Una nuova “Tangentopoli” in arrivo in Italia!

di Nicola Bizzi

Una nuova “Tangentopoli” sta per travolgere ancora una volta l’Italia, sempre innescata da Washington. Ma questa volta non sarà innescata da un Deep State ormai in fase di chiaro smantellamento. Sarà innescata da quella parte sana del FBI e della CIA che sta portando allo scoperto la verità.

RENZI AIUTO' OBAMA CONTRO TRUMP - Nel Russiagate

E sarà una tangentopoli ancora più devastante, perché andrà inesorabilmente a colpire e a perseguire tutte quelle forze politiche e quei personaggi (anche della cosiddetta “opposizione”) colpevoli di aver asservito l’Italia a dei poteri mostruosi e criminali, e di aver calpestato e represso le nostre libertà civili e costituzionali con il pretesto di una falsa pandemia, applicando un’agenda che è stata scritta e pianificata non nelle aule parlamentari, ma nelle segrete stanze del Bilderberg e della OMS.

Lo spettro di questa nuova Tangentopoli, che ritengo ormai imminente e inevitabile, comincia a far tremare molte poltrone, perché essa, a differenza di quella del ’92, potrà avere un effetto diametralmente inverso: potrebbe portare l’Italia a liberarsi dalle pesanti catene che fino ad oggi ci hanno costretti, come schiavi e potrebbe restituirci la Sovranità nazionale e quella monetaria.

Libri e varie...

Molti italiani, dimostratisi purtroppo negli ultimi mesi in buona parte un popolo di pecore, facilmente asservibili e suggestionabili, inizialmente non capiranno la portata di certi eventi e, come fecero nel 1992, faranno emergere il loro lato più giacobino e giustizialista sputando addosso e lanciando monetine ai personaggi politici che via via saranno arrestati. Quegli stessi personaggi che fino a ieri hanno votato!

In tutto questo verminaio non potevano mancare gli italioti, e le indagini americane hanno messo in evidenza abbastanza chiaramente l’intervento di una manina tricolore, nella costruzione della pantomima Russiagate finto scandalo creato ad hoc per affossare l’elezione di Trump, con il contributo dei nostri servizi segreti e l’avvallo di Renzi servo di Obama e dei Clinton.

Il 9 Ottobre del 2019 (dieci giorni prima del rilascio del Covid-19 a Wuhan), due settimane dopo l’incontro con il ministro della Giustizia William Barr, anche il direttore della CIA, Gina Haspel venne a Roma per incontrarsi con i vertici dell’Intelligence: Gennaro Vecchione (DIS), Luciano Carta (AISE), e Mario Parente (AISI). Secondo gli investigatori americani, ci sono chiare evidenze che qualcuno in Italia stia spudoratamente mentendo, e pare che l’attuale Premier sia sulla graticola. Per questo motivo il direttore della CIA si sarebbe preso la briga di venire personalmente a Roma.

Per tre mesi, dal 24 Giugno al 27 Settembre 2019, all’interno dei Servizi Italiani, l’ufficio sicurezza interna ha indagato in segreto sull’operato dei due governi a guida PD, per verificare se si fossero verificati comportamenti non del tutto regolari a favore dell’allora Presidente Obama e del suo Segretario di Stato Hillary Clinton, per boicottare Trump nel 2016.

cms_14407/Conte_Giuseppe_tagliato_Fg.jpg

Vale la pena ricordare che nello stesso periodo Conte ha fatto accordi importanti con due protagonisti di quella fase: ha formato un nuovo Governo grazie a un accordo ispirato da Matteo Renzi (attuale suo sostenitore), uno dei due Premier sul cui operato stava indagando l’Intelligence, e ha nominato alla Commissione Europea il secondo, Paolo Gentiloni.

Ogni prova di eventuali irregolarità commesse da Renzi o da Gentiloni farebbe esplodere il Governo e metterebbe lo stesso Giuseppe Conte di fronte a enormi problemi giudiziari. Le cose diventeranno molto più chiare a tutti quando verrà pubblicata la relazione e i media mainstream italiani non potranno ignorare la portata devastante di certe rivelazioni.

La Libertà forse per l’Italia è già dietro l’angolo… Ma la domanda è un’altra: gli italiani se la meritano?

Articolo di Nicola Bizzi: giornalista, saggista ed esperto di geopolitica internazionale non convenzionale

Fonte: https://m.facebook.com/sardegnatoday/photos/a.2228834634070157/2703361326617483/

Visto su: https://www.liberamenteservo.com/its-begun-uk-it-sul-sentiero-della-liberta/

Libri e varie...

8 commenti

  1. Dorothy Cucci

    Analisi perfetta,e osservazione altrettanto giusta sugli ITALIANI,se non fosse per il resto della popolazione già sveglia nel 2013.La maggior parte degli Italiani LOBOTOMIZZATI non merita la libertà . . Ma chi siamo noi per dirlo?In passato anche molti di noi erano ‘ dormienti “.Credo che la sofferenza degli Italiani che non si sono mai arresi possa bastare per meritare la libertà…..Parola di ” un forcone del 9 dicembre “

  2. Giorgio Bergamaschi

    Finalmente, si puo’ cominciare a… lottate e sperare Perche’ al grido “Crolla, Cabala, crolla”, la reazione del demoniaco deep state del mondo Dem Usa, pero’ iniziera’ a menar colpi di coda importanti e subdoli.
    Per questo il mondo, e l’Italia in particolare, dovra’ essere estremamente vigile! A partire dall’incriminazione per “alto tradimento” di chi ha macchinato nell’oscurita’ per affossare la Patria e consegnarla a quel Nuovo Ordine Mondiale che non se ne stara’ a guardare…

  3. Il mio è un sogno. Che si inneschi finalmente una tangentopoli onesta in cui gli italiani che effettivamente vogliono cambiare il Paese i quali sono scesi nelle piazze italiane per il Generale Pappalardo possano vivere una realtà per la quale hanno lottato, mentre gli altri pecoroni, vinti e rincitrulliti possano continuare a vivere con queste mezze calzette di politici che evidentemente, aldilà delle parole niente hanno fatto per cacciarli. Oggi, lo confesso, mi vergogno di appartenere a un popolo così debole, floscio e ignavio…Roma ha fatto scuola. Viva il Generale Pappalardo, un leader che solamente un italiano su mille merita. Gli altri, possano anche sparire…chi se ne frega.

    • Roberto Montalbano

      Aspetterei ad osannare il Pappalardo della situazione, gurda un pò la sua storia e ricorda il M5S.

  4. Giovanni Coeli

    E’ DAL ’92 CHE ASPETTO, Vediamo anche cosa succederà al “Pompetta” (Berlusconi) ? Vero traditore dei suoi Compatrioti.

  5. Non vedo l’ora!!!!!

  6. Marisa Giusti

    Si gli italiani si meritano di tornare a vivere la propria vita.
    Siamo un popolo di persone semplici, generose, attaccate alle loro tradizioni….siamo un popolo che è capace di amare di adattarsi alle peggiori situazioni, ma siamo pieni di volontà e di impegno per migliorare le situazioni negative…..
    Abbiamo fiducia nel prossimo, nelle istituzioni,siamo forti e grandi lavoratori, la nostra sensibilità e semplicità non deve essere cambiata per superficialità e stupidità…
    Abbiamo voglia di rispetto e voglia di legalità di onestà e di democrazia….
    Ci è mancato per anni il senso civico e abbiamo vissuto in un mondo di soprusi ….di ogni genere…
    La vita è un diritto sacro, non esiste nessuno al mondo persona o istituzioni che si possa arrogare il diritto di sopprimere un popolo….la vita di ogni singola persona racchiude un mondo inesplorato e talmente intimo e prezioso….che non può essere spezzato.!!!!
    Altrimenti fatto questo atto brutale e criminale dovrà essere punito con le più severe pene .

    • Roberto Montalbano

      Per anni abbiamo vissuto in condizioni assurde è vero, altrettanto vero che si è verificato grazie all’ignavia, indifferenza, ignoranza e asservimento del popolo stesso. Ho subito tutto questo per anni essendo considerato ribelle, complottista talvolta anche stupido ed esagerato da amici e parenti tra cui fratelli e sorelle, mentre osservavo la gente per srada che non facevano che confermare che il fuori di testa ero io, è stato molto difficile continuare a credere in me. Pertanto io come molti altri meritiamo questa LIBERTA’, non certo tutti gli altri che continueranno a credere che sono stati vittime di politici corrotti e non si assumeranno mai la responsabilità di essere stati complici pronti a piegarsi al prossimo raccomandato dalla TV. Quello che hai scritto probabilmente è il film che ti fà comodo vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *