Il Mondialismo si prepara a far fallire l’Italia e instaurare la Legge Marziale nel Paese

di Cesare Sacchetti

Il sistema sta facendo di tutto per sferrare il colpo di grazia al Paese. L’operazione coronavirus è stata certamente concepita per trascinare il mondo verso il Governo unico mondiale. Questo Paese sin dal principio è stato usato come laboratorio “privilegiato” del Nuovo Ordine Mondiale e la ragione di ciò risiede nella sua imprescindibile importanza spirituale ed economica.

Sebirblu: Il Controllo del Mondo Svelato da famoso Banchiere

Una marea umana invade le strade di Napoli. Sono i giorni che probabilmente passeranno alla storia come i moti di Napoli. Dopo mesi di torpore e di cieca e insensata obbedienza, qualcosa finalmente inizia a muoversi. Qualcuno ha fatto notare che c’è il rischio che la protesta pacifica possa essere strumentalizzata così poi da poter scatenare una repressione ancora più severa. Il rischio c’è, ma è altrettanto vero che il popolo in tutto questo arco temporale è stato lasciato senza guida. Quando si è privati del pane e non si ha più altra alternativa, la prima reazione istintiva è quella di scendere per le strade e gridare tutta la propria frustrazione.

Ora il passo successivo sarebbe quello di fare in modo che la dissidenza nei confronti del regime diventi parte del vivere quotidiano. La dittatura è fondata sostanzialmente sulla paura del virus “letale”. Se tutti quanti iniziano progressivamente a capire che là fuori in realtà non c’è un pericoloso agente patogeno, l’illusione della pandemia si spegne istantaneamente.

La forza di questo regime risiede sostanzialmente nel controllo del pensiero delle masse. I mass-media, come disse un sociologo del secolo scorso, Marshall McLuhan, non assumono altro che questa funzione. Servono sostanzialmente a decidere cosa devono e non devono pensare le masse. Esiste, tuttavia, la possibilità di sottrarsi a tutto questo. Se si spegnono i media, si può uscire dalla “caverna di Platone” e vedere che il mondo reale non è quello raccontato dai media.

Napoli è già riuscita da sola a scuotere la nazione intera e a dare l’esempio al resto d’Italia. Se riesce a fare questo altro piccolo miracolo, questa città può risvegliare tutti dall’ipnosi collettiva che da troppo tempo tiene prigioniere le masse. Se si smette di avere paura del virus, si smette di portare le mascherine. Se non si portano più le mascherine, vengono minate le basi stesse della dittatura.

Libri e varie...

Se tutto questo diventa un’azione quotidiana e costante che si allarga a macchia d’olio tra il popolo, si mette in moto il meccanismo contrario dei mesi scorsi. Si può condurre gradualmente la popolazione a non avere paura. La dittatura è riuscita ad andare avanti fino ad ora perchè ha diviso le masse. Ha invitato i cittadini ad aggredirsi gli uni gli altri, mentre proseguiva indisturbata la distruzione del Paese. La chiave di tutto sta nel capovolgere questa situazione. Unire ciò che il regime vuole separare.

Il Mondialismo vuole la Morte dell’Italia

Il sistema sta facendo di tutto per sferrare il colpo di grazia al Paese. Questa non è una guerra al virus, ma all’Italia e al suo popolo. L’operazione coronavirus è stata certamente concepita per trascinare il mondo verso il Governo unico mondiale. Il Nuovo Ordine Mondiale sta procedendo a tappe forzate per arrivare a questo scopo.

Per poter giungere alla realizzazione finale di questo obbiettivo, deve però prima essere colpita a morte l’Italia. Questo Paese sin dal principio è stato usato come laboratorio “privilegiato” del Nuovo Ordine Mondiale. La ragione risiede nella sua imprescindibile importanza spirituale ed economica.

L’Italia è la culla della cristianità mondiale per il solo fatto di ospitare da 2000 anni sul suo suolo la Chiesa cattolica. Il futuro supergoverno mondiale che le élite vogliono ad ogni costo, sarà fondato su una religione misterica ed esoterica che perseguiterà soprattutto i cristiani. La vera natura di questo piano è dunque inevitabilmente e profondamente anticristiana. È per questo che ormai il culto del satanismo sta esplodendo in ogni angolo del globo.

Tanto più si espande la religione di Satana, tanto più si avvicina il compimento del totalitarismo globale. Negli Stati Uniti, si imbrattano i muri della cattedrali con scritti inneggianti a Black Lives Matter e a Joe Biden. Tra gli esponenti di questo movimento terroristico finanziato, tra gli altri, da George Soros e dai piani alti dell’establishment americano, ci sono persone che dicono chiaramente di richiamarsi al culto di Satana.

Patrisse Cullors, una delle sue fondatrici, ha dichiarato senza pudori di essere una occultista. La stessa operazione coronavirus è colma di richiami al numero 6, che ha un preciso significato nel mondo del satanismo. In alcuni stati americani è stata imposta la distanza di 6 piedi. In Italia, è stato imposto di non superare le sei persone nelle case e di non essere in più di sei al ristorante.

L'ITALIA E' SOTTO ATTACCO !

Recentemente sono stati installati dei semafori T-Red a Milano e Torino, e la sanzione prevista per i trasgressori arriva fino a 666 euro, un numero che richiama apertamente il simbolo della Bestia, colui che nell’Apocalisse sarà a capo del Nuovo Ordine Mondiale. I riferimenti a questa numerologia stanno diventando semplicemente troppo frequenti per essere liquidati come mere coincidenze.

La tempesta anticristiana sta dilagando ovunque. Lo stesso uomo che siede sul soglio pontificio oggi è un apostata che rinnega il Vangelo e le sacre scritture, giungendo persino a chiedere il riconoscimento delle unioni civili omosessuali.

Quanto sta accadendo in questi mesi non è altro che la conseguenza di un piano e di un disegno politico, religioso ed economico che affonda le sue radici già dai tempi del secolo dei lumi. È la vera natura del mondialismo. E l’Italia si trova nel mirino di questo piano perchè questo Paese, seppur già gravemente ferito, non è stato ancora annientato interamente. Per arrivare alla fase successiva occorre distruggere definitivamente questa nazione che nei piani delle élite dovrà essere sacrificata sull’altare degli Stati Uniti d’Europa.

Per poter andare avanti con questa operazione terroristica, occorre alimentare ad ogni costo il clima di falsa emergenza. Il presidente della federazione dell’ordine dei medici ha invitato i cittadini a stare a casa. Massimo Galli, del Sacco di Milano, ha annunciato che si sta per combattere la “battaglia di Milano”. La classe medica al servizio del regime si sta dunque prestando nuovamente per continuare a costruire un clima di guerra che nella realtà non esiste.

Libri e varie...

Il sistema vuole provocare un’ondata di fallimenti ancora più enorme di quella che si è vista lo scorso marzo. A colpi di dpcm stanno spazzando via l’intero settore della ristorazione che è uno dei più rilevanti per l’economia nazionale. Il governo fantoccio, aiutato da una falsa opposizione, non sta facendo quindi altro che eseguire l’agenda prevista dalla massoneria per l’Italia.

L’obbiettivo è la svendita delle piccole e medie imprese, la spina dorsale economica dell’Italia, a favore dei grandi capitali stranieri, in modo particolare di quelli cinesi e delle élite mercantiliste tedesche. Si deve radere al suolo il Paese e metterlo all’asta per poterlo ridurre nelle condizioni della Grecia. Solo così potranno nascere gli Stati Uniti d’Europa… uccidendo l’Italia. Winston Churchill lo spiegò chiaramente già nel 1950.

Il governo mondiale, la cui cifra imprescindibile sarà l’autoritarismo, vedrà la luce soltanto quando l’Europa sarà unita sotto la veste politica del superstato europeo, che sarà una impostura della vera Europa greco-romana e cristiana. Gli Stati Uniti d’Europa non saranno dunque altro che l’antitesi della vera Europa.

La Violenza è la condizione innata del Nuovo Ordine Mondiale

Tutto questo potrà nascere solo all’insegna della repressione. Il mondialismo infatti non ha altro modo di continuare se non quello di ricorrere alla violenza. La ragione sta nella sua stessa natura. La visione globalista è antistorica e antiumana. Questa si propone di rimuovere con la forza l’identità delle singole nazioni per poterle fondere in una unica “torre di Babele” mondiale senza identità e senza storia.

Vuole sostanzialmente fondere ogni singolo sistema politico, religioso, economico e culturale in un unico grande contenitore sovranazionale e l’unico modo che ha per poterlo fare, è estirpare le culture nazionali. La violenza è dunque la condizione naturale sia del mondialismo sia dei suoi succedanei, l’Unione Europea prima e gli Stati Uniti d’Europa poi.

Ecco perchè aleggia già lo spettro della militarizzazione dell’Italia. Il Quirinale, ricordiamoci, ha appena convocato il consiglio supremo di difesa,il 27 ottobre. All’ordine dei punti del giorno, è stato inserito esplicitamente quello di discutere la cosiddetta “emergenza sanitaria” e la possibilità di dichiarare lo “stato di guerra” per poter così far scendere l’esercito per le strade.

Il governo fantoccio ed eversivo ha il mandato di far scoppiare una crisi economica di proporzioni enormi, tale da ricordare per gravità quelle della seconda guerra mondiale. Sanno perfettamente che i fallimenti a catena innescheranno un’ondata di violenza e rivolte. Le persone in preda alla disperazione non avranno più alternativa se non quella di ribellarsi in massa. La manu militari è dunque l’unica via per poter sedare le rivolte di popolo.

L’autoritarismo è pertanto lo sbocco finale del disegno autoritario globale. Il sistema dunque si appresta a provocare una enorme crisi per poi poter proporre la sua “soluzione”. A finire il lavoro di uccisione del Paese, non sarà con ogni probabilità Conte, ma Mario Draghi che sarà rappresentato come un “messia” dai media, ma che verrà con il compito preciso di procedere alle svendita del Paese e all’attivazione del MES, il cavallo di Troia dell’Unione europea. Draghi è uno specialista assoluto in questo campo, dal momento che fu proprio lui a liquidare a prezzi di saldo i gioielli dell’industria pubblica italiana a bordo del “Britannia”. Il 2020 dunque rischia di essere un 1992 di proporzioni devastanti.

Il Mondialismo vuole fare in fretta prima che Trump colpisca

Putin regala pallone dei Mondiali a Trump, che lo lancia a Melania | Sky TG24

Tutto questo sta accadendo ad una velocità incredibile. Le élite vogliono sbrigarsi e la ragione sembra essere principalmente una. Gli Stati Uniti sotto la presidenza Trump non sono partecipi in questo piano. Sono la forza che ne impedisce la realizzazione.

L’amministrazione Trump ha messo fine a quello che sostanzialmente è stato uno dei perni dell’ordine liberale internazionale, ovvero il blocco euro-atlantico. Sono stati gli USA infatti dal dopoguerra in poi il Paese che si è fatto garante dell’esecuzione del progetto europeo. Fu il deep state di Washington a finanziare i gruppi che già negli anni ’50 costituirono le basi della futura Unione europea.

L’America è stata per più di 70 anni la nazione che ha avuto il compito di portare avanti la realizzazione del futuro ordine mondiale. La presidenza Trump ha portato l’America invece ad essere la forza che più si sta opponendo al piano del mondialismo.

È per questo che le élite sembrano avere particolarmente fretta. Si vuole accelerare il processo di disgregazione dell’Italia e la sua morte economica per poter favorire la nascita degli Stati Uniti d’Europa e della futura dittatura mondiale.

Il Nuovo Ordine Mondiale al momento sta puntando tutte le sue carte sulla Cina e sull’UE, che dovrà essere riconvertita negli Stati Uniti d’Europa. Ma senza la prima potenza economica e militare, il mondialismo difficilmente potrà vedere la luce. Ecco perchè le élite stanno cercando disperatamente di forzare la mano. Sono perfettamente consapevoli che il loro candidato alla Casa Bianca, Joe Biden, ha scarse chance di vittoria contro Trump.

Così come sono allo stesso tempo consce che se Trump si aggiudica un altro mandato, inizierà una pesante controffensiva contro lo deep state. Il presidente americano a questo proposito è stato chiaro. Lo spygate dovrà andare fino in fondo e se Barr non è disposto a rinviare a giudizio Obama e Biden, sarà qualcun’altro a farlo.

L’esplosione di questo scandalo non potrà non toccare l’Italia e la sua corrotta classe dirigente che ha avuto un ruolo chiave nel complotto per impedire a Trump di diventare presidente quattro anni fa. Ora si è aggiunta una vicenda potenzialmente dalle conseguenze ancora più esplosive per l’establishment del partito democratico americano. Sul portatile del figlio dell’ex vicepresidente Biden, Hunter, sembrano essere state trovate immagini pedopornografiche.

La famiglia Biden potrebbe essere coinvolta in una rete di pedofilia internazionale tale da far rotolare le teste di nomi eccellenti a Washington e in Europa. Trump dunque in questo momento rappresenta la più grave minaccia contro il sistema ed è per questo che il Nuovo Ordine Mondiale vuole accelerare per avanzare verso il suo disegno finale. Si sta per combattere l’ultimo atto di una battaglia il cui esito deciderà il destino del mondo intero. La battaglia dei figli della luce contro i figli delle tenebre di cui ha parlato anche monsignor Viganò.

In mezzo a questo scontro epocale c’è l’Italia che è al centro di una offensiva feroce e senza precedenti. Qualsiasi cosa accada, l’Italia e il popolo italiano dovranno stringersi intorno all’esempio di Napoli. Solo la solidarietà potrà aiutare il Paese a sopravvivere. Solo la solidarietà potrà permettere al Paese di resistere alle forze oscure che vogliono la morte di questa nazione, culla dell’Occidente romano e cristiano.

Articolo di Cesare Sacchetti

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://lacrunadellago.net/2020/10/25/il-mondialismo-si-prepara-a-far-fallire-litalia-e-a-instaurare-la-legge-marziale-nel-paese/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *