• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Il 24 Marzo del 1999

Il 24 marzo del 1999, esattamente 25 anni fa, la NATO riportò la guerra in Europa. Una guerra non provocata e criminale!

Iniziò illegalmente, visto che non c’era alcun mandato da parte del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, un attacco aereo contro la Serbia. Attacchi che per i 76 giorni a venire avrebbero ridotto in macerie gran parte della Serbia e condannato ad atroci sofferenze la sua popolazione.

Sofferenze che continuano ancora oggi visto che i proiettili a uranio impoverito hanno avvelenato un territorio e continuano ad affliggere di immani sofferenze la popolazione Serba, soprattutto i bambini. (Oltre ai militari italiani abbandonati e censurati dopo quella guerra!)

Coloro che ne portano le più grandi responsabilità dalla parte italiana li vedete in foto: Massimo D’Alema allora presidente del Consiglio e Sergio Mattarella, Vice presidente del Consiglio.

Chi dimentica è complice! In quanto italiano chiedo scusa ancora oggi ai Serbi vittime dell’impero del male e dei suoi servi.

“I serbi non possono perdonare alla NATO il bombardamento della Jugoslavia perché ha ucciso bambini serbi e ora non prova alcun rimorso”. Lo ha dichiarato a RIA Novosti l’ex capo dell’Agenzia serba per la sicurezza e l’informazione, Alexander Vulin.

Fonte: https://t.me/GiuseppeSalamone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *