Evitate di Definirvi “Liber-qualcosa” se Legittimate lo Stato e i suoi Abusi

di Aurelio Mustacciuoli

Non giochiamo con le parole. Il vero liberalismo non può prescindere da un punto fondamentale, lo stato non può appropriarsi delle risorse dei cittadini oltre ogni limite e senza chiederne l’autorizzazione.

Pertanto non si possono dare allo Stato gli strumenti per poterlo fare. Quali sono questi strumenti? Limitare l’uso del nostro denaro (ad esempio, ma non solo, limitando l’uso del contante), escludere la possibilità di difenderci usando armi, gestire liberamente il nostro corpo (ad esempio, obbligandoci a terapie mediche/vaccinazioni), vietare la libertà di movimento, limitare il diritto a intraprendere, a fare transazioni volontarie, a esprimersi, ecc.

Tutti modi che uno stato può usare per semplificare la sua attività di espansione arbitraria e di esproprio coatto delle risorse dei cittadini.

Il modo con cui gli stati affermano il loro diritto a queste azioni è subdolo, perché è sempre in nome di un bene collettivo superiore. Ma non può esistere un bene collettivo che si fondi sulla negazione del bene individuale.

La storia poi insegna, senza alcuna eccezione, che se uno Stato ha a disposizione questi strumenti, prima o poi li userà per espandere sé stesso senza chiederne il permesso. Non può essergli consentito.

Non rendersene conto è da sprovveduti, approvarlo è da socialisti. Nessuna persona che approvi l’uso di questi strumenti, anche solo in circostanze considerate eccezionali, può usare la radice “liber” nelle parole usate per autodefinirsi.

Articolo di Aurelio Mustacciuoli

Fonte: https://www.miglioverde.eu/evitate-di-definirvi-liber-qualcosa-se-legittimate-lo-stato-e-i-suoi-abusi/

RISCHI DI STAR BENE
Se curi le intolleranze alimentari
di Massimo Citro

Rischi di Star Bene

Se curi le intolleranze alimentari

di Massimo Citro

«Ogni essere umano è un’immensità racchiusa in un corpo: è impensabile omologare un sistema di cura per tutti. Esiste il malato, prima della malattia.»
Massimo Citro

Hai mai notato una correlazione tra i tuoi dolori e quello che mangi? Tra la tua emicrania e il formaggio? Ti sei mai chiesto se la tua allergia ai pollini dipenda in realtà da qualche intolleranza alimentare?

Questo libro aiuta a scoprire la vera causa di moltissime malattie negli alimenti ai quali si può essere intolleranti e racconta come le intolleranze possono essere diagnosticate e curate.

Da più di trent’anni in Germania è stato sviluppato un metodo d’indagine che consente d’individuare con certezza quali alimenti non sono tollerati. Si tratta di un test per risonanza, che si fonda sulla relazione tra le frequenze elettromagnetiche emesse dall’alimento e quelle del corpo umano. Metodo perfezionato dal medico italiano Massimo Citro, il cui nuovo approccio scientifico ha permesso a migliaia di pazienti di migliorare la propria qualità di vita, semplicemente curando le intolleranze.

Dalla trentennale esperienza di questo medico, finalmente un libro del tutto nuovo che, in maniera divertente e ironica, ma rigorosamente scientifica, racconta i trucchi del mestiere, i segreti dell’arte e tutta la verità che si deve sapere sulle intolleranze alimentari.

Un libro per i medici, per i pazienti, e per tutti coloro che intendono approfondire la relazione tra alimenti e salute.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.