• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

“Hazbin Hotel”, la Nuova Serie di Amazon per far “Amare” Satana ai Bambini!

di Marcello Pamio
Le forze dell’ostacolo stanno accelerando su tutti i fronti, ma la gente non è in grado di vederle all’opera!
Nel palcoscenico dell’intrattenimento delle coscienze, oramai non c’è più alcuna differenza tra etichette: sono tutte oscene e devianti! Ecco a voi l’ultima serie “Hazbin Hotel” firmata Amazon e dedicata ai bambini! Narra la storia del povero Lucifero: un “sognatore con luminose idee per il creato”, ma “dai vecchi saggi del Paradiso era visto come un provocatore”. Quindi il poverello incompreso dai colleghi alati, un po’ troppo tradizionalisti, è finito sulla Terra per trombarsi Lilith, qui “i due sognatori ribelli si innamorarono perdutamente”. “Insieme bramavano di condividere la magia del libero arbitrio con l’umanità, e offrirono il frutto della conoscenza (mela)”

Vai all’articolo

L’Uomo che ha Distrutto l’Altare Satanico al Campidoglio dell’Iowa Accusato di “Crimine d’Odio”

Michael Cassidy, un veterano cristiano che ha decapitato un santuario satanico esposto nel palazzo del Campidoglio dello Iowa, è stato accusato di un «crimine d’odio».
Nel dicembre scorso, Cassidy, aveva decapitato un’idolo satanica collocato nell’edificio nel Campidoglio dell’Iowa dal gruppo noto come Satanic Temple e gettato il teschio di capra che fungeva da testa in un cestino.
Cassidy avrebbe affermato di aver intrapreso l’azione per «risvegliare i cristiani sugli atti anticristiani promossi dal nostro governo».
Invece di accusarlo semplicemente di reati minori, danni alla proprietà o atti di vandalismo, i pubblici ministeri della contea di Polk lo hanno accusato di un reato criminale di terzo grado, sostenendo che l’atto era “in violazione dei diritti individuali” secondo la legge sui crimini d’odio dell’Iowa, riporta il giornale locale Des Moines Register. In pratica, si tratta di un atto di discriminazione verso i satanisti…

Vai all’articolo