Neoliberismo e Plutocrazia: gli assassini del Mondo

Multinazionali e Grandi Banche d’affari sono “i padroni dell’umanità”, che in gran parte sembra perfino soddisfatta da questa dittatura.

Noam Chomsky, considerato il maggior linguista vivente, dichiara: “Si credono i padroni dell’umanità e purtroppo lo stanno diventando: la politica democratica ha cessato di resistere loro, spianando la strada alla dittatura incondizionata dei poteri forti, economici e finanziari, che ormai dettano le condizioni della nostra vita pubblica”.

E ancora: “Le nostre società stanno andando verso la plutocrazia. Questo è il Neoliberismo”. “Gli Oligarchi globali, signori delle multinazionali e grandi banche d’affari, sono i padroni dell’umanità”.

Purtroppo, la cosa peggiore è che gran parte di quell’umanità già schiavizzata e asservita a questo infame disegno globale, si mostra soddisfatta da questa dittatura.

Coloro che etichettano come “complottismo” o banalità le lucide esternazioni di chi tenta di spiegare come stanno realmente le cose, proprio come Noam Chomsky, finiscono col favorire i “padroni del mondo”, quelli che a colpi di consumismo e di falsa felicità, indotta dal futile possesso di roba spesso anche inutile e costosa, stanno annichilendo le masse popolari.

Siamo ormai al pari di un enorme gregge condotto al “pascolo” (il mercato libero) dai nostri “padroni” (multinazionali, alcune banche, nazioni colluse col sistema di potere, massoni e oligarchi globali). Per cambiare il nostro stato, dobbiamo iniziare a prendere coscienza di questa realtà, negarla vuol dire solo darla vinta ai nuovi despoti del terzo millennio.

Fonte: http://www.striscialaprotesta.it/2019/12/12/neoliberismo-e-plutocrazia-sono-gli-assassini-del-mondo/

Libri e varie...
CHI SONO I PADRONI DEL MONDO
di Noam Chomsky

Chi sono i Padroni del Mondo

di Noam Chomsky

Questo volume rappresenta la summa aggiornata del pensiero politico dell'autore.

Il grande linguista e analista politico Noam Chomsky affronta le più attuali questioni di politica internazionale: dal terrorismo che sconvolge l'Occidente alle tensioni mediorientali, con particolare attenzione al conflitto israelo-palestinese e alla «minaccia» iraniana, dalla situazione potenzialmente esplosiva al confine tra Nato e Russia al riallacciarsi delle relazioni tra Usa e Cuba, all'espansione cinese, alla liberazione dell'America latina...

Lo fa costringendoci a guardare quello che è davanti ai nostri occhi ma che noi ci rifiutiamo di vedere, assuefatti al «discorso ufficiale» e prigionieri di una «memoria autorizzata» che troppo dimentica.

Con la competenza e la caparbietà di un osservatore (e attivista) impegnato da più di cinquant'anni nello studio dei «sistemi di potere» e nella denuncia dei crimini perpetrati dai «padroni dell'umanità», ancora una volta ci indica le costanti del modo di agire di chi governa il mondo. E ancora una volta emerge la follia di un'umanità votata alla catastrofe, che marcia spedita verso l'autodistruzione.

Ma la logica stringente e impietosa su cui si fonda il discorso lucidissimo di Chomsky non conduce alla disperazione e alla resa. Bensì a un appello. Perché, e qui risiede la vera grandezza di Noam Chomsky, resta sempre saldissima la convinzione che ognuno di noi possa, debba, fare qualcosa per cambiare il destino di tutti.

Ma in fretta. Il tempo sta per scadere.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *