Quanti morti in Italia ogni anno? Ecco di cosa si muore di più

di Fiammetta Rubini

Lo sapete quante persone muoiono in Italia ogni anno e di quali patologie? Ecco i dati Istat sulla mortalità e le cause principali di decesso nel nostro Paese. Fanno molto riflettere…

Quali sono le maggiori cause di morte in Italia?

Molta gente si spaventa per i bollettini della Protezione Civile sull’epidemia di Coronavirus in Italia… ma vi siete chiesti quante persone muoiono in Italia ogni anno (anche solo di influenza, infezioni, ma non solo) e quali sono le cause principali di morte?

Se per un attimo andiamo oltre le notizie apprese da talk show, telegiornali, siti di informazione, blog e social network e consultiamo le statistiche ISTAT, scopriamo dei dati che offrono spunti molto interessanti.

Quanti morti in Italia nel 2019? Più decessi che nascite

Osservando gli Indicatori Demografici ISTAT relativi al 2019, al 1° gennaio 2020 il numero di residenti in Italia è pari a 60 milioni 317 mila. La popolazione residente nel nostro Paese è in calo da 5 anni consecutivi (116mila in meno su base annua).

Allo stesso tempo è aumentato il divario tra nascite e decessi. Per 647 mila morti totali in Italia nel 2019, ci sono stati 435 mila bambini nati vivi. In pratica per 100 persone morte sono nati solo 67 bambini (mentre 10 anni fa il rapporto era 100:96). Nel 2019 abbiamo toccato il livello più basso di ricambio naturale dal 1918. Secondo le statistiche, si è alzata anche l’età media degli italiani, che è di 45,7 anni.

Il calo della popolazione si concentra soprattutto al Sud Italia (-6,3 per mille) e in misura minore nelle regioni del Centro (-2,2 per mille). Al contrario, rileva l’ISTAT, al Nord prosegue il trend di crescita (+1,4 per mille).

Di cosa si muore di più in Italia?

Guardando nel dettaglio le tabelle ISTAT sulla mortalità e le cause principali di decesso in Italia (gli ultimi dati aggiornati disponibili sono relativi al 2017, su un totale di morti pari a 650.614), scopriamo che il boom di decessi è legato a malattie del sistema circolatorio. Tra ischemie, infarti, malattie del cuore e cerebrovascolari muoiono più di 230 mila persone all’anno. In seconda posizione troviamo i tumori, che causano la morte di 180 mila persone.

Arriviamo ora all’influenza e alla polmonite. I dati ISTAT ci dicono che su un totale di più di 53.000 morti a causa di malattie del sistema respiratorio nel 2017, 663 decessi sono dovuti a complicazioni da influenza (per lo più in soggetti dai 75 anni in poi) e 13.516 sono legati alla polmonite.

Radiografia: che cos'è e in che cosa consiste - Paginemediche

Le statistiche sulle cause di morte costituiscono la principale fonte statistica per definire lo stato di salute di una popolazione e per rispondere alle esigenze di programmazione sanitaria di un Paese.

Principali cause di morte in Italia

Sulla base dei dati ISTAT estratti il 20 marzo 2020, possiamo quindi stilare una classifica di quelle che sono le più diffuse cause di decessi nel nostro Paese. I numeri tengono conto delle morti in tutto il territorio nazionale e di tutte le età. Per maggiori dettagli si può consultare qui la tabella ufficiale:

  1. Malattie del sistema circolatorio: 232.992
  2. Tumori: 180.085
  3. Malattie del sistema respiratorio: 53.372
  4. Malattie del sistema nervoso/degli organi di senso (Parkinson, Alzheimer…): 30.672
  5. Malattie endocrine, nutrizionali e metaboliche (diabete): 29.519
  6. Disturbi psichici e comportamentali: 24.406
  7. Malattie dell’apparato digerente: 23.261
  8. Cause esterne di traumatismo e avvelenamento (suicidi, omicidi, incidenti stradali…): 20565
  9. Cause mal definite e risultati anomali: 14.257
  10. Malattie infettive e parassitarie: 14.070
  11. Malattie dell’apparato genitourinario: 12.017
  12. Malattie del sistema osteomuscolare e del tessuto connettivo (es: artrite): 3.651
  13. Malattie del sangue e degli organi ematopoietici ed alcuni disturbi del sistema immunitari: 3.272
  14. Malattie della cute e del tessuto sottocutaneo: 1.413
  15. Malformazioni congenite ed anomalie cromosomiche: 1.399
  16. Condizioni morbose che hanno origine nel periodo perinatale: 801
  17. Complicazioni della gravidanza e del parto: 16

Articolo di Fiammetta Rubini

Fonte: https://www.money.it/Quanti-morti-in-Italia-ogni-anno-principali-cause-decesso

OLIO ESSENZIALE DI ORIGANO
Proprietà conservanti, antiossidanti, antimicrobiche e "virtù nascoste"
di Gabriele Prinzi

Olio Essenziale di Origano

Proprietà conservanti, antiossidanti, antimicrobiche e "virtù nascoste"

di Gabriele Prinzi

Questo scritto nasce con lo scopo di ampliare la tua mappa del mondo, permettendoti di "vedere meglio" e di "agire meglio".

Perché?

Perché il tuo benessere è contagioso. E la tua salute vale.

Termini come epidemia e pandemia sono diventati comuni e tutti comprendono il loro significato.

La pandemia nascosta di cui pochi sono a conoscenza, che più desta preoccupazione a livello globale, è legata all'antibiotico-resistenza.

Secondo i dati raccolti dell'OMS causa milioni di morti ogni anno; se ne temono almeno 10 milioni l'anno nel 2050. L'utilizzo inappropriato degli antibiotici ha esercitato una pressione selettiva sui batteri, favorendo i ceppi più resistenti, su cui nessun antibiotico sembra funzionare.

Tuttavia, il consumo elevato di antibiotici non è l'unica causa dell'antibiotico-resistenza, perché i batteri sono "altamente sociali", possono costruire comunità multicellulari protette dentro il biofilm, dove diventano da 100 a 1000 volte più resistenti agli antibiotici e agli attacchi del nostro sistema immunitario.

L'autore analizza approfonditamente il fenomeno dell'antibiotico-resistenza, misura il fenomeno in Italia e nel mondo, e sottolinea come l'uso indiscriminato degli antibiotici genera candidosi intestinale e sistemica. Collegando questo fenomeno al biofilm, comune a batteri e candide.

Il libro si conclude con una panoramica ampia ed attuale di numerose ricerche e lavori scientifici di fitomedicina in cui gli oli essenziali (quello di origano in particolare) si sono dimostrati potenti agenti antinfettivi contro batteri, candide, e il biofilm.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *