Lampioni Spenti: Ravenna e Provincia in Romagna scelgono la Via del “Buio Pesto”

Per 5 mesi dopo l’una di notte Ravenna rimarrà al buio, senza lampioni accesi. Una scelta, spiegano dall’amministrazione comunale, assunta per far fronte ai rincari dei costi dell’energia.
Da lunedì notte (21 novembre) Ravenna ha sperimentato il buio per le strade. È questa la data scelta dall’amministrazione comunale per la riduzione delle ore di accensione degli impianti di pubblica illuminazione.
Il provvedimento stabilisce che gli spegnimenti avvengano dal lunedì al venerdì dall’1 alle 5; il sabato, la domenica e i festivi dalle 2.30 alle 5. Gli spegnimenti non riguarderanno invece gli impianti che illuminano le strade statali che attraversano il territorio comunale. In totale quindi, allo scattare dell’una di notte, a Ravenna si spengono più di 34mila lampioni sui 36mila presenti, e la città piomba nel buio…

Vai all’articolo

Valcamonica: Illuminazione Pubblica spenta dopo Mezzanotte e Divieto di Circolazione per ciclisti e pedoni

di Martina Giuntoli
Illuminazione pubblica spenta dopo mezzanotte e conseguente divieto di circolazione per ciclisti e pedoni. Lo ha disposto il sindaco di Ceto, in provincia di Brescia.
La prima cittadina, Marina Lanzetti, ha firmato un’ordinanza con misure urgenti per il contenimento dei consumi energetici. In buona sostanza, da mezzanotte alle cinque di mattina si spengono tutti i punti luce dislocati sul territorio comunale, eccezion fatta per eventuali situazioni di sicurezza che l’ente locale si riserva di valutare.
Dato che le strade buie possono costituire un pericolo, a pedoni e ciclisti è inoltre vietato circolare nella suddetta fascia oraria. E se proprio devono andare in giro di notte, allora sono obbligati a indossare giubbotti catarifrangenti. Soltanto alcune vie del centro storico non sono toccate dalla misura…

Vai all’articolo