• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Con il “Burro vegano”, Arterie e Glicemia in salvo

Per la legge italiana con la parola “burro” è possibile denominare solo una crema derivata dal latte vaccino, tuttavia, comunemente con essa si intende il risultato della lavorazione della parte grassa di un ingrediente, fino a ottenere una crema dalla consistenza densa e pastosa.
Il burro da latte vaccino è un grasso solido di origine animale composto per circa l’80% da grassi “saturi”. Gli acidi grassi saturi hanno una conformazione lineare e rigida che permette loro di diventare solidi a temperatura ambiente. Anche per questo, il burro viene usato nei prodotti da forno: oltre che per il gusto dolciastro e rotondo, questo prodotto dona morbidezza e sofficità ai dolci, garantendo loro struttura, densità e lievitazione uniforme.
Burro vegano: perché preferirlo
Sostituire il burro classico con burri vegani di origine vegetale ha il vantaggio di garantirci piatti più sani, leggeri e nutrizionalmente più validi. Ognuno è un piccolo scrigno di vitamine, fibre che abbassano la glicemia, sali minerali e, nei casi dei burri vegani ricavati da semi, avocado o frutta secca, anche di “acidi grassi insaturi”…

Vai all’articolo

Rapporto Colesterolo totale e HDL: l’Indice di Rischio Cardiovascolare

Dott.ssa Federica De Santi
Il rapporto colesterolo totale e HDL, serve per determinare l’Indice di rischio cardiovascolare.
Lo so, la parola “rischio” ti ha messo su un po’ di paura, ma come suggerisce la parola stessa, il rischio è solo una possibilità. Non è detto che si verifichi, ma conoscere i propri livelli di colesterolo è il primo passo per iniziare una corretta prevenzione o per verificare l’efficacia di qualsiasi terapia a base di farmaci, integratori o alimenti. Solo così puoi iniziare a prenderti cura della salute del tuo cuore, dei vasi sanguigni e delle arterie.
Perché il colesterolo alto è pericoloso?
Per quanto demonizzato, il colesterolo è un elemento fondamentale per la salute di tutte le cellule, in particolare dei neuroni. Inoltre, questa sostanza è importante per la creazione di: ormoni steroidei, acidi biliari, vitamina D, ormoni sessuali… Insomma la sua parte di utilità c’è, ed è molto consistente!…

Vai all’articolo