Il Caso Gibilterra: I Nuovi Vaccini potrebbero essere la causa di tutte quelle “Morti da Covid”?

La minuscola Gibilterra getta un’inequivocabile luce sulle Morti da Vaccino.

Gibilterra, dove il Covid non ha mai fatto male: 0 morti

Da quando è iniziata l’epidemia, separare le morti autentiche da Covid dalle altre è stato un problema importante. Ora abbiamo il problema aggiunto dei vaccini nel mix. Il Regno Unito ha attualmente e presumibilmente il più alto tasso giornaliero di “morte da Covid” mai registrato. Anche più alto della “Prima Ondata”, nonostante il sostanziale grado di “immunità di gregge” che è inevitabilmente maturato fin dall’inizio. Questa atipica “Seconda Ondata” coincide con il lancio del vaccino. Le due cose sono collegate?

Gibilterra fornisce un quadro molto chiaro. Questa minuscola colonia britannica, lunga appena tre miglia, attaccata alla costa meridionale della Spagna, ha solo 32.000 residenti. Aveva sofferto relativamente poco dell’epidemia prima del 9 gennaio (giorno di inizio della vaccinazione) di quest’anno, con solo diciassette morti (attribuiti al covid, ma sappiamo che potrebbero essere state anche persone solo positive) per tutto il periodo.

Il tasso di mortalità era, quindi, ben al di sotto della tabella dei decessi per milione. Ciò però non era dovuto all’isolamento, dato che i lavoratori spagnoli hanno continuato a riversarsi a Gibilterra ogni mattina e a tornare ogni sera. Dal 9 gennaio invece i “morti di Covid” per milione sono balzati al terzo posto sul sito del “Worldometer”. Trentasei morti in più in poco più di una settimana.

Cosa è cambiato il 9? La RAF ha fatto arrivare quasi 6.000 vaccini Pfizer, raffreddati a -70°C con ghiaccio secco. Furono messi in uso rapidamente per evitare il rischio di degradazione. La piccola Gibilterra è come una “capsula di Petri”; in nessun altro luogo c’è stata una relazione così brutalmente chiara tra il lancio del vaccino e l’aumento delle “morti di Covid”.

I media locali e il governo non hanno nemmeno fatto riferimento all’ovvio collegamento. E i media altrove non l’hanno convenientemente riportato. Eppure non riconoscere che queste morti richiedono, come minimo, un’indagine immediata, dimostra un criminale fallimento di giudizio o una malafede assoluta.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.vocidallastrada.org/2021/01/il-caso-gibilterra-i-nuovi-vaccini.html

Libri e varie...
VACCINI: Sì O NO?
#scienzaevaccini - In esclusiva per la prima volta le analisi e le foto di laboratorio con il microscopio elettronico delle sostanze presenti nei vaccini
di Stefano Montanari, Antonietta Gatti

Vaccini: Sì o No?

#scienzaevaccini - In esclusiva per la prima volta le analisi e le foto di laboratorio con il microscopio elettronico delle sostanze presenti nei vaccini

di Stefano Montanari, Antonietta Gatti

Un libro su uno dei temi più scottanti di oggi, che riguarda tutti i bambini.

Vaccini sì o vaccini no? Fare una scelta consapevole oggi è molto difficile. Ricevi quotidianamente innumerevoli informazioni dai giornali, nazionali e locali, dalle radio, dalla televisione e da internet sull'importanza di vaccinare i tuoi figli e di farlo secondo il calendario stabilito dall'ASL e dell’efficacia dei vaccini antinfluenzali. È molto importante che tu possa avere tutte le conoscenze per scegliere liberamente. La salute è tua e non sei obbligato di metterla nelle mani di altre persone, soprattutto quella dei tuoi bambini. E quindi devi chiederti: 

Che cosa sono i vaccini? Come sono nati? Cosa contengono? Come vengono somministrati? Quanto sono efficaci e quanto sono deleteri? Che collegamenti ci sono tra i vaccini, l’autismo e altre malattie?

In questo libro gli scienziati Stefano Montanari e Antonietta Gatti forniscono le risposte a tutte queste domande presentando le loro ricerche in laboratorio su 28 diversi vaccini.

Ma non solo, in queste pagine vengono descritti le immunità di gregge, la durata della copertura, l’efficacia dei vaccini, gli antibiotici presenti, la mancanza di studi con gruppo di controllo, i vaccini militari, le correlazioni con i casi d’autismo, gli esavalenti, le autorizzazioni facili, la propaganda, l’insabbiamento dei dati negativi, la risposta individuale, l’immunità naturale, l’innocuità di molte malattie infettive, le false epidemie, l’influenza degli interessi dell’industria farmaceutica e molto altro ancora.

Con analisi unica in Italia: il contenuto dei 28 vaccini più comuni, con foto al microscopio elettronico.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *