero che le aziende si impegnino a produrre alimenti per bambini più sicuri. Indipendentemente da ciò, è tempo che sviluppiamo standard migliori per il bene delle generazioni future ha detto Krishnamoorthi.

Libri e varie...

L’Indagine

Test interni eseguiti sui marchi Gerber, un’unità di Nestlé, Nutrition Company, Nurture Inc., di Danone, che vende prodotti Happy Baby e Hain Celestial Group, Inc., che vende alimenti biologici, hanno mostrato livelli di metalli pesanti ben al di sopra dei limiti fissati dalla FDA e dall’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti, hanno scoperto gli investigatori del Congresso. Secondo lo studio, alcuni prodotti contenevano fino a 91 volte il livello di arsenico inorganico, fino a 177 volte il livello di piombo, fino a 69 volte il livello di cadmio e fino a 5 volte quello di mercurio consentito, ad esempio, per l’acqua in bottiglia.

Questi risultati sono multipli superiori a quelli consentiti dalle normative esistenti per altri prodotti. Ad esempio, la Food and Drug Administration ha fissato il massimo i livelli consentiti nell’acqua in bottiglia a 10 ppb di arsenico inorganico, 5 ppb di piombo e 5 ppb cadmio e l’Agenzia per la protezione ambientale ha ridotto il livello consentito di mercurio nell’acqua potabile a 2 ppb. I risultati dei test degli alimenti per bambini e dei loro ingredienti eclissano quei livelli: compresi i risultati fino a 91 volte il livello di arsenico, fino a 177 volte il livello di piombo, fino a 69 volte il livello di cadmio e fino a 5 volte il livello di mercurio” si legge nello studio. Poco importa, inoltre, se il cibo fosse biologico o meno. I livelli di metalli pesanti erano comunque alti.

Le Reazioni

La CNN ha contattato le quattro società per una reazione prima della pubblicazione del rapporto, che nessuna di loro aveva ancora visto. Gerber si è difeso e ha dichiarato alla CNN via e-mail, che tutti i nostri alimenti soddisfano i nostri standard di sicurezza e qualità, che sono tra i più severi non solo negli Stati Uniti, ma nel mondo. Gli alimenti Gerber sono supportati da una rigorosa supervisione a tutti i livelli del processo di crescita e di produzione dove attualmente non esistono standard governativi, sviluppiamo i nostri standard rigorosi applicando le più recenti linee guida sulla sicurezza alimentare“.

Beech-Nut Nutrition ha affermato di aver “stabilito standard di analisi dei metalli pesanti 35 anni fa e li rivediamo e rafforziamo continuamente ove possibile”. Inoltre, l’azienda sostiene di aver testato “ogni consegna di frutta, verdura, riso e altri ingredienti fino a 255 contaminanti per confermare che ogni spedizione soddisfa i nostri rigorosi standard di qualità. Se gli ingredienti non soddisfano i nostri standard, li rifiutiamo“.

Happy Baby, che fa parte di Happy Family Organics, ha risposto che la società “non vende prodotti che non sono stati rigorosamente testati e non ha prodotti sul mercato con gamme di contaminanti al di fuori dei limiti fissati dalla FDA.”

Hain ha risposto così dopo la pubblicazione: Siamo delusi dal fatto che il rapporto del Sottocomitato abbia esaminato dati obsoleti e non rifletta le nostre pratiche attuali. Earth’s Best ha costantemente sostenuto gli sforzi per ridurre i metalli pesanti presenti in natura dalle nostre riserve alimentari. Siamo pronti ad assistere gli sforzi del Sottocomitato verso questo obiettivo.”

Per la Food and Drug Administration (FDA) e l’Organizzazione mondiale, l’arsenico inorganico, il piombo, il cadmio e il mercurio sono metalli pesanti tossici pericolosi per la salute umana, in particolare per neonati e bambini, che sono i più vulnerabili ai loro effetti neurotossici. Anche bassi livelli di esposizione possono causare danni gravi e spesso irreversibili allo sviluppo del cervello.

“Attendo con impazienza l’attenta regolamentazione della FDA di questi metalli pesanti tossici negli alimenti per bambini, seguita da severi requisiti di conformità ed etichette obbligatorie per i consumatori” ha concluso Krishnamoorthi.

Clicca qui per leggere il rapporto

Articolo di Francesca Mancuso

Riferimenti: Oversight White House, CNN

Fonte: https://www.greenme.it/vivere/speciale-bambini/alimenti-bambini-metalli-pesanti/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *