Collasso dei Sistemi e salvezza dell’Anima

Una struttura complessa di controllo e sfruttamento dell’energia connaturata all’essere umano è in atto. Il quadro complessivo che emerge dalle sedute di ipnosi eterica condotte da alcuni validissimi ricercatori indipendenti, è al contempo coerente e convincente.

Tanti sono i soggetti che ne beneficiano, tutti caratterizzati da carenze, mancanze, menomazioni. Tali soggetti sono possessori di tecnologie incredibilmente avanzate, ma assai poveri in spirito e privi di emozioni ed energie.

Le emozioni umane sono proprio il loro cibo più desiderato, soprattutto quelle a bassa frequenza come odio, disperazione, rabbia. Essi attingono con i mezzi più disparati all’enorme ammontare energetico prodotto dalle sollecitazioni esterne verso gli esseri umani, giungendo persino a creare eventi artificiali pur di godere dell’energia sprigionata da un’emozione di massa. Pensiamo ad esempio ai fatti dell’11 Settembre ed al ritorno, in termini energetici, che tali esseri abbiano potuto ottenere.

Un enorme conflitto cosmico è in corso. Il sistema di sfruttamento e controllo è gerarchizzato e ben ramificato. Ogni mezzo è utilizzato pur di attingere all’energia umana. Ogni premio materiale è elargito a chi svolge il ruolo di kapò tra gli umani (e sono tantissimi!).

Ciò premesso, occorrerebbe uscire dai sistemi (tutti i sistemi) e rifugiarsi nel silenzio, alla riscoperta di noi stessi, del nostro peculiare ruolo in questa fase della battaglia eterna che ha le sembianze di uno scontro finale. Il pianeta Terra è al collasso, non certo per le manipolazioni umane ma per l’azione malevola delle forze predatrici.

Tutto è sotto pressione, i predatori sono in allarme, poiché ormai alcuni esseri umani sono in risveglio. Possiamo agevolmente notare come i sistemi, tutti i sistemi, stiano agendo in modo palesemente disumano per cercare di arginare il risveglio delle coscienze che, malgrado tutto e i molti, sta avvenendo.

Fonte: http://offskies.blogspot.it/2018/02/collasso-dei-sistemi-e-salvezza.html

Libri e varie...
DOMINION - LE ORIGINI ALIENE DEL POTERE
L'universo è la loro dimora. Il nostro pianeta è il loro campo di battaglia
di Piero Ragone

Dominion - Le Origini Aliene del Potere

L'universo è la loro dimora. Il nostro pianeta è il loro campo di battaglia

di Piero Ragone

Sirio, l'Occhio che Tutto Vede, simbolo della civiltà egizia ed emblema universale della Massoneria, è la Stella Azzurra che la tradizione esoterica associa a Jahweh, l'Elohim degli Ebrei.

Aldebaran, l'Occhio del Toro, l'Astro di Lucifero, l'Angelo Caduto, è la guida degli Illuminati che i vertici del Sistema di Controllo evocano per accedere a oscure conoscenze.

Due stelle, due mondi lontani dal nostro pianeta ma da sempre interessati alle sorti della Razza Umana, Sirio e Aldebaran sono divisi in Cielo dalla costellazione di Orione e separati sulla Terra dalla Linea Sacra dell'Arcangelo Michele, l'antico conne tra le popolazioni devote alla stella Sirio e le civiltà sottoposte al controllo dell'Occhio del Toro.

Sirio e Aldebaran, Jahweh e Lucifero, rivali tra le stelle e nemici sulla Terra, protagonisti in Cielo dell'eterna guerra tra Luce ed Ombra, si contendono il destino dell'Umanità, sospesa tra evoluzione e distruzione. Rivoluzionando il mondo della ricerca con una verità a lungo negata, Dominion cancella un secolo di menzogne e di fantasiose reinterpretazioni dei testi sacri, facendo denitivamente chiarezza su chi sono i nostri Creatori e chi i falsi dèi che hanno sedotto l'Umanità con vuote religioni e condotto il pianeta ad un passo dal baratro.

Con un linguaggio brillante, diretto e incisivo, Dominion rivela l'identità di coloro che operano per il Bene dell'Uomo e smaschera con coraggio i faccendieri dell'Oscurità, tiranni dell'informazione da troppo tempo padroni incontrastati delle nostre coscienze. Un'opera fondamentale, il segno di un cambiamento inarrestabile, Dominion è la risposta che tutti attendevano.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*