• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

L’Uomo che ha Distrutto l’Altare Satanico al Campidoglio dell’Iowa Accusato di “Crimine d’Odio”

Michael Cassidy, un veterano cristiano che ha decapitato un santuario satanico esposto nel palazzo del Campidoglio dello Iowa, è stato accusato di un “crimine d’odio”.

Nel dicembre scorso, Cassidy, aveva decapitato un’idolo satanico collocato nell’edificio nel Campidoglio dell’Iowa dal gruppo noto come “Satanic Temple” e gettato il teschio di capra che fungeva da testa in un cestino.

Cassidy avrebbe affermato di aver intrapreso l’azione per “risvegliare i cristiani sugli atti anticristiani promossi dal nostro governo”.

Invece di accusarlo semplicemente di reati minori, danni alla proprietà o atti di vandalismo, i pubblici ministeri della contea di Polk lo hanno accusato di un reato criminale di terzo grado, sostenendo che l’atto era “in violazione dei diritti individuali” secondo la legge sui crimini d’odio dell’Iowa, riporta il giornale locale Des Moines Register. In pratica, si tratta di un atto di discriminazione verso i satanisti.

Una dichiarazione dell’ufficio del procuratore della contea di Polk afferma che “le prove mostrano che l’imputato ha rilasciato dichiarazioni alle forze dell’ordine e al pubblico indicando che aveva distrutto la proprietà a causa della religione della vittima”.

Cassidy sta raccogliendo fondi per la sua difesa legale sulla sua pagina GiveSendGo, dove sta scritto che “tra i milioni di cristiani in questa nazione, Cassidy è stato il primo ad agire con coraggio e convinzione. Non era disposto a vedere Dio insultato, specialmente in un edificio in cui i legislatori dovrebbero onorare Gesù Cristo come Re e guardare alla sua legge per trovare saggezza mentre legiferano con giustizia e rettitudine“.

Come riportato da Renovatio 21, il Tempio Satanico anni fa fece notizia per aver precedentemente piazzato una statua del demonio con le fattezze del Bafometto (l’orrendo caprone alato ed androgino) che tiene sulle ginocchia due bambini. Più recentemente ha iniziato a promuovere “aborti rituali” (perché il feticidio, dicono, è un “diritto religioso”) nonché l’ora di religione satanica nelle scuole elementari.

Il Satanic Temple agisce in pratica come in una sorta di continuo trollaggio delle leggi americane, che permettono la libertà religiosa: loro ne approfittano per reclamare gli spazi della loro supposta religione, cioè il culto del demonio, che ovviamente coincide con l’agenda politica progressista: aborto, omotransessualismo (con effusioni gay sulle tombe di persone ritenute “omofobe”), e più in generale ogni possibile cancellazione della dimensione cristiana dalla società statunitense.

Come riportato da Renovatio 21, i seguaci del Tempio di Satana indicono eventi pubblici in cui bisogna presentarsi con la mascherina chirurgica e la prova dell’avvenuta multipla sierizzazione, altrimenti non si entra: sul fenomeno del conformismo satanico, che spiega tante cose, non è mai stata avanzata una vera riflessione. Pentagramma e siringa.

Fonte: https://www.renovatio21.com/luomo-che-ha-distrutto-laltare-satanico-al-campidoglio-accusato-di-crimine-dodio/

QUANDO IL SOFFIO SI RIVELA
Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita
di Chantal Dejean

Quando il Soffio Si Rivela

Conoscere il passaggio della Morte per riconnettersi alla Vita

di Chantal Dejean

La Vita è talmente immensa che ogni giorno mostra di sé un volto nuovo e noi possiamo solo cogliere una parte di Lei, sapendo sempre che è Infinità.

Dal regno degli esseri della Natura, al mondo dei defunti, dalle anime dei suoi figli prima che nascessero, alle Luci che ci fanno da Guide, Chantal Dejean allena il suo essere alla raffinatezza e alla bellezza necessarie per poter entrare in risonanza con i mondi sottili ed in questo modo poterli vivere.

La nascita e la morte condividono lo stesso percorso

In questo libro Chantal Dejean, attraverso il racconto delle proprie esperienze a contatto con i mondi dell’aldilà, narra del viaggio che un’anima intraprende verso quello che è oggi la nostra vita sulla terra.

Il mistero che avvolge il senso dell’esistenza, il luogo da cui veniamo e ciò che siamo venuti a fare, crea grandi lacune nel nostro vivere e nelle fasi successive del Dopo vita.

Questo libro vuole essere una guida, un illuminatore di quel viaggio che tutti stiamo già affrontando.

Con conoscenze che provengono da una visione medianica e chiaroveggente l’autrice descrive e accompagna tappa dopo tappa il lettore in tutte le fasi che l’anima affronta prima e dopo la vita terrena. Dal proprio vissuto, a consigli pratici, dall’incarnazione alla dipartita, alle fasi pre-morte e post-mortem questo scritto diventa una mappa pratica per meglio saper vivere e morire.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *