Quale sarà l’esito dell’Armageddon? Dipenderà dal Risveglio delle Coscienze!

di Diinabandhu Sevananda

Il momento è cruciale! Ognuno di noi può essere il grammo in più che sposterà l’ago della bilancia nella direzione del Cambiamento e dell’Età dell’Oro.

Ricordate la profezia Maya? È tornata: la data dell'Apocalisse è il prossimo 21 giugno - greenMe

In questa occulta “guerra mondiale”, il SARS-Cov-2 (Covid-19), CREATO nei laboratori cinesi in forma molto attenuata affinché i suoi effetti fossero facilmente gestibili, PROPAGATO, in primis ma non solo, attraverso i vaccini antinfluenzali 2019-2020 propagandati senza alcun ritegno, ATTIVATO in forma tremendamente aggressiva da fattori esogeni quali:

  • inquinamento ambientale,
  • inquinamento elettromagnetico (in particolare la rete 5G modulata a frequenze ben precise),
  • interazione con alcuni farmaci di uso comune,

E RESO MORTALE con fattori esogeni:

  • l’imposizione di terapie sanitarie errate e criminali,
  • la proibizione di eseguire le autopsie sui corpi dei deceduti, cremati in fretta e furia al fine di distruggere le prove dei crimini,
  • la proibizione di buone cure banali e ben note in campo medico, di poco costo ed efficaci nel 99,99% dei casi,

e da fattori endogeni:

  • sistema immunitario depresso o debilitato,
  • patologie serie o gravi già presenti nei pazienti,
  • anzianità del soggetto,
  • effetto “nocebo” scatenato a livello di massa con la complicità dei media mainstream, attraverso un’opera continua e devastante di terrorismo mediatico,

è stato il pretesto che i governi di tutto il mondo hanno utilizzato per imporre a livello globale i provvedimenti incisi a fuoco nelle ultime pagine della secolare agenda nazi-mondialista del Nuovo Ordine Mondiale.

L’Italia è palesemente oggetto degli insani appetiti della Cina, la quale ha gestito le vicende del nostro Paese fagocitando nel grasso e puzzolente ventre della sua violenta dittatura, gli omuncoli del nostro governo e di buona parte delle nostre istituzioni.

La nostra Costituzione italiana è stata sospesa, derisa e calpestata, i diritti fondamentali dell’essere umano sono stati ignorati, una strage di Stato è stata perpetrata, con il sottofondo dell’inno “Siam pronti alla morte …” e di altre italiche canzonette cantate a squarciagola dai balconi dei reclusi in casa propria, adornate da contraddittori striscioni che recitavano a tinte arcobaleno: “andrà tutto bene!”
La Nazione si è quindi spaccata in due fazioni:

  • 1- gli italioti impauriti, pronti a subire anche la morte per fame pur di non morire di Covid. Fazione presuntuosa, ignorante, ignara e ignava, al tempo stesso violenta e feroce nei riguardi della seconda fazione e anche dei propri “amati” animali domestici in ossequio a qualunque fesseria la TV del regno andasse riportando per bocca del virologo “non virologo” di turno.
  • 2- i complottisti, “terrapiattisti”, “negazionisti”, terroristi e criminali agli occhi foderati di terrore della prima fazione. L’azione di questa seconda e risvegliata genia, in qualche modo ha avviato un processo di coscienza, che ha sortito alcuni sottili cambiamenti nel campo collettivo. Questa influenza ha iniziato la trasformazione delle frequenze involutive, proiettate dagli esseri involuti che ci governano, sfruttano e ingannano da millenni.

E così, sullo scenario terreno internazionale, prende forza il presidente Trump, che di certo non opera con il “favore delle tenebre”, al contrario del nostro non-amato presidente del Consiglio, il quale tali parole ha pronunciato non si sa neppure per quale motivo.

Gli USA, sotto la guida di un Presidente illuminato, salito al potere nonostante la terrificante opposizione delle potenze del male, non intende permettere questo scempio, e lo sta dimostrando. Trump ha dimostrato, a coloro che riescono a vedere la realtà nascosta dalle informazioni fuorvianti dei media del regime, che la sua “potenza di fuoco” può essere terrificante, e che non ha paura a colpire duro quando è veramente necessario.

Che dire… andiamo avanti così, stiamo nella ricerca della verità, liberi dalla paura e dalla sottomissione, continuiamo a usare amore nel dire e nel fare, stiamo vigili e abbiamo compassione di chi non può farcela e di ogni forma di vita (soprattutto quelle più fragili e indifese).

Frequenze alte, sempre, il momento è cruciale! Ognuno di noi può essere quel grammo in più che sposterà l’ago della bilancia nella direzione dell’età dell’Oro.

Articolo di Diinabandhu Sevananda

Fonte: www.liberamenteservo.com

Libri e varie...
L'APOCALISSE
di Rudolf Steiner

L'Apocalisse

di Rudolf Steiner

L'Apocalisse di Giovanni, il testo più ermetico del Nuovo Testamento, ispira il presente ciclo di conferenze, tra i più esoterici di Rudolf Steiner.

La spiegazione scientifico-spirituale delle meravigliose immagini e dei misteriosi simboli dati dall'evangelista ci fa cogliere, in maniera vivida, l'intimo rapporto causale tra la vita presente dell'anima e la costruzione dei mondi futuri.

  • Conferenza pubblica Norimberga, 17 giugno 1908
    Scienza dello spirito, Vangelo e avvenire dell'umanità. Il tempo precedente le religioni; le mitologie, lo stato religioso. Le diverse tappe della coscienza e l'"io sono".
  • Prima conferenza Norimberga, 18 giugno 1908
    Caratterizzazione dello spirito dell'Apocalisse. Che cosa avviene nell'iniziazione. La relazione tra l'iniziazione e l'essenza dell'Apocalisse.
  • Seconda conferenza Norimberga, 19 giugno 1908
    L'essenza dell'iniziazione precristiana mediante la disciplina del pensiero, dell'iniziazione cristiana mediante il sentimento, e quella della volontà nell'iniziazione rosicruciana. I simboli nella specifica iniziazione cristiana e in quella rosicruciana.
  • Terza conferenza Norimberga, 20 giugno 1908
    L'uomo e il suo destino nel nostro tempo. Il progressivo salire alla conoscenza immaginativa, ispirata e intuitiva. I sette periodi postatlantici si riflettono nei sette suggelli, nelle sette trombe e nelle sette coppe dell'ira. Le sette chiese e i sette periodi postatlantici. Le lettere alle sette chiese.
  • Quarta conferenza Norimberga, 21 giugno 1908
    I sette periodi postatlantici si rispecchieranno nei sette periodi successivi. Le anime saranno dissuggellate sette volte. Il libro dei suggelli. Il simbolo del cavallo corrisponde all'intelligenza. L'appello dell'io-sono supera la morte. Le vesti bianche. Scomparsa e trasformazione di Sole e Luna. Spiritualizzazione dell'umanità.
  • Quinta conferenza Norimberga, 22 giugno 1908
    I quattro stadi dell'esistenza planetaria. L'Apocalisse mostra il futuro dell'umanità. Solo alla metà dell'evoluzione terrestre l'uomo diventa tale. Gli esseri che passarono prima dell'uomo il gradino umano possono ora guidarlo. I 24 anziani, regolatori del tempo. Dalle entità rimaste indietro derivano i germi dei regni vegetale, animale e umano. Il regno minerale. L'Apocalisse ci mostra le immagini dei futuri gradi evolutivi.
  • Sesta conferenza Norimberga, 23 giugno 1908
    Ancora sui 24 anziani e su altre entità. Gli Elohim sul Sole e Jahve. L'indurirsi dell'uomo. Vita spirituale degli atlantidi. L'io umano e l'arcobaleno. Le anime di gruppo e la guida di Jahve per l'individualizzazione, accompagnata dall'oscurarsi dello spirito, durante i primi quattro periodi di civiltà postatlantica. Il cambiamento a seguito del mistero del Golgota.
  • Settima conferenza Norimberga, 24 giugno 1908
    Il passaggio dalla chiaroveggenza atavica all'autocoscienza. La caduta nell'abisso e la scelta umana. La risalita dell'umanità se ci si riconosce nel Cristo. Differenza fra egoismo e coscienza dell'io. La razza dei cattivi e i suoi segni esteriori. La scuola dell'amore porta al Cristo. Noè e Adamo. L'apertura dei suggelli e l'apparire dei cavalli, simboli dell'intelligenza. All'apertura del quinto suggello si mostreranno gli eletti biancovestiti, differenziati dagli schiavi della persona caduti nell'abisso. La comunità di Filadelfia nel sesto periodo di civiltà.
  • Ottava conferenza Norimberga, 25 giugno 1908
    Il potenziamento dell'egoismo e la guerra di tutti contro tutti. La spada a due tagli del primo suggello, simbolo delle due possibilità dell'io. Necessità del male per il formarsi del bene. L'apertura dei sette suggelli e il carattere delle future civiltà. Le successive civiltà delle sette trombe. La trasformazione della terra in un corpo cosmico astrale, col suo satellite materiale per la razza dei cattivi. Le coppe dell'ira. Non è sufficiente la comprensione intellettuale del Cristo: l'uomo divora il libretto. Le due colonne, Marte e Mercurio, del quarto suggello e il libretto.
  • Nona conferenza Norimberga, 26 giugno 1908
    La terra astrale dopo le sette trombe. L'evoluzione dell'io che si individualizza dall'anima di gruppo grazie all'azione del Cristo. La trasformazione dopo la settima tromba. Il primo e l'ultimo Adamo. Il corso dell'evoluzione. La riunificazione dell'uomo con Sole e Luna, simboleggiata dal quinto suggello. La bestia dalle sette teste simboleggia la razza dei cattivi rimasta legata al corpo. Testa e corna quali simboli occulti.
  • Decima conferenza Norimberga, 27 giugno 1908
    L'evoluzione planetaria sempre suddivisa in sette periodi con sette stati di coscienza. I sette stati di vita e l'importanza per l'uomo del regno minerale. I sette stati di forma e l'importanza di quello fisico. Le sette epoche o razze; noi viviamo nella quinta, la postatlantica, la sesta è quella dei sette suggelIi, e la settima delle sette trombe. La bestia dalle sette teste e dieci corna, simbolo dell'evoluzione umana. Il ritorno all'animalità per chi non accoglie il principio del Cristo.
  • Undicesima conferenza Norimberga, 29 giugno 1908
    La spiritualizzazione della terra dopo le sette trombe. I numeri dell'evoluzione e il 666. Il numero della bestia a due corna e la definitiva caduta dell'umanità cattiva. La magia nera. La grande Babilonia. Dall'altra parte, chi si unisce col principio dell'Agnello nella nuova Gerusalemme. Nell'esoterismo rosicruciano Michele è lo spirito solare che incatena il drago.
  • Dodicesima conferenza Norimberga, 30 giugno l908
    Libertà e amore con la caduta nell'abisso della razza dei cattivi. Il principio di Sorat deriva da altre epoche cosmiche. La prima e la seconda morte. La coscienza di Giove. L'aiuto del Cristo e l'aiuto del Padre. Il destino della razza dei cattivi. La scomparsa del corpo eterico come seconda morte. La nuova Gerusalemme. Anche dopo la caduta definitiva nell'abisso della razza dei cattivi vi sarà una possibilità di salvezza su Giove. La nuova Gerusalemme è simboleggiata nel settimo suggello.
...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *