• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Diminuiscono le nascite perché se ne sente meno il bisogno

di Gianfranco Morra

Ormai non è più una notizia. Anche lo scorso anno, come in tutti i precedenti, le nascite in Italia sono fortemente diminuite.

https://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2016/10/20/014520260-dd1222fc-5b5c-433d-b7fb-7ac1aad92b19.jpg

Ce lo ha comunicato l’Istat, il 4% di neonati in meno (18 mila). È la cifra più alta dal 1861. Dal 2015 l’Italia ha oltre 400 mila cittadini in meno. Siamo 60 milioni, di cui il 9% stranieri di 50 nazionalità diverse. Solo l’aggiunta dei figli di migranti ha ridotto la perdita della popolazione, anche se il fenomeno della denatalità ha raggiunto anche le donne straniere, che rispetto agli anni passati fanno meno figli. Ciò ha prodotto il prevalere dei vecchi sui giovani: sino a 14 anni sono il 13,5%, oltre i 60 il 22,6%.

La denatalità riguarda tutte le nazioni dell’Occidente, anche se l’Italia è uno dei paesi dove è fra le più alte (1,34 figli per donna fertile). Le cause di questo fenomeno sono note: l’invecchiamento delle donne, l’immissione delle madri nelle attività lavorative fuori casa, le difficoltà economiche della famiglia, la scarsità dell’assistenza alle madri e ai bambini. Sono difficoltà reali, cui tutti i paesi occidentali cercano di dare aiuti crescenti, nella speranza di aiutare le coppie. Ma in che misura aiuteranno a risolvere il problema? Purtroppo sinora i risultati sono stati modesti.

L’aspetto economico è certo importante, ma è solo uno dei tanti. Basterebbe pensare che le famiglie italiane del passato, assai più povere di quelle d’oggi, allevavano tanti figli. E ciò mostra che la causa principale della crisi della famiglia non è economica, ma antropologica. Essa è l’esito necessario di una concezione della vita, per la quale generare e allevare figli è soprattutto un peso e un rischio. In ogni caso un pericolo.

La nostra società privilegia la quotidianità e la transitorietà, appare priva di valori e credenze permanenti, il matrimonio è divenuto contratto, quando non anche fantasia creativa, e il dono scambio. Abbiamo rifiutato la vecchia famiglia, paternale e autoritativa… niente di male, ma non ne abbiamo ancora trovata una nuova che funzioni. Perciò, meno matrimoni e più convivenze, crescita di separazioni e divorzi. L’educazione delle giovani generazioni rivela vuoti e distorsioni, lo mostrano anche la tossicodipendenza e la microcriminalità diffusa.

Viviamo in una cultura edonista: un tempo la famiglia veniva vissuta come gioia ma anche come sacrificio, ora è l’asilo, prevalentemente notturno, del riposo e della “gratificazione reciproca”, la promessa è contratto e il dono scambio. È una cultura nichilista, che ha cancellato le certezze e i valori permanenti, ha colorito tutto di leggerezza e indeterminatezza, ha introdotto un senso generale di paura e sconforto, una sfiducia nel futuro. Non per tutti, certo, ma ciò che prevale è una “civiltà del vuoto” e della “transitorietà”. Come stupirsi, allora, se calano le nascite?

Articolo di Gianfranco Morra

Fonte: https://www.italiaoggi.it/news/diminuiscono-le-nascite-perche-se-ne-sente-meno-il-bisogno-2407830

IL MONDO DELLA FERMENTAZIONE
Il sapore, le qualità nutrizionali e la produzione di cibi vivi fermentati
di Sandor Ellix Katz

Il Mondo della Fermentazione

Il sapore, le qualità nutrizionali e la produzione di cibi vivi fermentati

di Sandor Ellix Katz

Il manuale più completo con informazioni chiare e ricette da tutto il mondo facilmente replicabili. La bibbia degli appassionati della cucina attraverso le fermentazioni ma anche il libro ideale per i neofiti.

Sul filone di tendenza dell'autoproduzione casalinga questo libro propone un approccio scientifico rigoroso ma allo stesso tempo giocoso. Il libro indispensabile per intercettare la moda del grande ritorno ai fermentati nelle nostre case e cucine.

Fin dalla sua prima pubblicazione negli Stati Uniti, nel 2003, questo libro (titolo originale Wild Fermentation) ha ispirato centinaia di migliaia di persone a convertire le loro cucine in piccoli laboratori per trasformare i vegetali in crauti o kimchi coreano, il latte in formaggi freschi o yogurt, frutta e vino in aceto.

Sandor Ellix Katz (bestselling author del New York Times) nel 2016 ha rinfrescato questo fortunato manuale espandendone ancora di più i confini geografici e i consigli per il fai da te casalingo. È il manuale più completo - usato fino a oggi in lingua originale anche da chi insegna queste tecniche in Italia in corsi di cucine sempre  più diffusi - che negli Stati Uniti ha dato il via a un vero e proprio rinascimento moderno del cibo, con una prospettiva fresca ed entusiastica, costruita sull'esperienza di tanti viaggi intorno al mondo.

I fermentati sono gustosi e hanno tanti benefici per la salute: il libro è ricco di ricette per trasformare frutta, latte, cereali, legumi e verdure in qualcosa di nuovo e conservabile, soltanto attraverso processi naturali con secoli di tradizione alle spalle in tutto il mondo. Aprite questo libro per iniziare una piccola food revolution nella vostra cucina di casa.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *