Dialogo con Dio

Abbiamo percorso tanta strada insieme, abbiamo condiviso tante informazioni e tanto amore… ora che il velo dell’Illusione si è manifestato, sta a noi Essere!

Risultato immagini per paura o amore

Per poter comprendere quanto è grande l’oceano, dobbiamo vederlo direttamente e ne dobbiamo fare esperienza. L’unico modo che abbiamo per farne esperienza e per realizzare l’immensità dell’oceano, è quello di uscire fuori da quel “pochino di acqua” che crediamo di essere.

Per sperimentarci in senso assoluto, usciamo fuori dalla mente che delinea i nostri cinque sensi e spegniamo la Mente. Come fare? Proprio come si spegne una radio… non alimentandola più! Pensieri, programmi, desideri… vanno osservati e non più nutriti, per non proiettare più queste realtà di dolore e paura.

Tutto ciò che vediamo, è già passato e realizzato. È finito… Se così è, significa che adesso possiamo creare delle cose nuove. Come? Visualizzando realtà benefiche per noi e per tutti, attraverso nuove “forme pensiero”, meditazioni e affermazioni positive e coerenti con l’intenzione.

ANIMA, MENTE  E SPIRITO COERENTI E UNITI IN UN’UNICA INTENZIONE, QUESTA È LA NOSTRA FORZA! 

Per creare nuove realtà, ricordiamoci sempre di non dare alcun consenso mentale alla realtà che in quel momento stiamo vivendo, bensì proiettiamo nel nostro intimo schermo mentale, la realtà che vogliamo vivere ADESSO (non domani o nel futuro… ma ADESSO!).

Per mia esperienza, ho compreso che se sono coerente con me stessa (Anima, Mente e Spirito), anche fuori di me, immediatamente, si manifesta coerenza e quindi armonia. Proviamolo… facciamolo ORA! ADESSO, più che mai, è necessario scegliere dove si vuole stare!

DOVE SCEGLI DI VIVERE? NELLA PAURA O NELL’ARMONIA?

Se, in questo momento, scegli di vivere nella PAURA, darai il tuo consenso a tutto ciò che ti viene detto: ogni cosa che ti verrà propinata permetterai che si realizzi, perché la nutrirai proprio attraverso il tuo consenso-assenso facendola, dunque, divenire reale… 3D, tanto per intenderci.

Risultato immagini per paura o amore

Se invece scegli di vivere nell’ARMONIA, attraverso il tuo consenso-assenso, permetterai che si realizzi l’unione (UNO) armonica con la tua stessa creazione che allinea tutti gli esseri viventi e realizza qui, ADESSO, la Nuova Terra o Paradiso Terrestre… 5D tanto per intenderci.

“L’AMORE NON È UN’ILLUSIONE. È UN FATTO. DOVE È POSSIBILE LA DISILLUSIONE, NON C’ERA AMORE MA ODIO, PERCHÉ L’ODIO È UN’ILLUSIONE, E CIÒ CHE PUÒ CAMBIARE NON È MAI STATO AMORE”. (tratto da: “Un Corso in Miracoli”)

Buon Cammino a Tutti…

Fonte: https://www.314unicamenteluce.world/2020/03/dialogo-con-dio.html

Libri e varie...
LA PAURA
Comprenderla e dissolverla
di Osho

La Paura

Comprenderla e dissolverla

di Osho

Un altro prezioso libro del Maestro di saggezza orientale Osho per orientarsi nella vita e vincere le proprie debolezze. Attraverso le regole di una disciplina naturale e non violenta, Osho insegna (prima a parole e poi concretamente nel CD) una tecnica di autocontrollo che permette di vincere le proprie paure, attraverso il controllo progressivo di sé, dei propri desideri e delle propri incertezze.

Per andare incontro all'Altro senza sospetti. Per imparare a guardare sempre il rovescio della medaglia. Per avere sempre la serenità di quando non si ha nulla da perdere. La strategia della consapevolezza contro qualsiasi paura, per riconquistare la propria spontaneità perduta.

Un estratto dal libro:

"Non si tratta di imporsi un coraggio di facciata, non si deve reagire per forza. Piuttosto, è fondamentale non giudicare la propria debolezza, non farsi violenza in nessun modo: vertigini e smarrimento sono naturali, e solo una profonda accettazione può aiutare a contattare l'energia vitale implicita nella paura, in modi nuovi e diversi. Fondamentalmente, la paura va vista come una chiave '"biologica" in grado di aprire, di schiudere il seme che noi siamo.

Se si vuole lavorare sulla paura, è fondamentale riconoscere che si tratta di un collante potentissimo, testimoniato da alcune delle paure viscerali che ancora oggi ci accompagnano: prima di tutto la paura dell'abbandono, forse il dolore più grande con cui dobbiamo fare i conti in un'epoca di forte individuazione, qual è quella attuale; ma anche la paura di essere rifiutati, di non essere accettati, come pure il bisogno di approvazione e la paura di sanzioni o punizioni, la cui eco si trova nella semplice paura di parlare in pubblico, o di cosa dirà la gente."

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.