• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Covid, l’Oms: “Valutare il Ritorno alle Restrizioni”

di Claudio Del Frate

“Il numero dei morti è ancora troppo alto e la guardia si è abbassata” dice l’organizzazione sanitaria. Rilanciare la campagna vaccinale: obiettivo il 70% di copertura.

“Il numero dei morti per Covid è troppo alto, i governi valutino il ripristino delle restrizioni”. Per l’Oms (organizzazione mondiale della sanità) la pandemia non è finita e l’altro ieri il direttore generale Tedros Ghebreyesus ha avvertito che non è affatto il momento di abbassare la guardia.

“Il comitato di emergenza su Covid che si è riunito venerdì scorso ha concluso che il virus rimane un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale” ha detto, incontrando la stampa.

Secondo Ghebreyesus diversi sono i fattori che inducono a non dichiarare il cessato allarme: “Le sottovarianti di Omicron, come BA.4 e BA.5, continuano a guidare ondate di casi, ricoveri e morti in tutto il mondo. Inoltre, ed è il secondo punto la sorveglianza si è ridotta in modo significativo – compresi test e sequenziamenti virali – rendendo sempre più difficile valutare l’impatto delle varianti sulla trasmissione, le caratteristiche della malattia e l’efficacia delle contromisure. E infine, il terzo punto è che la diagnostica, i trattamenti e i vaccini non vengono implementati in modo efficace“.

La risposta da mettere in campo, secondo l’Oms, è la stessa adottata in occasione delle precedenti ondate. I governi devono valutare il ritorno a restrizioni, dall’altro i vaccini restano l’arma più efficace di contrasto al virus.

“C’e’ una grande distanza nella percezione del rischio derivante dal Covid-19 tra le comunità scientifiche, i leader politici e il pubblico in generale, è importante che i governi si concentrino sulla tutela delle comunità più a rischio, ‘trovando’ i non vaccinati in modo da costruire il muro dell’immunità verso l’obiettivo di vaccinazione del 70%“.

Purtroppo la farsa va avanti, sta a noi non assecondarli e disubbidire il più possibile, sempre! (nota di conoscenzealconfine.it)

Articolo di Claudio Del Frate

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/22_luglio_12/covid-l-oms-valutare-ritorno-restrizioni-a5e2a592-01ef-11ed-99bf-9c6400da7985.shtml

EPIDEMIE
Testi Scelti
di Rudolf Steiner

Epidemie

Testi Scelti

di Rudolf Steiner

Questo libro-novità presenta una raccolta di brani tratti da varie conferenze tenute da Rudolf Steiner sul tema delle epidemie.

"Molto più che del modo in cui i bacilli e i batteri penetrano nel nostro organismo, si terrà conto di quanto forti abbiamo reso l'anima e lo spirito per resistere a queste invasioni.

Questo rafforzamento della natura umana non sarà prodotto da un rimedio esterno, ma da un rimedio che proviene dall'anima e dallo spirito e che corrobora internamente l'uomo mediante un sano contenuto scientifico-spirituale."

Ai tempi di Steiner si parlava poco di virus, che furono scoperti solo intorno al 1890. Il termine "bacilli" si riferisce non solo ai batteri, ma a tutti i microrganismi patogeni, compresi i virus.

"Che valore avrebbe per il singolo entrare nel mondo spirituale, se attorno a lui tutti gli altri avessero pensieri materialistici, sensazioni materialistiche e sentimenti di paura che sono i veri "allevatori" dei batteri?"

  • Epidemie e infezioni
  • Il karma e le epidemie
  • Gli scenari occulti
  • Protezione nelle epidemie
  • Cause odierne di epidemie future

Rudolf Steiner non attribuiva importanza alle grandi trattazioni sistematiche.

Il suo impegno consisteva piuttosto nel dare impulsi, impulsi per una vita che fosse degna dell'uomo sotto ogni aspetto, qui e ora.

A tal fine cercò di risvegliare la consapevolezza che il nostro essere non è limitato all'esistenza attuale, racchiusa fra nascita e morte.

Ci ha sempre ricordato che siamo esseri spirituali, proprio come la Terra e il cosmo con i quali siamo in una medesima connessione.

Attraverso gli scritti e le conferenze ha incoraggiato le persone a considerare seriamente questa realtà nascosta.

I suoi innumerevoli spunti mirano a sviluppare una presenza di spirito che riconosca e compia quanto è necessario in quel momento.

È facile dimenticare questo aspetto, sopraffatti o confusi dalla vastità della sua opera completa.

La collana "Prospettive spirituali" si propone di raccogliere alcuni pensieri fondamentali su specifiche questioni, attingendo all'opera di Rudolf Steiner e stimolando così nel lettore la riflessione e la possibilità di conoscere e di agire.

I brevi estratti non pretendono di essere esaustivi su un argomento.

Intendono piuttosto aprire un varco nella complessità dell'opera di Steiner, che consenta poi di continuare a esplorare questo straordinario - e straordinariamente interessante - mondo di idee.

I riferimenti alle fonti possono servire come prima indicazione.

Ma anche chi si ferma ai testi raccolti qui vi troverà una guida preziosa al mondo non meno complesso di oggi.

La data della conferenza viene riportata al termine di ogni citazione, come pure il numero di Opera Omnia a cui fare riferimento.

Le conferenze sono state in parte già tradotte e pubblicate in italiano, in parte sono inedite.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *