Sanitari non vaccinati, in Alto Adige interi reparti a rischio chiusura!

di Valentina Leone

La situazione in ospedali e case di riposo rischia di complicarsi per le possibili sospensioni dal lavoro di centinaia di professionisti che rifiutano il vaccino.

Personale sanitario non vaccinato, gli ordini professionali ridimensionano
Si avvicina sempre di più la sospensione per i sanitari non vaccinati in servizio nelle strutture sanitarie dell’Alto Adige. La settimana scorsa sono partite le prime lettere per chi non si è presentato all’appuntamento fissato dall’Azienda sanitaria per la somministrazione: si parla di circa 330 dipendenti, che saranno quindi obbligati a stare a casa e senza stipendio fino a fine anno o spostati ad altra mansione.

Sanitari non vaccinati, centinaia di lettere in partenza

Venticinque lettere sono già in fase di notifica e altre 300 seguiranno nei prossimi giorni. Secondo le stime dell’azienda sanitaria sono circa 900, in totale, i dipendenti non vaccinati. La situazione, in provincia, è variegata: per alcune strutture si tratta di casi sporadici, mentre in altre resiste uno zoccolo duro di “scettici”.

Intanto i colleghi vaccinati temono che l’ondata di sospensioni abbia inevitabili ripercussioni su ferie e riposi. Ma si rischiano gravi conseguenze per le prestazioni sanitarie in interi reparti, specie negli ospedali periferici.

“Il crimine non paga”… e quando si troveranno senza personale sufficiente, saranno obbligati a reintegrare i sanitari non vaccinati!

Articolo di Valentina Leone

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: www.rainews.it

VACCINI E PAURA
Vaccinazioni ed evoluzione spirituale
di Jonathas De Lulz

Vaccini e Paura

Vaccinazioni ed evoluzione spirituale

di Jonathas De Lulz

Un libro che ci aiuta a capire l'origine della malattia e come aiutare i nostri figli a crescere sani con un sistema immunitario forte.

Cosa si nasconde dietro al business dei vaccini?

Quali sono i risvolti energetici delle vaccinazioni, in particolare pediatriche?

Come è possibile rimanere fermi di fronte alle pressioni mediatiche del sistema?

Come aiutare i nostri figli a crescere sani e puri nella manifestazione della loro intrinseca vitalità?

Jonathas De Luiz, ricercatore e conoscitore della realtà dell’essere e depositario di antichissime conoscenze essene, rivela in questo testo scritto le dinamiche energetiche che stanno minando la società e l’uomo in questi anni “bui” in cui regna il caos.

L’uomo è un essere multidimensionale, in realtà inattaccabile sia sul piano energetico che fisico, ma pare aver perduto la consapevolezza del suo potenziale.

Le vaccinazioni pediatriche, così come sono state proposte e imposte in questo momento storico, hanno il duplice scopo di intossicare la sfera fisico-energetica dei bambini e, soprattutto, di sottomettere la libertà genitoriale a quella del sistema.

In questo testo l’autore ci mostra come le emozioni ed i pensieri possono farci ammalare più di quanto possa fare un vaccino, ma anche di come un vaccino, in quanto vera e propria interferenza energetica vibrazionale, può portare le future generazioni ad una visione materialista e slegata dalla dimensione spirituale non riconoscendo più la vera natura umana e il senso della vita di ciascun individuo, portando così ad una società malata, debole e priva di ideali spirituali.

...

Un commento

  1. ROBERTO ZANELLA

    Questi dell’ASL andrebbero non solo processati ma fatti passare in piazza e la gente attenderli non con un mazzo di fiori. Indovinate con cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *